La commovente lettera di Varejao ai tifosi dei Cavaliers

La commovente lettera di Varejao ai tifosi dei Cavaliers

Su Facebook, il lungo dei Cavaliers spedito a Portland ringrazia così tutti per queste emozioni lunghe 12 anni

Commenta per primo!

Il lungo brasiliano Anderson Varejao, spedito a Portland ma subito tagliato e ora in orbita Thunder, ha voluto ringraziare e salutare i fans e tutta la famiglia dei Cavaliers con una lunga lettera diffusa sulla sua pagina Facebook:

“Cari tifosi Cavs in giro per il mondo,
Negli ultimi 12 anni ho avuto l’onore di rappresentare la città di Cleveland e l’organizzazione dei Cavaliers, e per questo ve ne sarò sempre grato. Arrivando dalla Spagna alla giovane età di 21 anni è stata una transizione difficile, ma appena ho indossato la maglia dei Cavs e sono sceso sul parquet, mi sono sentito a casa.
Ci sono state stagioni in cui abbiamo giocato bene insieme, ed altre in cui siamo caduti insieme. Abbiamo partecipato a vari playoff e ad alcune finali. Durante queste 12 stagioni, abbiamo avuto alti e bassi, ma rispetto a quello che abbiamo prodotto sul campo una cosa non è cambiata… Il pieno supporto da tutti voi, i tifosi.
Sia che steste guardando la TV, o ascoltando la radio, o urlando al massimo delle vostre possibilità alla Q[uicken Loans Arena], noi sentivamo la vostra energia e il vostro supporto. I tifosi di Cleveland sono semplicemente i migliori.
Non c’è nulla di meglio di quando cammini per le strade in un giorno freddo e senti i fans urlare il tuo nome, quindi ti fermi a parlare con loro. Non c’è nulla come guardare l’arena prima di una partita e vedere più di 20’000 persone indossare delle parrucche simili ai tuoi capelli. Quella è un’emozione che mi sarà per sempre cara e non potrò dimenticarla.
Allo stesso modo di come il Brasile tiene un posto speciale nel mio cuore, Cleveland è anch’essa diventata parte di me. Considero ognuno dell’organizzazione come parte della mia famiglia – dalla proprietà, all’intero front office, tutti gli allenatori che ho avuto durante gli anni, ed ogni singolo impiegato dal più basso al più importante – e vi ringrazio.
La città di Cleveland è davvero un posto speciale.
Ho visto giocatori e allenatori arrivare ed andarsene, ma nonostante ciò ho sempre saputo che Cleveland è dove voglio ritirarmi. Tuttavia la vita non sempre sceglie la via che tu vorresti, e alla fine il detto ‘Questo è business’ purtroppo è vero.
Quindi con questo vi dico ‘arrivederci’. Ma ancor più, vi dico ‘grazie’. Grazie per il vostro supporto. Grazie per esser venuti ogni sera [a sostenerci].
Casa è dove si trova il cuore, e il mio cuore sarà per sempre a Cleveland.
Anderson Varejao”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy