Guai senza fine per Zach Randolph: rischia una squalifica

Guai senza fine per Zach Randolph: rischia una squalifica

Se non addirittura l’esclusione definitiva dalla NBA.

Commenta per primo!

Come vi avevamo riportato qualche giorno fa Zach Randolph è stato arrestato a Los Angeles a seguito di un atto vandalico ai danni di sei auto della polizia e soprattutto in virtù dell’essere stato trovato in possesso di un quantitativo di Marijuana illegale, si parla addirittura di due chili di droga, con l’intento di venderlo.

Come è noto, la legislazione della California (dove è avvenuto l’arresto) prevede che il possesso di Marijuana sia legale nella misura di 21 grammi per persona maggiorenne; inoltre è previsto che per la vendita ci si munisca di licenza statale per poter versare le dovute tasse.
Tale reato quindi mette Randolph in una situazione scomoda che potrebbe portarlo alla condanna; tale condanna potrebbe sfociare addirittura nella detenzione o negli arresti domiciliari in quanto l’intenzione di vendita è considerata un’aggravante a cui si aggiunge il fatto che la quantità posseduta è ben superiore al consentito.
Qualora la colpevolezza fosse certificata dalla giustizia l’esperto lungo dei Kings potrebbe andare incontro a pesanti squalifiche da parte dell’NBA; ricordiamo infatti che esiste un accordo tra lega e associazione dei giocatori che lascia più o meno carta bianca alla lega in caso di reati in cui siano implicate droghe pesanti o in cui si sospetti lo spaccio.
Qualora arrivasse la squalifica potrebbe anche trattarsi dell’atto conclusivo della carriera di Z-Bo che non è più giovanissimo e non rientrerebbe dopo una squalifica che potrebbe essere pluriennale come quella che ha subito O.J. Mayo (2 anni di squalifica). Qualora l’ex Memphis non volesse appendere le scarpette al chiodo invece potrebbero aprirsi per lui le strade dell’Europa o della Cina per strappare gli ultimi soldi in una carriera comunque sempre ad alto livello.

 

di Andrea Fabbian

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy