Joel Embiid: “Nelle ultime partite ho fatto schifo”

Joel Embiid: “Nelle ultime partite ho fatto schifo”

The Process confessa il suo momento di difficoltà dopo la sconfitta a Toronto

di Antonio Santarsiero

Joel Embiid non le manda mai a dire (neanche a se stesso). Parlando a caldo ai reporters dopo la sconfitta esterna di stanotte a Toronto (102-113), ha rivelato tutto il suo disappunto per le sue ultime prestazioni:

“The past few games, I’ve been so trash”

Insomma, prestazioni “spazzatura”, per sua stessa ammissione. In effetti la sua stella non ha esattamente brillato sul parquet canadese: 36 minuti abbondanti in campo, con un modesto 5/17 al tiro, 0/2 dalla lunetta e 4 palle perse. Un magro bottino di 10 punti (+12 rimbalzi d’ordinanza).

Nulla di particolarmente preoccupante né per sé né per la sua franchigia, che conserva pur sempre un rispettabile terzo posto a Est. Tuttavia, nelle ultime tre partite giocate The Process si è sempre mantenuto al di sotto dei 20 punti segnati: per intenderci, nelle precedenti 23 gare gli era capitato solamente altre 3 volte (l’ultima volta nella sfida persa contro i Magic del 14/11). Sempre nelle ultime tre partite, ha fatto registrare un complessivo 14/42 dal campo (ben al di sotto delle sue percentuali stagionali, pari al 46,2%) e un 12/20 al tiro libero (in stagione tira con il 79,1%).

Il sospetto, sempre più evidente, è che Embiid abbia bisogno di tirare il fiato. Finora il lungo camerunense ha disputato tutte e 26 le partite dei Sixers, con oltre 34 minuti di media (career-high); le partenze di Saric e Covington hanno ulteriormente accorciato le rotazioni, di fatto provocando un sovrautilizzo del quintetto-base. Vista la storia clinica di Embiid, sarebbe consigliabile maggiore prudenza nel suo utilizzo, magari ricercando anche un backup center sul mercato (Amir Johnson al momento offre scarse garanzie).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy