Golden State potrebbe smantellare il roster se non vincesse il titolo

Golden State potrebbe smantellare il roster se non vincesse il titolo

Dagli States arriva una indiscrezione sui campioni in carica.

di La Redazione

La dirigenza dei Golden State Warriors potrebbe stravolgere il roster in caso di non vittoria del titolo NBA, scrive Anthony Slater su The Athletic.

“Credo che ci siano molte più incognite quando non vinci – sia che tu abbia il 30esimo payroll della lega oppure il più alto”, ha detto. “Non credo succederà [che non vinceremo], ma nel caso la responsabilità è tutta sulla dirigenza”.

Green ha poi portato l’esempio degli Spurs, ultima vera dinastia ma incapace di vincere due titoli consecutivi. “Pensare di vincere il titolo ogni anno è irrealistico. Diciamo tutti quanti che gli Spurs sono il modello di franchigia degli ultimi 20-25 anni, giusto? Bene, loro non hanno mai vinto in back-to-back. Tuttora i ragazzi che hanno vinto sono ancora là, a parte quelli che si sono ritirati. Però qualcuno avrebbe potuto stancarsi e decidere di andarsene: ‘Oh, non abbiamo vinto quest’anno, è ora di interrompere il nostro rapporto’. E facendo così non avrebbero mai avuto la possibilità di ripetersi immediamente”. Perché la possibilità, mai sfruttata, gli Spurs l’hanno avuta.

Le parole del #23 degli Warriors mette all’erta la dirigenza dei campioni in carica, perché nel caso non vincano qualcuno potrebbe cambiare squadra. Resta difficile perché il gruppo – contando anche Durant che rifirmerà in estate – con Curry, KD, Green, Iguodala e Livingston sarà a contratto almeno fino al 2020: l’unico è Klay Thompson che scade il prossimo anno.

Curry ha firmato l’estensione quinquennale lo scorso anno, KD ha detto che uscirà dal contratto per firmarne di sicuro un altro (da capire se un altro annuale in vista del massimo salariale firmabile il prossimo anno oppure subito un pluriennale), Thompson sembra fatto apposta per questa squadra (anche se a luglio 2019 può firmare un contratto al massimo salariale, ma non certo a GS). E se fosse proprio Draymond l’unico Warrior capace di lasciare la franchigia? Anche lui tra due stagioni può chiedere il massimo salariale in altri lidi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy