Kevin Durant è più alto di quanto vorrebbe far credere

L’asso di OKC si toglie qualche centimetro per essere considerato ala piccola, ma non è il solo a cambiare la sua altezza reale.

Commenta per primo!

L’altezza è una qualità molto importante nel magico mondo del basket. Considerando che un canestro regolamentare è alto 10 piedi (3.048 metri), essere abbastanza alti può facilitare la realizzazione di un canestro. Tuttavia alcuni giocatori mentono sulla loro altezza, per vari motivi.

Kevin Durant, durante una conferenza postgame, ha rivelato di essere alto 6-11 e non come elencato nella lista delle altezze NBA, in cui è riportata la statura di 6-9. L’ MVP della stagione 2013-2014 ha spiegato che a lui piace dare l’impressione di essere più basso di quello che è realmente. Le sue parole sono state queste: “In realtà ho sempre pensato fosse bello dire io sono un’ala piccola di 6-9, poiché questa è l’altezza prototipo di un’ala piccola. Se fossi stato più alto, tutti avrebbero iniziato a dire: -Ah, ma allora lui è un’ala grande-“. Parallelamente a Durant troviamo Giannis Antetokounmpo: da quando è stato draftato dai Bucks, Giannis è cresciuto da 6-9 a 6-11 ma per lui questo non è assolutamente un problema. La prossima stagione ricoprirà il ruolo di SG (come Durant), ma a differenza del giocatore dei Thunder non vuole sembrare più basso, anzi in un’intervista disse: “Onestamente, vorrei essere più alto.”

mavsfanatic.com

Se a KD piace essere “più basso”, non si può dire lo stesso per i giocatori che mediamente sono sotto lo standard dell’altezza NBA. Un esempio è JJ Barea, che in un’intervista dichiarò: “Ricordo che ho iniziato a ridere quando mi dissero che ero alto 6 piedi, perché io e circa 20.000 persone nel palazzetto sapevamo che era una bugia. Sono alto 5-10”. Anche in passato ci furono modifiche e bugie sulla reale altezza dei giocatori, nella vecchia NBA le stelle non volevano quasi mai superare i 7 piedi. Se l’avessero fatto, avrebbero attirato l’attenzione generale, e uno di loro disse: “Non vogliamo apparire come dei giganti agli occhi della gente”. Bill Walton sosteneva di essere 6-11 e gli chiesero come mai risultasse più basso del 7 piedi Hakeem Olajuwon, nonostante sovrastasse il centro nigeriano. La sua risposta fu: “Forse il pavimento era deformato”.

Nonostante abbia lasciato il parquet da molti anni, Walton continua a sostenere di essere alto “solo” 6-11. Anche Tyreke Evans, Thaddeus Young, Kevin Love e Spencer Hawes hanno subìto delle modifiche sulla loro vera altezza. Questi giocatori sono stati draftati da King, 76ers e Minnesota, che hanno la fama di essere le più bugiarde (per quanto riguarda l’altezza) in tutta la NBA. Soffermandoci su Evans, la sua statura pre-draft era 6-4, anche se l’ex Kings realmente era alto 6-6. Fu applicata questa modifica perché Evans doveva essere un playmaker e l’altezza troppo elevata avrebbe fatto storcere il naso sulla sue abilità di palleggio. Anche in questo caso il connubio altezza-ruolo ha inciso parecchio, quindi sorge una domanda: dato che non c’è un sistema perfetto per misurare i giocatori, forse sono loro stessi a cambiare a loro piacimento l’altezza per sembrare ancora più incredibili agli occhi della gente normale?

makingthecall.wordpress.com

Basti pensare che Kevin Love “dovrebbe” essere alto come Derrick Williams, cioè 6-8. In realtà Love è alto 6-10, per questo i due giocatori giocano in ruoli diversi (e non a caso hanno differenti statistiche a rimbalzo: 11.5 per Love e 4.2 per Williams). Anche l’attuale coach dei Warriors Steve Kerr non è stato esente da queste “bugie”. È passato da 6-3 nel 2001 a 6-1 nel 2002, per poi ritornare a 6-3 nel 2003. A tutto questo Kerr ha risposto con un semplice: “Non so perché facevano o fanno tutto ciò. Forse vogliono semplicemente renderci più alti, poiché la NBA è la lega dei giganti.” Forse questa etichetta, “La lega dei giganti”, ha portato a far mentire i giocatori, seguendo due correnti di pensiero: la prima, come nel caso di Durant ed Evans, porta a una modifica dell’altezza a causa del ruolo in cui si gioca; nella seconda, quella di Barea e Walton, si cambia l’altezza per non risultare più bassi/alti agli occhi del pubblico.

 

– di Lorenzo Schettino, tratto da Clutchpoints.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy