NBA: 10 Bold Predictions per la stagione 2016/2017

NBA: 10 Bold Predictions per la stagione 2016/2017

La stagione 2016/2017 si preannuncia entusiasmante ma potrebbero non mancare le sorprese…

Commenta per primo!

Ad inizio stagione è difficile fare previsioni. Warriors e Cavs sembrano essere di nuovo le grandi favorite per distacco rispetto agli avversari ed una terza finale consecutiva tra di loro è molto probabile, Curry nonostante l’arrivo di Durant resta in corsa al titolo di MVP e difficilmente vedremo sorridere la Los Angeles gialloviola. Detto ciò, perché non azzardare qualche pronostico più improbabile?

  • Golden State Warriors a secco 

I ragazzi di Steve Kerr compongono uno dei roster più forti della storia del gioco e l’arrivo di Durant non può che pesare come un macigno sulle aspettative di titolo. Che la pressione possa giocare un brutto scherzo a Curry e compagni, già reduci da una cocente sconfitta nelle scorse Finals?
Staremo a vedere, intanto noi azzardiamo che Golden State non riuscirà a superare il record dello scorso anno e soprattutto che non vedrà giungere il titolo NBA e quello di MVP nella Bahia.

  • Westbrook supera Bryant

Premessa: qui la spariamo grossa, ma grossa davvero. Russell Westbrook dopo l’addio di Durant gestirà ancora più possessi di quanto già non facesse ed in una partita punto a punto, magari con un paio di supplementari a dargli una mano, supererà gli 81 punti segnati da Kobe Bryant ai Toronto Raptors.

NBA.com
  • Ray Allen tornerà in campo con i Chicago Bulls

Il miglior tiratore della storia NBA non si è ancora ritirato e quest’anno potrebbe essere l’ultimo per tornare a calcare il parquet, soprattutto considerate le 41 primavere alle spalle.
Dove? Difficile dirlo oggi ma ai Chicago Bulls serve quasi disperatamente un tiratore affidabile dal perimetro, soprattutto in caso di Playoffs, e Candyman sembra fare al caso loro.
Ad aprile rivedrete He Got Game, statene certi (o quasi).

  • Utah Jazz tra le prime 4 ad Ovest

I Playoffs mancano già da quattro anni a Salt Lake City e questo sarà l’anno buono per ricominciare ad assaporare quell’atmosfera. Warriors, Spurs e Clippers saranno quasi sicuramente tra le prime quattro, chi avrà insieme a loro il fattore campo al primo turno? Noi diciamo Utah Jazz con Rudy Gobert che si accaparrerà il premio di difensore dell’anno.

  • Un Gallo all’All-Star Game

Più che un pronostico, è una speranza. Danilo Gallinari è la stella di Denver e, augurandogli una buona forma fisica, potrebbe mettere insieme dei numeri davvero importanti, numeri da stella NBA.
Quest’anno ce la farà, sarà convocato per l’All-Star Game, però non prima di sorbirci nuovamente la sfilza di post vari con scritto #DaniloGallinariNBAVote.
Poi ci sarà l’Europeo, ma per scaramanzia non ci pronunciamo…

zimbio.com
  • Chris Bosh ai Cleveland Cavaliers

Per motivi di salute difficilmente vedremo in campo Bosh quest’anno. Se con i Miami Heat appare ormai impossibile proseguire il rapporto, non per forza le altre franchigie non ci faranno un pensierino, magari per l’inizio della post season.
Il rapporto con LeBron James potrebbe influire molto nella scelta ed il Prescelto potrebbe volere il suo compagno di mille battaglie al suo fianco per sconfiggere nuovamente i Warriors.
Anche questa è una speranza: in bocca al lupo Chris!

  • Kevin Love e LaMarcus Aldridge via entro febbraio

L’ala dei Cavs non si è mai inserita alla perfezione e le voci di corridoio spingono Aldridge lontano dai San Antonio Spurs, magari per puntellare e ringiovanire un backcourt non più brillante.
Tutti e due cambieranno canotta entro febbraio dunque, per indossare quale però non lo sappiamo neanche noi.

  • New York Knicks fuori dai Playoffs

Di nuovo? Sì. La Grande Mela guarderà di nuovo i Playoffs in TV e Rose, Noah e Anthony penseranno al fatto che forse nel 2010 insieme avrebbero anche potuto raggiungere le Finals.
Scherzi a parte, le condizioni di Rose sono sempre precarie ed amalgamare quest’insieme di giocatori non sarà affatto semplice, almeno per quest’anno.
Non temete tifosi dei Knicks, qualche vittoria in più arriverà comunque.

DUNK360.com
  • Indiana Pacers secondi nella Eastern Conference

La sfida tra gli Indiana Pacers e LeBron James per il trono della Eastern Conference sta tornando. Nonostante Celtics e Raptors sembrano avere qualche chance in più rispetto a George e compagni, in regular season la seconda piazza se la aggiudicherà Indianapolis.
La franchigia guidata da Larry Bird si è rinforzata e non poco, disputerà un’ottima stagione ma non raggiungerà le finali di Conference nonostante il fattore campo.

  • Titolo di MVP ad una outsider della Western Conference

A Golden State ci sono troppe bocche di fuoco per poter vincere il titolo di MVP e LeBron James giocherà in pantofole in vista dei Playoffs.
A chi andrà il titolo di MVP? Noi ci sentiamo di dire che lo vincerà un giocatore di una outsider, magari dopo averla trascinata ai Playoffs con i denti e con le unghia.
Se sarà Damian Lillard, Anthony Davis, Russell Westbrook, Karl-Anthony Towns o James Harden sceglietelo voi.

Per concludere, una Bold Prediction extra:

Kevin Garnett, Tim Duncan e Kobe Bryant non ci mancheranno.
Scherziamo, questo è davvero impossibile…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy