Le 10 statistiche che forse non sai su Kobe Bryant

Le 10 statistiche che forse non sai su Kobe Bryant

Ormai ci siamo, la carriera di una leggenda della pallacanestro sta per terminare. Quindi, abbiamo deciso di ricordare questo immenso campione attraverso i numeri, ma non quelli che bene o male tutti conoscono, bensì quelli che magari pochi sanno.

“And now, the end is near
And so I face the final curtain”

Così inizia la magica My Way di The Voice, Frank Sinatra. Tale incipit sembra calzare a pennello per la giornata odierna, l’ultima da giocatore di pallacanestro di Kobe Bryant. Tanto si è detto e tanto si è scritto su questa leggenda della palla a spicchi nel corso della sua strabiliante carriera, ma ora la fine si è avvicina e il Black Mamba si prepara ad esibirsi sull’ultimo palcoscenico, quello di casa suo, lo Staples Centre di Los Angeles.
Tutti noi amanti della pallacanestro abbiamo un ricordo particolare legato a Kobe, anche se per alcuni non è stato l’idolo indiscusso, tutti dobbiamo qualcosa a questo grande campione che ha dedicato così tanta passione e amore allo sport che amiamo.

blog.thecube.com

Ci sono vari aneddoti che descrivono chi è stato e chi è Kobe Bryant, così come ci sono moltissime statistiche che testimoniano quanto egli sia stato importante per il basket degli ultimi 20 anni, pensiamo agli anelli vinti, ai canestri realizzati ecc… Molti però non conoscono altri lati del Kobe giocatore, lati magari meno famosi, lati che vengono alla luce se consideriamo altre statistiche, sconosciute ai più.
Ecco dunque le 10 statistiche che pochi conoscono sul Black Mamba:

66% è la più alta percentuale che un giocatore abbia mai realizzato in relazione al fatturato della propria squadra in una singola partita. Kobe, il 22 Gennaio 2006, contro i Toronto Raptors ha messo a referto il 66% dei punti della sua squadra e ha segnato il 36% dei punti della partita, mai nessuno nella storia NBA ha mai fatto una cosa simile.

le decadi in cui il Black Mamba è sceso in campo indossando la stessa casacca, quella dei suoi amati Lakers. Nessuno ha mai giocato così tante stagioni (20) per la stessa franchigia. Inoltre, è curioso notare come questo ventennio di carriera sia stato vissuto indossando due diversi numeri, l’8 e il 24, un decennio ciascuno.

83% la percentuale in carriera al tiro libero. Il Black Mamba è 84esimo nella classifica All-time, sopra a Bill Laimbeer (non proprio un giocatore memorabile), nonostante sia terzo per tiri liberi realizzati e quinto per quelli tentati.

www.zimbio.com

4,77 gli assist smazzati a partita da parte di Kobe. Noto per essere un giocatore egoista, soprattutto nella parte iniziale della sua carriera, tale cifra lo colloca al 184esimo post per assist totali nella storia dell’NBA. Sicuramente, con il passare degli anni, il n°24 gialloviola ha imparato a riporre più fiducia nei propri compagni e il suo gioco ne ha beneficiato.

11 sono le volte in cui è stato selezionato nel primo quintetto All-NBA a fine stagione. L’unico ad essere riuscito in tale impresa? Michael Jordan? No, il postino Karl Malone.

9 sono le volte in cui Kobe ha fatto parte del primo quintetto difensivo All-NBA, un dato curioso per uno che (a volte) è stato tacciato di scarso impegno difensivo per poter conservare energie necessarie nell’altra metà campo. Gli altri giocatori riusciti ad essere selezionati 9 volte nel primo quintetto difensivo sono stati Kevin Garnett, Gary Payton e Michael Jordan.

i titoli di miglior realizzatore del campionato vinti in carriera da Kobe Bryant. Un numero che stona vista la grandezza del realizzatore in questione e, soprattutto, tenendo conto della sua posizione nella classifica dei migliori realizzatori All-time. Il Black Mamba è stato il capocannoniere della Lega per due stagioni consecutive, tra 2006 e 2007. Basti pensare che Allen Iverson, George Gervin e Kevin Durant hanno vinto 4 volte tale trofeo personale.

www.foxsports.com

134 sono le partite in cui Kobe ha realizzato 40 o più punti. Non c’è squadra NBA che non abbia subito almeno un quarantello di Bryant (gli Orlando Magic gliene hanno concessi “solo” 41). Sul totale delle partite giocate dal 24 gialloviola, quelle in cui egli ha messo a referto più di 40 punti sono state circa il 10.3%… allucinante vero?

33 le volte in cui è stato eletto Giocatore della Settimana NBA. Ciò corrisponde più o meno ad una stagione intera.

sono i premi di Miglior Giocatore dell’All-star Game vinti dal Black Mamba. Tale cifra lo rende, assieme a Bob Pettit, il giocatore che ha alzato più volte tale trofeo in carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy