Luol Deng crea spazio per il sogno Durant

Luol Deng crea spazio per il sogno Durant

Dopo il taglio del giocatore britannico, i Lakers sono pronti all’assalto: nel 2019 KD35 potrebbe lasciare Golden State, ma non la California

di Raffaele Guerini

Quest’estate i Los Angeles Lakers sono riusciti a portare in squadra non solo il free agent più ambito dell’anno, forse il miglior giocatore della NBA. Tuttavia, come l’avventura in maglia Cavs ha dimostrato, nemmeno James da solo può sconfiggere la corazzata Warriors: ha bisogno di una spalla come lo era stato Kyrie Irving. In questo senso possiamo capire il taglio di Luol Deng da parte della dirigenza: il giocatore, ai margini del progetto gialloviola ormai da tempo, libera spazio importante per l’eventuale firma di una star il prossimo anno. Come?

Deng aveva, al 31 di agosto, un contratto garantito per altri due anni a 36.8$ milioni: una cifra esorbitante. Con l’accordo waive-and-stretch, i Lakers sono riusciti a portare questa cifra a 29$ milioni, spalmabili su due anni: il prossimo anno, Deng figurerà a libro paga per circa 14$ milioni, mentre i restanti 15 saranno spalmati su tre stagioni fino al 2021-22 (5$ milioni a stagione).

Secondo questi calcoli, i Lakers durante la prossima free-agency potranno godere di 38.2$ milioni da spendere in contratti: non sorprende che proprio quello di Kevin Durant si aggiri sui 38$ milioni. Il roster losangelino sarebbe inoltre così composto: James, Ball, Ingram, Kuzma, Josh Hart, Moritz Wagner, Svi Mykhailiuk, Isaac Bonga. Come possiamo notare i Lakers dovrebbero rinunciare a tutti i propri free agent: unire Durant e un’eventuale scelta al draft a questa squadra, tuttavia, permetterebbe a Los Angeles (crescita dei giovani permettendo) di diventare una seria competitor per il titolo NBA.

Ad ogni modo, Durant potrebbe decidere di non lasciare Golden State: i Lakers non resterebbero comunque a mani vuote. Altri free agent 2019 includono Kahwi Leonard, Klay Thompson, DeMarcus Cousins, Jimmy Butler, Kemba Walker e Kyrie Irving, i cui stipendi massimi si aggirano sui 33$ milioni. Qualora fosse uno di questi giocatori a spuntarla, ai Lakers resterebbero 5 milioni da poter spendere per pareggiare il nuovo salary cap (fissato a 109$ milioni la prossima stagione).

Il sogno, comunque, si chiama KD35: una squadra che potesse schierare James e Durant nello stesso quintetto creerebbe non pochi problemi alle altre franchigie della lega. Da qui ad un anno le cose possono cambiare in fretta, ma è giusto che i tifosi dei Lakers sognino il massimo per la propria squadra: ad Hollywood il lieto fine è all’ordine del giorno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy