NBA, i voti al mercato: Southwest Division

NBA, i voti al mercato: Southwest Division

  SAN ANTONIO SPURS

www.nba24.it
Miglior mossa: Firmare LaMarcus Aldridge Peggior mossa: Perdere Marco Belinelli sul mercato dei free agent La calda estate degli Spurs è iniziata con i dubbi sul rinnovo di Manu Ginobili e Tim Duncan. Entrambi però hanno deciso di non appendere le scarpette al chiodo per poter tentare per l’ultima volta l’assalto al campionato NBA. E’ stato firmato LaMarcus Aldridge il quale, dopo aver flirtato con mezza NBA, ha deciso di aggiungersi alla compagine guidata da coach Gregg Popovich.Si sono formate così di nuovo le Twin Towers in quel dell’Alamo e promettono grandi cose nel corso della stagione entrante. Ovviamente si sono dovuti fare dei sacrifici per arrivare all’ala texana ex Blazers, come ad esempio il sacrificio di Thiago Splitter, spedito ad Atlanta, oppure la perdita di Corey Joseph sul mercato dei free agent. Tuttavia la mossa che potrebbe rivelarsi più deleteria per gli speroni è la perdita di Belinelli sul mercato dei free agent. Non avendo più la garanzia che dava il Beli, il secondo quintetto degli Spurs pare aver un vuoto nello spot di guardia che Fredette e McCallum non sembrano poter colmare. Per il resto il roster è stato puntellato con l’arrivo di Marjanovic e soprattutto David West, così da formare un back court degno di nota. Voto: A-   DALLAS MAVERICKS
www.dallasnews.com
Miglior mossa: Wesley Matthews sotto contratto per 4 anni a 70 milioni Peggior mossa: Non rinnovare il contratto di Tyson Chandler La delusione per il mancato arrivo di DeAndre Jordan ancora si fa sentire e Mark Cuban continua a parlarne come fosse un’ossessione. Certo che l’arrivo del gigante dei Clippers avrebbe fatto molto comodo a una squadra che è molto povera sotto le plance (Dirk escluso ovviamente). La perdita di Tyson Chandler non è stata accompagnata da un arrivo eccellente nella posizione di centro. Si è deciso di puntare sulla scommessa JaVale McGee, reduce dall’esperienza cinese e sull’usato sicuro ma tutt’altro che entusiasmante Zaza Pachulia. L’arrivo di Wes Matthews e quello di Deron Williams sono invece due ottime mosse, soprattutto la prima garantisce un rendimento costante durante tutta la stagione, mentre la seconda mossa pare più che altro una scommessa sul rilancio di un giocatore ormai lontano parente di quello ammirato nello Utah. Il mancato rinnovo di Monta Ellis potrebbe rivelarsi un passo falso della dirigenza dei Mavs, ma Matthews garantisce continuità e solidità in quel ruolo. Molte scommesse in quel di Dallas, vedremo se pagheranno bene. Voto: C-   HOUSTON ROCKETS
rockets.clutchfans.net
Miglior mossa: L’aggiunta di Ty Lawson Peggior mossa: La mancata rifirma di Smith e Prigioni I Rockets hanno deciso di puntellare il roster con acquisti mirati come Marcus Thornton e Ty Lawson ed è proprio la firma di quest’ultima la mossa migliore del mercato di Houston. Mancava da troppo tempo un playmaker alla corte di McHale e il povero Baverly non ha nelle sue corde le tipiche abilità che un playmaker titolare di una squadra che punta al titolo deve avere. Bisogna però vedere come sfrutterà Lawson l’opportunità di giocare in un team che vuole arrivare il più in là possibile ai playoff. La scelta di non rinnovare il contratto a Prigioni e a Smith in questo senso potrebbe rivelarsi una brutta mossa di mercato perchè il primo garantiva esperienza, mentre il secondo una buona dose di puti e rimbalzi, il che fa comodo ad ogni squadra. Occhio che Sam Dekker e Montrezl Harrell potrebbero essere due importanti steal of the draft. Voto: B   MEMPHIS GRIZZLIES
www.marca.com
Miglior mossa: Firma di Brendan Wright   Peggior mossa: Kosta Koufos non rifirmato La telenovela Gasol ha tenuto banco a Memphis per quasi tutta l’estate, ma la sua conclusione era conosciuta da quasi tutto il globo terrestre. Il nucleo storico del gruppo è stato mantenuto intatto e ad esso sono stati aggiunti giocatori dal sicuro rendimento come Matt Barnes e Brendan Wright. Quest’ultimo potrebbe esplodere definitivamente come cambio di Randolph, il quale non sarà disponibile per tutte le partite della stagione visti i limiti anagrafici. Ryan Hollins è stato firmato a molto poco, ma difficilmente sarà in grado di dare un buon contributo alla causa come faceva Koufos, sbarcato a Sacramento per dare il cambio ad un altro centro sfavillante: DeMarcus Cousins. Per il resto, dal Draft è giunto in Tennessee Andrew Harrison, un giocatore tutto da valutare tra i pro. Voto: C+   NEW ORLEANS PELICANS
www.vavel.com
Miglior mossa: Alonzo Gee guardia di riserva Peggior mossa: Non risolta la questione della panchina poco profonda Estate tranquilla nella calda Lousiana. La dirigenza sta cercando di costruire una squadra quantomeno rispettabile attorno ad Anthony Davis, nel tentativo di farlo desistere dall’abbandonare la franchigia quando sarà free agent. La panchina resta un tasto dolente per i Pelicans, l’arrivo di Alonzo Gee garantisce qualcosa di buono in questo senso, ma nulla di speciale, mentre l’approdo di Chris Douglas-Roberts e Kendrick Perkins non sembrano poter essere particolarmente rilevanti. Tutto sommato manca ancora molto per poter competere nell’agguerritissima Western Conference. Il cartello di lavori in corso è ancora appeso a New Orleans. Voto: D

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy