NBA Finals: le tre chiavi di Gara-1

I Golden State Warriors sono alla quarta vittoria consecutiva, i Cavs invece si trovano sotto per la prima volta in questi Playoffs.

I Golden State Warriors si aggiudicano il primo match delle Finals NBA battendo i Cleveland Cavaliers per 104-89.
Nonostante la partita sia rimasta in equilibrio per quasi tutti i 48 minuti, tre dati saltano prevalentemente all’occhio:

1 – Turnovers

LeBron e compagni recuperano appena 7 palle ma soprattutto ne perdono ben 17. I ‘Big Three’ fanno registrare 11 turnovers, due in più della squadra allenata da Steve Kerr che chiude con un buon 9-9.

2 – Percentuali al tiro

I Cavs erano arrivati alle Finals con il 48% dal campo ed un sontuoso 43% dal perimetro, ma in gara-1 scendono ad un 38%+33% che lascia un po’ a desiderare. I Warriors non brillano particolarmente dall’arco ma colpiscono con un buon 49.4% dal campo, dimostrando una maggiore fluidità offensiva.
Gara-1 spesso inganna, ma i Cavs devono cambiare marcia anche offensivamente.

3 – Panchina

Ultima chiave, ma non per importanza, è quella relativa all’apporto della panchina.
Livingston, Iguodala e Barbosa chiudono tutti e tre in doppia cifra, con il primo che raggiunge addirittura quota 20.
Il totale tra le panchine è di 45-10: passivo troppo pesante per sperare di vincere una partita.

La storia ci insegna che gara-1 spesso può illudere, e questi Playoffs lo dimostrano ulteriormente. LeBron James e compagni però devono abituarsi in fretta ad attutire i colpi dei Warriors, prima che sia troppo tardi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy