Irving: “La mia vita è cambiata dopo quel tiro in Gara 7”

Irving: “La mia vita è cambiata dopo quel tiro in Gara 7”

La sofferenza prima della gloria: dopo il numero incredibile di infortuni, Kyrie Irving si è potuto godere finalmente un’estate da sogno.

Nel corso della sua carriera Kyrie Irving, probabilmente, non si è mai sentito bene come quest’anno: vittoria in finale NBA e medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio per il playmaker dei Cleveland Cavaliers che, di recente, ha lasciato un’intervista a Joe Vardon di cleveland.com. Tanti i temi trattati ma Uncle Drew ha più volte sottolineato come da quella Gara 7 la sua vita sia profondamente cambiata: il suo lungo calvario è stato un percorso necessario per portarlo alla gloria.

Sono cambiate tante cose” ha detto Irving. “Attendevo quell’ultimo step che mi facesse entrare di diritto tra i migliori della Lega ed ora ci sono riuscito, la gente me ne da credito. Ho guadagnato il rispetto che desideravo esattamente nel modo in cui avrei voluto farlo. Mai mi sarei immaginato di poter diventare campione NBA a 24 anni, specialmente dopo ciò che era successo la stagione precedente: è stato un nuovo inizio, dovevo re-inserirmi nel gioco e credo di avercela fatta“. Il playmaker dei Cavs si inserisce nella lista di giocatori che hanno vinto, nella stessa stagione, l’anello NBA e la medaglia d’oro: a fargli compagnia c’è gente del calibro di Scottie Pippen, Michael Jordan e Lebron James.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy