Durant: “Klay ha dormito tutto il giorno prima della gara da 60 punti”

Durant: “Klay ha dormito tutto il giorno prima della gara da 60 punti”

Curioso retroscena rivelato da KD riguardo alla grandiosa prova balistica di Thompson lo scorso anno.

di La Redazione

Che Klay Thompson fosse uno strano tipo lo sappiamo già dalle sue “abilità” da schiacciatore messe in mostra in un’esibizione in Cina, ma ora Kevin Durant ci conferma che il #11 degli Warriors è un ragazzo del tutto particolare.

Prima della partita contro i Pacers dello scorso anno in cui segnò 60 punti in soli tre quarti di gioco, saltò l’allenamento. Nulla di strano, direte voi, se non fosse per il fatto che…si era addormentato.

“Lui non è venuto ad allenarsi. Prima che iniziasse l’allenamento ci siamo guardati per chiederci dove diavolo fosse finito Klay. Lo abbiamo chiamato varie volte, ma non rispondeva. E alla fine non si è allenato. Non è arrivato e la notte dopo ne ha messi 60”, ha rivelato Durant nel podcast di Bill Simmons. Incalzato dal giornalista per sapere come fosse stato possibile che Klay Thompson non fosse arrivato, nemmeno in ritardo, Durant ha risposto: “Non so cosa sia successo, ma penso che sia andata così: ‘Ragazzi, sono un’ora in ritardo, forse due. E’ inutile che perda ulteriore tempo che tanto arriverei ad allenamento quasi finito, è meglio che me ne stia a letto’. E alla fine non solo ha giocato, ma ne ha anche messi 60 (in 29 minuti, nda). Sono certo che se tutti nel mondo fossimo come Klay l’universo sarebbe un posto migliore”, ha infine assicurato il #35 degli Warriors.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy