La stagione NBA attraverso i record che l’hanno caratterizzata

La 70esima stagione si è chiusa in gara-7, ma andiamo a vedere quali sono i numeri più importanti di questa annata.

Commenta per primo!

In questa 70esima stagione della NBA, è successo di tutto. Si è partiti con delle aspettative poi non confermate, si è passati attraverso record storici e si è poi fatta la storia. Ogni momento è qualificato con un record, andiamo a scoprire quali sono!

24-0

La miglior partenza della storia è firmata dai Golden State Warriors campioni in carica. La prima sconfitta arriva a metà dicembre a Milwaukee dopo 24 vittorie consecutive.

21

Gli anni non ancora compiuti dei 3 giocatori di Minnesota – Wiggins, LaVine e Towns – a realizzare almeno 20 punti nella stessa partita. Nessun trio così giovane ci era mai riuscito. E’ accaduto nel KO contro i Cavaliers il 25 gennaio. Towns 26+11, Wiggins 20 e LaVine 21.

1

Le sconfitte casalinghe degli Spurs, capaci di pareggiare il record dei Celtics ’86. A differenza dei biancoverdi, però, a San Antonio non è poi susseguito un titolo. Il KO è arrivato contro gli Warriors alla penultima gara casalinga della stagione.

60

I punti segnati da Kobe nella sua ultima gara in carriera, record NBA abbattuto. Anche in una stagione pessima dei suoi Lakers (la peggiore della loro storia), non contemplava di lasciare la lega con una sconfitta. La sua carriera termina dopo 20 anni sempre con la stessa maglia.

402

Le triple stagionali di Steph Curry. Distrutto il suo record precedente di 286. Mai nessuno era andato sopra le 300, figurarsi 400!

0

A proposito di Curry, nella storia mai nessuno prima di lui è stato votato MVP della stagione all’unanimità.

73-9

Sembrava imbattibile il record dei Bulls 1995-96 e invece il famoso 72-10 va in pensione. Gli autori? Ovviamente i Golden State Warriors!

2

Le gare-7 di Finale giocate e vinte da LeBron James in carriera. È stato, inoltre, l’unico a vincerne due con due maglie diverse, Heat nel 2013 e Cavaliers nel 2016.

Due è anche il numero di giocatori – lui e Kareem – ad aver vinto l’MVP delle Finals con due maglie diverse: Heat e Cavaliers per James, Bucks e Lakers per Jabbar.

0

Le squadre capaci di ribaltare una serie di Finale NBA dopo esser stati sotto 3-1. I Cavaliers sono i primi a riuscirci!

2

Le volte in cui una squadra ha recuperato una serie dal 3-1 negli ultimi due turni di Playoffs: prima gli Warriors ai danni dei Thunder e poi i Cavs ai danni degli stessi Warriors. Prima di allora era successo solo 9 volte su 242 nella storia della NBA.

52

Gli anni che la città di Cleveland ha dovuto aspettare prima di poter festeggiare un altro titolo in una dei 4 sport professionistici americani: gli unici a riuscirci prima dei Cavs furono i Cleveland Browns della NFL nel 1964. Era la città che da più tempo aspettava un titolo.

13

Gli anni di differenza tra due partenze in quintetto di un giocatore in una Finale NBA: Richard Jefferson ha giocato l’ultima Finale da titolare nel 2003, prima della partenza da titolare in gara-3 del 2016.

1

Solo LeBron James ha chiuso una serie di Finale al primo posto in tutte le prime 5 principali voci statistiche. In 7 gare, per lui 208 punti, 79 rimbalzi, 62 assist, 16 stoppate e 18 rubate.

3

I titoli NBA e i titoli di MVP delle Finals di LeBron James e Michael Jordan all’età di 31 anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy