Impresa Lakers, Warriors al tappeto: i numeri di uno dei più grandi upset della storia NBA

Impresa Lakers, Warriors al tappeto: i numeri di uno dei più grandi upset della storia NBA

Non capita spesso vedere cadere questi Warriors: ma quella di ieri è davvero incredibile…

Commenta per primo!

Alzi la mano chi di voi avrebbe mai nemmeno immaginato che ci potesse essere una partita. I Warriors, forti di un record di 55 vittorie e 5 sconfitte, giocano in casa della peggior edizione dei Lakers di sempre, i quali hanno vinto solo 12 delle 63 gare disputate finora. I bookmakers davano vincenti, per questa gara, quelli della Baia al 93%.

La differenza tra le percentuali di vittoria delle due compagini è la più ampia di sempre (91.7% per i Warriors, 19.0% per i Lakers). Inoltre, i losangelini venivano da 10 KO nelle ultime 11 gare, mentre per gli ospiti era esattamente l’opposto (oltre che 18 W nelle ultime 19). Nelle precedenti 3 sconfitte con i ragazzi di Kerr, Bryant e co. avevano subìto ben 73 punti di distacco.

Quando GS entra nell’ultimo periodo sotto di 10 o più punti ha sempre perso: 0-5 in stagione. Il -17 finale è il terzo peggior scarto stagionale, dopo il -25 a Portland e il -19 a Dallas.

I 6 KO stagionali dei Warriors sono arrivati con squadre che avevano dal 12esimo record in giù: significa, quindi, che hanno sempre battuto le 11 franchigie più forti della stagione NBA (al momento della gara).

Con questa sconfitta, inoltre, Golden State abbassa la sua percentuale di possibilità di superare il record dei Bulls di vent’anni fa (72-10) dal 67.2% al 45.6%, secondo CBS Sports. Il loro record, comunque, resta il migliore di sempre guardando alle prime 61 gare di stagione (55-6). Infatti, sempre alla 61esima tappa, quei Bulls caddero malamente al Madison Square Garden sotto 32 punti di margine.

47.1% al tiro per i Lakers contro il solo 40.2% dei campioni in carica: il 4/30 da 3 con cui questi ultimi hanno chiuso l’incontro è il quarto peggior dato statistico nella storia della NBA da quando è stata introdotta la tripla. Restando in tema, i due Splash Brothers hanno chiuso con 1/18 da dietro l’arco, mai nessuna coppia aveva fatto così male nella stessa gara, con almeno 15′ in campo insieme.

Ben sette in doppia cifra nei Lakers, con Clarkson mattatore con 25 punti; dall’altra il migliore è stato Curry con 18, quasi 13 punti sotto la sua media stagionale.

Kobe Bryant ha segnato solo 12 punti, ma ora ha toccato quota 1812 contro gli Warriors, affrontati la bellezza di 67 volte: è la squadra contro la quale in carriera il #24 ha messo a segno più punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy