Jazz e Bucks, lunghi stop per Exum e Brogdon

Jazz e Bucks, lunghi stop per Exum e Brogdon

Ad un mese dai Playoffs brutti colpi per le due squadre.

di La Redazione

Brutte notizie per i playmaker di Milwaukee Bucks e Utah Jazz. Partiamo dai primi della Eastern Conference che perdono una pedina fondamentale come Malcolm Brogdon per un piccolo strappo alla fascia plantare. Zona delicata che dovrebbe richiedere da 6 a 8 settimane di stop.

Si ferma (nuovamente) Dante Exum, stavolta per la parziale rottura del tendine rotuleo del ginocchio destro. Una operazione metterebbe fine alla sua stagione, ma si cerca di fare una terapia conservativa (se possibile) che lo terrebbe fuori però minimo un mese: nel frattempo Raul Neto vedrà aumentare i suoi minuti nel ruolo di vice-Rubio.

Nella notte brutta caduta per CJ McCollum ma solo oggi ci sarà la risonanza che dirà con certezza cosa è successo e i tempi di recupero. Si spera non sia nulla di troppo grave, ma di sicuro anche la guardia dei Blazers dovrà saltare un po’ di partite.

La trombosi venosa subita da Brandon Ingram nella sua spalla destra ha necessitato ovviamente di una operazione che è stata fatta ieri: stagione sicuramente finita e rientro previsto tra 3-4 mesi. Sarà certamente pronto per il training camp.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy