John Henson denuncia una discriminazione razziale

John Henson denuncia una discriminazione razziale

Commenta per primo!
http://i.kinja-img.com

Nella giornata di ieri John Henson ha vissuto un brutto episodio in un quartiere buono di Milwaukee.
Stando alla sua dettagliata descrizione dell’evento sul suo profilo Instagram, il lungo dei Bucks si è recato in una gioielleria Schwank-Kasten durante l’orario di apertura in cerca di un orologio, ma i dipendenti hanno chiuso la porta a chiave intimandogli di andare via; alle sue insistenze per poter entrare, il personale del negozio se n’è andato nel retro senza spiegazioni.
Dopodiché, due pattuglie della polizia si sono parcheggiate dall’altro lato della strada e hanno controllato i movimenti di Henson, prima di approcciarlo e chiedergli a proposito del veicolo concessionario che aveva guidato per arrivare al negozio (l’auto fa parte di un accordo che il cestista ha con una concessionaria in città).
Chiarita la provenienza dell’auto dopo svariati controlli, il poliziotto ha rassicurato i dipendenti della gioielleria riguardo a Henson, che sono tornati al loro lavoro.

Dal canto suo il proprietario del negozio, Thomas Dixon, si è difeso spiegando che quella stessa gioielleria è stata oggetto di rapina a mano armata per ben tre volte nell’ultimo anno e mezzo, e uno dei veicoli coinvolti nelle rapine proveniva dallo stesso soncessionario di quello di Henson. I dipendenti avrebbero quindi notato la targa speciale dell’auto di Henson e si sarebbero insospettiti, quindi non si tratterebbe di discriminazione razziale.

Sia come sia, certamente non si può parlare di buona pubblicità per la gioielleria Schwank-Kasten di Milwaukee.

 

 

Fonte: BleacherReport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy