La storia delle divise NBA: Northwest Division

La storia delle divise NBA: Northwest Division

OKLAHOMA CITY THUNDER:  2008-2015: Molto breve la storia degli Oklahoma City Thunder, che nascono nel 2008 in seguito al trasferimento della franchigia da Seattle a Oklahoma. L’accordo prevedeva che i Thunder rilevassero dai precedenti Seattle SuperSonics solamente l’intero roster e staff, creando cosi nuove divise e un nuovo logo. Le precedenti divise e il precedente logo rimangono di proprietà di Seattle, con la possibilità di usarli in caso di nuova squadra NBA in futuro. Il colore predominante dei Thunder è il blu, con accenni di arancione, bianco e nero. Divisa casalinga bianca con contorni blu, nome “THUNDER” di colore blu con contorno rosso al centro della maglia, come il numero alle spalle, mentre il nome del giocatore è di colore blu. Divisa esterna completamente blu, con bordi di colore nero e arancione; nome “Oklahoma City” al centro, poco sopra al numero, di colore bianco come il nome e numero alle spalle del giocatore. Nel 2012 aggiunta la “Alternate Jersey” di colore blu scuro, con due linee laterali alla sinistra di colore bianco, dove in mezzo alle due linee si trova la scritta verticale Thunder. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Kevin Durant, Russell Westbrook, James Harden, Serge Ibaka

http://kingsscoop.com
MINNESOTA TIMBERWOLVES: 1989-1995: Il basket professionistico torna a Minneapolis nel 1989 con l’arrivo dei Minnesota Timberwolves. L’inizio non è eccezionale, collezionando stagioni parecchio negative. Blu è il colore scelto dalla franchigia, con accenno di verde nelle divise. Divisa casalinga bianca, con la scritta “WOLVES” al centro, poco sopra il numero, entrambe di colore blu con contorni verdi. Divisa in trasferta di colore blu con scritta al centro di colore verde. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Christian Laettner, Isaiah Rider, Felton Spencer
http://www.rantsports.com
1996-2007: Svolta per i Timberwolves sia a livello sportivo, che a livello di divisa. La scelta di Kevin Garnett e l’arrivo di Laettner, Gugliotta e Marbury rinforza notevolmente la squadra, che raggiunge più volte i playoffs senza mai avanzare oltre il primo turno ad eccezione della stagione 2003-2004. Restyling delle divise e del logo per Minnesota, che presenta una nuova scritta al centro “TIMBERWOLVES” e una tonalità di blu differente. Anche la divisa in trasferta presenta un blu differente con il logo e il numero di colore bianco, al posto del precedente verde; inoltre aggiunti i bordi di colore nero in entrambe le divise. Dalla stagione 1998-99, presente anche la “alternate jersey” di colore nero, con scritta “TIMBERWOLVES” e numero di colore bianco, molto apprezzata dai fans NBA. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Kevin Garnett, Sam Cassell, Stephon Marbury, Christian Laettner, Tom Gugliotta, Wally Szczerbiak
https://blog-blogmediainc.netdna-ssl.com
2008-2015: Divise leggermente più moderne per i Timberwolves. Nelle divise casalinghe torna la scritta “WOLVES”, sempre bianca con scritta e numero di colore blu (per due stagioni presente anche un accenno di colore verde ai bordi, sostituito poi dal nero), mentre per quanto riguarda la divisa usata in trasferta, compare per la prima volta la scritta “MINNESOTA”. Nelle stagioni 2008-2010, è blu con tonalità più chiara oltre ai soliti accenni di verde ai bordi, poi successivamente il blu diventerà più scuro con la forte presenza ai bordi del colore nero. Sullo stesso stile delle altre due divise la “Alternate Jersey” completamente nera con la scritta “WOLVES” al centro. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Ricky Rubio, Kevin Love, Kevin Garnett, Andrew Wiggins
http://estaticos02.marca.com
DENVER NUGGETS: 1976-1981: Nel 1976 i Denver Nuggets decidono di trasferirsi dalla ABA alla NBA. Primi anni non facilissimi per la squadra del Colorado, che nonostante l’ottima squadra non riescono mai ad essere decisiva nei momenti clou della post-season. Divise molto semplici per i primi anni nella lega professionistica, bianca in casa con la scritta “NUGGETS” al centro poco sopra il numero, di colore blu con contorno giallo, mentre per quanto riguarda la divisa in trasferta, il colore principale è blu con la scritta “DENVER” al centro di colore bianco con contorni di colore giallo. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: David Thompson, Bobby Jones
http://www.rantsports.com
1982-1992: Vera e propria rivoluzione dei Denver Nuggets per quanto riguarda il mondo delle divise NBA. Introduzione di un arcobaleno al centro delle divise per i Nuggets, molto colorate e variopinte. Divisa bianca con arcobaleno al centro, dove all’interno è disegnata una montagna caratteristica per rappresentare il Colorado; poco sopra sulla destra il numero di colore giallo come la scritta “NUGGETS” al di sotto dell’arcobaleno; pantaloncino bianco con bordi molto colorati. Divisa in trasferta blu con la stessa tipica caratteristica dell’arcobaleno con la montagna al centro della divisa. Dalla stagione 1985, la divisa in trasferta adotterà un colore blu più chiaro con la scritta del giocatore di colore giallo (mentre per la divisa casalinga sarà di colore blu al posto del giallo). GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Alex English, Fat Lever, T.R. Dunn
http://a.espncdn.com
1993-2002: Ennesimo stravolgimento in casa Denver Nuggets per le divise. Si abbandona l’arcobaleno e la montagna in favore di una divisa più classica, ma con colori differenti. Divisa casalinga bianca con scritta blu “NUGGETS” al centro di colore blu con contorni oro, mentre ai bordi è presente una linea di colore rosso scuro. Divisa in trasferta simile alla casalinga, con colore principale il blu (più scuro), scritta al centro e numero di colore oro (mentre il nome del giocatore è bianco). GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Mahmoud Abdul-Rauf, Antonio McDyess, Dikembe Mutombo, Jalen Rose
https://prohoopshistory.files.wordpress.com
2003-2015: Dalla stagione 2003-2004 si decide di abbandonare il colore rosso e oro, in favore del celeste. Divisa casalinga bianca, con la scritta “NUGGETS” al centro e poco sotto il numero, tutto di colore celeste,bordi anche celesti come così anche sul pantaloncino. Divisa in trasferta identica alla casalinga con la sola differenza dell’inversione del colore bianco e celeste. Alcune “Alternate Jersey” dei Nuggets in questo periodo sono decisamente interessanti, come quella usata nelle stagioni 2005-12 di colore blu più scuro, bordi celesti e la scritta NUGGETS in corsivo poco sopra il numero, entrambe di colore giallo. Per una stagione fa la sua apparizione anche una casacca verde, poco apprezzata, mentre negli ultimi anni è stata riproposta una divisa di colore giallo per ricordare le storiche e bellissime divise degli anni 80, con l’arcobaleno e la montagna al centro della divisa, molto amate dal pubblico NBA. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Marcus Camby, Carmelo Anthony, Chauncey Billups, Danilo Gallinari
http://www.nbaserbia.com
PORTLAND TRAIL BLAZERS: 1970-1977: I Blazers iniziano la loro storia in NBA nella stagione 1970-1971. Squadra molto organizzata e di qualità i Blazers, che raggiungono anche il loro primo e unico titolo NBA nella stagione 1976-1977. Il colore predominante delle divise è il rosso e il bianco. Dal 1970 al 1974 divise con la scritta Portland al centro in corsivo, numero abbastanza grande in basso sulla destra, nome e numero rosso con il resto bianco per la divisa casalinga, viceversa per la divisa usata in trasferta. Dal 1974 al 1977, in contemporanea con l’arrivo di Bill Walton, scompare la scritta in corsivo al centro, in favore della scritta “BLAZERS” in carattere grassetto, con la grande novità del posizionamento verticale sulla parte sinistra della divisa, con a fianco il numero. Restano il rosso e il bianco i colori principali delle divise. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Bill Walton, Lenny Wilkens, Geoff Petrie, Sidney Wicks
http://www.jerseynbastore.com
1978-1990: Restyling per le divise in casa Portland Trail Blazers. Compaiono due linee che tagliano verticalmente la divisa bianca in casa e nera in trasferta (le due linee sono rosse e nere in casa, bianche e rosse in trasferta), al di sopra si trova la scritta “BLAZERS” e il numero di colore rosso per entrambe le divise. Nome e numero del giocatore sono entrambe di colore rosso. Divise molto apprezzate anche per la presenza di giocatori notevoli, uno su tutti, Clyde Drexler. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Bill Walton, Maurice Lucas, Jim Paxson, Clyde Drexler, Lionel Hollins, Kiki Vandeweghe
http://blacksportsonline.com
1991-2015: Divise praticamente quasi simili tra loro durante questo arco di tempo, con la differenza di alcune modifiche e modernizzazioni nel corso degli anni. Sempre presente la tipica linea divisoria al centro della maglia di colore nero e rossa per la divisa casalinga, mentre è di colore bianca e nera per quella in trasferta. Scritta modernizzata con un maiuscolo grassetto a sostituire il corsivo precedente; Colore principale è il bianco per la maglia usata in casa, con la scritta e il nome e numero di colore nero, mentre l’altra è nera con nome e numero di colore bianco. Piccola differenza, la scritta PORTLAND a sostituire BLAZERS dal 2006 in poi per la divisa in trasferta. Dal 2002 in poi compaiono anche alcune “Alternate Jersey” molto interessanti. Dal 2002 al 2011 divisa rossa come le altre due già presenti con la linea al centro e la scritta Blazers. Questa sarà modificata dalla stagione 2011-12, con la scritta PORTLAND nera al posto della precedente BLAZERS bianca. Inoltre viene indossata una divisa completamente bianca, con la scritta rosso-nera “RIP CITY”, soprannome della città di Portland, con numero e nome del giocatore di colore nero e bordi rosso-neri nella parte superiore e bianchi nella parte inferiore. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Clyde Drexler,  Arvydas Sabonis, Scottie Pippen, LaMarcus Aldridge, Brandon Roy, Damian Lillard
http://serve.cdnzoom.com
UTAH JAZZ: 1979-1995: Nel 1979 arriva a Salt Lake City da New Orleans, la franchigia professionistica che prenderà il nome degli Utah Jazz. Divisa casalinga completamente bianca con la scritta Jazz al centro di colore viola, come il nome e numero del giocatore (dal 1984-85 aggiunta la piccola scritta UTAH sopra JAZZ). Divisa in trasferta con lo stesso layout, verde con scritta gialla fino alla stagione 1983-84, poi viola con scritta gialla (sempre con l’aggiunta della scritta Utah sopra Jazz). GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Mark Eaton, Karl Malone, John Stockton, Adrian Dantley
http://sportige.com
1996-2003: Nuove divise per i Jazz. La grande novità è la presenza della montagna al centro della divisa, poco sopra la scritta “JAZZ”. Bianca con la scritta blu in casa, blu (vicino al viola) con la scritta celeste e bianca per la divisa in trasferta.  Fa la sua apparizione la prima “alternate jersey” della storia degli Utah Jazz, di colore nero con la scritta Jazz al centro bianca; contorni di colore rosso chiaro presenti sia sulla maglia che sul pantaloncino. Divisa storica per i Jazz, simbolo degli anni d’oro della coppia Stockton & Malone. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Karl Malone, John Stockton, Jeff Hornacek
https://nowthatsthunderbasketball.files.wordpress.com
2004-2015: Dal 2004 al 2009 divisa molto semplice per gli Utah Jazz. Si abbandona la divisa con la montagna, in favore di un divisa classica con il predominio del colore blu scuro. Bianca con la scritta Jazz di colore blu, come il nome e numero per la divisa casalinga, mentre per la divisa usata lontano da Salt Lake City è presente il blu scuro con la scritta UTAH al centro di colore celeste (bianco solamente il nome del giocatore). “Alternate Jersey” di colore celeste con il nome e numero di tonalità blu scuro. Dalla stagione 2010-11 è presente un nuovo logo nella divisa degli Utah Jazz, più classico con richiamo al passato della franchigia; anche la tonalità di blu è differente, più scura in confronto alla precedente. La divisa in trasferta è blu scura, con la scritta JAZZ bianca e il numero di colore giallo. “Alternate Jersey” completamente verde con il nome Jazz sempre in bianco e il numero giallo come la divisa usata in trasferta. GIOCATORI PIU’ RILEVANTI AD INDOSSARLA: Andrej Kirilenko, Carlos Boozer, Deron Williams, Trey Burke
http://saltcityhoops.com
Per chi si fosse perso le prime tre puntate: La storia delle divise: Central Division La storia delle divise: Atlantic Division La storia delle divise: Southeast Division    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy