LaMarcus Aldridge ha detto di esser stato scontento con gli Spurs

LaMarcus Aldridge ha detto di esser stato scontento con gli Spurs

Le parole del lungo ex Blazers.

Commenta per primo!

LaMarcus Aldridge ha parlato recentemente con Gregg Popovich e ha ammesso di aver avuto dei problemi a capire il suo ruolo all’interno della squadra. Compreso il non inserimento in attacco, in quanto, a volte, si vedeva estromesso dai giochi dei suoi compagni.

“Quest’anno io, Pau e gli altri lunghi correremo di più, per arrivare il prima possibile in post ed essere serviti”, ha detto lo stesso Aldridge a ESPN. “La scorsa stagione non funzionava proprio così, perché il post non lo usavamo molto. Probabilmente la colpa era di entrambi – mia e della squadra – perché io non correvo bene lungo il campo, ma i miei compagni non mi guardavano. Tuttavia quest’anno abbiamo capito entrambi dove sbagliavamo e quindi giocherò ancora più intensamente per essere più pericoloso in post”. Dopo aver parlato con il suo coach, comunque, le cose sembrano essersi sistemate, in attesa di vedere la squadra all’opera in campionato.

Il giocatore texano ha un altro anno di contratto, dopodiché se a San Antonio continua a non funzionare può decidere se esercitare o meno la player option per diventare eventualmente unrestricted free agent e sondare il mercato. Se i problemi persistono, e solo in questo caso, è possibile che gli Spurs provino a scambiarlo entro la trade deadline di febbraio per evitare che poi lo perdano per nulla a fine stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy