Nba lockout: accordo sempre più lontano

Nba lockout: accordo sempre più lontano

Commenta per primo!

Le parole del direttore esecutivo dell’associazione dei giocatori NBA, suonano davvero come un campanello d’allarme di una distanza insanabile nei confronti dell’associazione dei proprietari delle varie franchigie.

Secondo Hunter, le possibilità che la stagione Nba 2011-2012 si disputi sono ridotte al lumicino, sopratutto per via della linea dura imposta dal gruppo dei proprietari.

Ad oggi, le parole di Hunter corrispondono effettivamente alla realtà: c’è una distanza di 800 milioni di dollari per anno tra le due proposte e l’ultimo tavolo a cui si sono seduti i vari rappresentanti di entrambe le parti ha, di fatto, confermato la situazione che si era verificata nel giorno in cui il lockout è iniziato, ovvero lo scorso primo luglio. In pratica, in un mese non è cambiato assolutamente nulla e le parti rimangono lontanissime.

Come se non bastasse, l’associazione ha incoraggiato i giocatori a valutare tutte le possibilità e tutti i contratti che vengono loro offerti anche da squadre europee, piuttosto che cercare di venire incontro alle richieste economiche dei proprietari: la speranza è quella che il gruppo dei cosiddetti “owners” potrebbe offrire delle migliori proposte nel caso in cui ci fosse un folto drappello di giocatori Nba a valutare altre opzioni rispetto alla stagione Nba 2011-2012.

Ricordiamo che i proprietari dei club del più importante campionato di basket al mondo, intendono apportare significativi cambiamenti alla struttura dei contratti e dei salari nella lega, pretendendo i 300 milioni di dollari di perdite dell’ultima stagione e tutte quelle relative al precedente contratto collettivo.

Da parte loro, anche i giocatori hanno riconosciuto le perdite, ma si sono irrigiditi di fronte alla spinta della lega che vuole adottare un contratto collettivo caratterizzato da salary cap meno flessibili, riduzione degli stipendi e della massima estensione dei contratti.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy