NBA: il mercato entra nel vivo

NBA: il mercato entra nel vivo

Commenta per primo!

La corsa all’anello è terminata e ha visto vincitori i Dallas di Dirk Nowitzki ai danni dei Big 3, battuti nella serie 4-2. Ora a “bocce ferme”, le franchigie iniziano a muoversi per mettere su una squadra in linea con le aspettative di sponsor e tifosi.

Notizia importante è quella che riguarda Dwight Howard: il giocatore dei Magics sotto contratto per la prossima stagione, ha rifiutato il rinnovo propostogli per le prossime due stagioni, dichiarando però di voler restare ad Orlando, dove ha una grande casa e dove sta crescendo suo figlio.

“Superman” però ha anche aggiunto che vuole una squadra pronta a lottare per l’anello, perchè da quando gioca nella NBA il suo sogno è sempre stato quello e vuole coronarlo. Il giocatore preferisce quindi rivalutare l’offerta alla fine del prossimo campionato, aspettando di vedere tutte le ipotesi che gli si prospetteranno.

Il principale obiettivo dei Miami Heat per la prossima stagione è quello di accaparrarsi il free agent Samuel Dalembert. Se il salario dei giocatori di livello medio sarà intorno ai 5.8 milioni all’anno, ci sarà la possibilità di prendere un buon pivot e quindi diminuire la responsabilità di Joel Anthony, che renderà di più da cambio, e non dipendere più nel finale di stagione da giocatori come Ilgauskas, Dampier e Magloire.

Bill McCandless, agente di Mickael Pietrus, ha dichiarato che l’ala francese ha scelto di accettare di giocare per i Suns la prossima stagione per 5.3 milioni di dollari. Pietrus ha chiuso con una media di 7.2 punti e 2.2 rimbalzi nella sua ottava stagione NBA, passata tra i Magic e da dicembre ai Suns, dopo lo scambio che vedeva Turkoglu passare ai Magic.

L’intenzione dei New York Kniks di trovare una guardia realizzatrice ha fatto si che i loro occhi fossero puntanti su Bonzi Wells. A 34 anni, Wells ha passato le ultime 2 stagioni lontane dalla NBA, giocando in Cina e in Portorico. Il giocatore si è allenato recentemente qualche volta con i Knicks e la sua condizione fisica è apparsa buona e sembra in grado di tornare a calcare i campi della NBA.

Nate Robinson è stato in carcere il passato fine settimana per aver urinato in pubblico: il playmaker dei Thunder ha dovuto pagare una multa di 100 dollari e si dovrà presentare davanti al giudice il prossimo 22 giugno.

I Sixers, invece,  proporranno le loro “qualyfing offers” entro il 30 giugno a Thaddeus Young e Spencer Hawes.

Riguardo alla composizione degli staff, i Bobcats hanno annunciato ieri Rich Cho come nuovo general manager, che andrà a prendere il posto di Rod Higgins, che diventa vicepresidente delle operazioni della franchigia. Cho avrà il compito di rinnovare i contratti, di occuparsi delle relazioni con lo staff tecnico della squadra e di cercare di costruire una squadra che rientri nel Salary Cap.

Per quanto riguarda la panchina dei Pistons, la società di Detroit ha chiesto al presidente delle operazioni di Dallas il permesso di avere un incontro con l’assistente della squadra Dwayne Casey. Precedentemente si erano già messi in contatto con Mike Woodson, con l’assistente dei Bucks Sampson, con quello dei Celtics Frank e quello dei Timberwolves Laimbeer. Villanueva e Wallace, giocatori sotto contratto con la franchigia, hanno espresso il desiderio di volere un allenatore che si relazioni con i suoi giocatori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy