Kobe Bryant non vuole tributi e pensa al futuro: “Potrei restare nell’NBA come proprietario di franchigia…”

Kobe Bryant non vuole tributi e pensa al futuro: “Potrei restare nell’NBA come proprietario di franchigia…”

Commenta per primo!
sports.cbsimg.net

Guardare al futuro, senza se e senza ma. Kobe Bryant parla già del suo post-carriera, apertamente, e in tutte le salse. Questa notte, ad esempio, una volta archiviato il match contro gli Hawks, la sua sala stampa è davvero densa di spunti, su tutti un possibile ruolo nell’NBA di domani. C’è chi gli ha suggerito una strada simile a quella di Magic, una strada he il Mamba ha prontamente scartato (“Non abbiamo la stessa personalità. Io non ce la farei ad andare in giro parlando e sorridendo a chiunque per tutto il giorno…”); strada meno fantasiosa sarebbe quella della ownership di una qualche franchigia, che anzi pare configurarsi come unica condizione per vederlo ancora sui campi: “Potrei decidere di rimanere coinvolto nell’ambito della Lega solo se avessi l’opportunità di diventare proprietario di una franchigia“.

Nel frattempo, secondo i colleghi Bleacher Report, Bryant avrebbe chiesto a tutte le franchigie di non spendersi in celebrazioni, video tributi o cerimonie, diversamente da quanto fatto a Philadelphia, Washington e Atlanta: sarà un ultimo anno, ma anche un anno che Kobe vuole vivere nella massima concentrazione, e nella massima normalità. E’ un grande, ma resta sempre un giocatore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy