Free Agency NBA: ecco i “superstiti”

Free Agency NBA: ecco i “superstiti”

usatoday.com
  Molti free agent si sono accasati, soprattutto i giocatori di alto livello, ma ce ne sono ancora tanti in cerca di una squadra. Vediamo, ruolo per ruolo, chi sono i superstiti di questa sessione di mercato. Point Guards: Norris Cole: il play ex Miami è un restricted free agent, con i Pelicans che potrebbero effettuare la loro bi-annual exception da 2.1 milioni e sembrerebbero intenzionati a farlo. Per Cole hanno dimostrato interesse anche i 76ers, in cerca di una PG data la carenza di alternative. Matthew Dellavedova: anche l’australiano è un restricted free agent. Sono davvero poche le possibilità che Matthew faccia le valigie, con i Cavs che stanno trattando il nuovo accordo con il giocatore per un pluriennale che dovrebbe aggirarsi sulla base di 3-5 milioni. Nate Robinson: “The Gadget” dopo la stagione trascorsa con le canotte di Nuggets e Clippers è ancora senza squadra. Le sue condizioni fisiche influiscono sui dubbi delle diverse franchigie, finora pare infatti che nessuno si sia fatto avanti con determinazione per assicurarsi le sue prestazioni. Andre Miller: il professore ha annunciato di non avere la minima intenzione di appendere le scarpe al chiodo. Miller, che il prossimo 19 marzo spegnerà la sua quarantesima candelina, pare che si stia confrontando con più squadre per decidere la sua destinazione. Altri: Ishmael Smith, Donald Sloan, Will Bynum, Kendall Marshall, John Lucas, Toure’ Murry, Sebastian Telfair, Darius Morris, Jorge Gutierrez (Restricted).    

Shooting Guards: J.R. Smith: l’ex Knicks non dovrebbe muoversi da Cleveland. Dopo essere uscito dal contratto che gli assicurava 6 milioni per la prossima stagione, sta trattando con i Cavs il rinnovo del contratto. La volontà di entrambe le parti sembra quella della permanenza in Ohio, a breve potrebbe scaturirne l’accordo. Jason Terry: “The Jet” dovrebbe restare ai Rockets. La conferma potrebbe arrivare nelle prossime ore, con Houston che non sembra intenzionata a privarsi dell’esperienza di Terry che ha giocato alla grande gli ultimi Playoffs NBA. K.J. McDaniels: il restricted free agent, ala dei Rockets, è conteso da diverse franchigie. Houston è disposta a pareggiare le offerte delle altre pretendenti, ma i New Orleans Pelicans sembrano fare sul serio. Alexey Shved: dopo una buona stagione con i New York Knicks, il russo potrebbe tornare in Europa. Secondo quanto riportato dal suo agente Obrad Fimic, Shved avrebbe rifiutato tre proposte in NBA e starebbe ascoltando offerte ricevute da Spagna e Russia. Altri: Landry Fields, Ben Gordon, Ray Allen, John Jenkins, John Salmons, Malcolm Delaney, Xavier Henry, Willie Green, Jordan Crawford, Jimmer Fredette, Dahntay Jones, Ian Clark, Vander Blue.

   

Small Forwards: Michael Beasley: i Miami Heat non hanno esercitato la team option ed ora “B-Easy” è alla ricerca di una nuova squadra. Non è escluso che possa tornare in Cina, dove ha vestito la maglia degli Shanghai Sharks. Tayshaun Prince: il campione NBA del 2004 con la canotta dei Pistons ancora non ha deciso dove accasarsi. Pare che i Cavs siano interessati a lui per sostituire Shawn Marion, ma ancora non è arrivata nessuna offerta al giocatore. Chris Copeland: Spurs, Clippers e Bucks sarebbero interessate all’ala che ha trascorso le ultime due stagioni ai Pacers. Copeland, venuto alle luci della ribalta per essere stato accoltellato fuori da un locale di New York, ha terminato la sua stagione ad aprile per le ferite riportate nello scontro. Altri: Rasual Butler, Francisco Garcia, Jeffery Taylor, Carlos Delfino, Robbie Hummel (Restricted), James Jones, Hedo Turkoglu, Glen Robinson III, Mickael Pietrus, Dorell Wright.

   

www.blogabull.com
Power Forwards: Tristan Thompson: il restricted free-agent resterà al 100% ai Cleveland Cavaliers. Per lui è pronto un accordo da 80 milioni in cinque anni. Josh Smith: dopo la scadenza del contratto con i Rockets, l’ala nativa di College Park è in cerca di una nuova soluzione che lo soddisfi. Su di lui ci sarebbero i Clippers, pronti a rinforzare il reparto lunghi. Carlos Boozer: il futuro non sarà quasi sicuramente in gialloviola come nell’ultima stagione. L’ex Chicago avrebbe suscitato l’interesse di diverse squadre tra le quali Brooklyn, Dallas, Houston e Miami. Questi ultimi sembrano i più accreditati, con Boozer che firmerebbe al minimo salariale. Altri: Tyler Hansbrough, Andray Blatche, Reggie Evans, Rashard Lewis, Travis Wear, Glen Davis, Darrell Arthur, Matt Bonner, Quincy Acy, Henry Sims, Jason Maxiell, Chuck Hayes, Elton Brand, Ekpe Udoh, Shawne Williams, Jeff Ayres.

 

www.csnwashington.com
 

Centers: Kevin Seraphin: il centro francese dopo la stagione con i Wizards è senza contratto. Potrebbe restare a Washington ma su di lui puntano anche Mavs, Lakers e Suns. Seraphin vorrebbe giocare di più e Dallas, dopo l’affare saltato con Jordan, potrebbe garantirgli parecchi minuti sul parquet. JaVale McGee: anche il lungo nativo di Flint potrebbe finire a Dallas se la trattativa con Seraphin non andasse a buon fine. Mavs e McGee si sono incontrati la scorsa domenica, sembra sfumata invece l’ipotesi Clippers dopo la permanenza di Jordan. Kendrick Perkins: l’unrestricted free agent è in uscita da Cleveland. Su di lui sarebbero puntati gli occhi di Pelicans, Knicks e Rockets. Samuel Dalembert: il centro di Haiti, tagliato dai Knicks lo scorso 5 gennaio, potrebbe tornare a Dallas. Le due parti dovrebbero incontrarsi nei prossimi giorni. Altri: Greg Smith, Emeka Okafor, Joel Anthony, Ryan Hollins, Jeff Withey, Jermaine O’Neal, Nazr Mohammed, Greg Stiemsma, Justin Hamilton, Bernard James, Arinza Onuaku, Earl Barron, Jerome Jordan, Ognjen Kuzmic (Restricted).
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy