NBA Mock Draft Inside – Road To 2015 Draft

NBA Mock Draft Inside – Road To 2015 Draft

Commenta per primo!

Come ogni anno, andiamo a scoprire come potrebbero comportarsi le 30 franchigie NBA durante il Draft NBA (che si svolgerà nella notte tra il 25 ed il 26 Giugno a partire dall’1) con l’NBA Mock Draft Inside 2015.

AGGIORNATO AL 25/6

1. Minnesota Timberwolves – Karl-Anthony Towns
Centro | Kentucky Wildcats | Freshman

Altezza: 211 cm
Peso: 112 kg
DOB: 15/11/1995

In seguito ad un workout molto soddisfacente per la dirigenza dei lupi, Towns dovrebbe essersi guadagnato la prima chiamata assoluta. I Timberwolves vogliono assicurarsi il miglior core disponibile, e con prospetti del calibro di Andrew Wiggins (già rookie dell’anno nella passata stagione) e Zach LaVine già nel Minnesota, ecco che l’aggiunta di un lungo in grado di garantire spaziature e protezione del ferro darebbe una svolta decisiva al processo di ricostruzione intrapreso dalla franchigia. Il dominicano si è preso la prima posizione con un Torneo NCAA di alto livello, nel quale ha mostrato progressi notevoli anche nel gioco spalle a canestro, scavalcando così la concorrenza di Jahlil Okafor, a lungo obbiettivo di Flip Saunders.

 

2. Los Angeles Lakers – Jahlil Okafor
Centro | Duke Blue Devils | Freshman

Altezza: 210 cm
Peso: 123 kg
DOB: 15/12/1995

Los Angeles potrebbe anche virare su una combo guard come D’Angelo Russell per garantire un degno erede all’oramai 37enne Kobe Bryant, ma con Jahlil Okafor ancora disponibile alla seconda chiamata è molto probabile che i lacustri decidano di selezionare l’ex Duke (nonché cugino di Emeka Okafor, seconda scelta assoluta nel 2004) e dunque porre la prima pietra per risalire la china. In California si attende una presenza in post basso dai tempi di Pau Gasol, e tutta la tecnica offensiva di Okafor dovrebbe decisamente valere le sue lacune difensive e atletiche.

 

3. Philadelphia 76ers – D’Angelo Russell
Playmaker | Ohio State Buckeyes | Freshman

Altezza: 195 cm
Peso: 87 kg
DOB: 23/2/1996

Ciò che indubbiamente manca ai Sixers dopo le aggiunte di Embiid e Noel durante gli ultimi due Draft è un realizzatore in grado di sobbarcarsi una buona fetta dell’attacco, e la capacità di creare per se e per gli altri di Russell non ha pari in questo Draft. I dubbi sulla tenuta difensiva dell’ex Buckeye non dovrebbero rappresentare un grosso dilemma per Brett Brown, con il frontcourt a intimidire qualsiasi scorribanda avversaria nel pitturato. Con la carenza di alternative oltre all’infortunato Tony Wroten, per Philadelphia la scelta si fa quasi obbligata, con Porzingis che rimane comunque una valida alternativa date le recenti complicazioni fisiche per Joel Embiid.

 

4. New York Knicks – Kristaps Porzingis
Ala Grande | Sevilla | INTL.

Altezza: 213 cm
Peso: 100 kg
DOB: 2/8/1995

Il lettone ha stupito tutti grazie a dei workouts nei quali ha mostrato tutta la sua verticalità ed il suo jump-shot. Secondo numerose indiscrezioni inoltre, i Knicks sarebbero davvero estasiati dal poter aggiungere a roster un talento sì grezzo ma con tutti i requisiti necessari per integrarsi con effetto immediato nella filosofia di gioco richiesta da Phil Jackson. Non vanno escluse possibili trade, con New York molto interessata a scendere di posizioni per cercare di ottenere il massimo possibile da questa scelta.

 

5. Orlando Magic – Mario Hezonja
Guardia | Barcelona | INTL.

Altezza: 202 cm
Peso: 95 kg
DOB: 25/2/1995

Dopo aver donato un’identità alla squadra con gli innesti di Elfrid Payton e Aaron Gordon durante l’ultimo Draft, i Magic sperano ora di poter annoverare un giocatore capace di far canestro con una certa costanza. Hezonja rimane un po’ l’oggetto del mistero di questa Lottery, senza nessun workout svolto a causa della concomitanza con la fase finale della Liga ACB che lo vede impegnato col suo Barcelona. Grazie alla perfetta combinazione tra stazza e doti atletiche l’adattamento dal punto di vista fisico non dovrebbe risultare troppo problematico per un ragazzo che ha già conquistato numerosi scouts con sfacciataggine e canestri pesanti.

 

6. Sacramento Kings – Justise Winslow
Ala Piccola | Duke Blue Devils | Freshman

Altezza: 199 cm
Peso: 100 kg
DOB: 26/3/1996

Con i Kings nel bel mezzo di una bufera che vorrebbe uno tra George Karl e DeMarcus Cousins lontano da Sacramento, un giocatore dal sicuro affidamento come Justise Winslow farebbe decisamente comodo per una squadra in perenne rifondazione. L’ala da Duke è capace di coprire due posizioni molto delicate per i neroviola, con lo spot di guardia che rischia di dover salutare uno tra Nik Stauskas e Ben McLemore mentre dietro a Rudy Gay manca un ricambio di spessore.

 

7. Denver Nuggets – Emmanuel Mudiay
Playmaker | Guangdong Tigers | INTL.

Altezza: 195 cm
Peso: 91 kg
DOB: 5/3/1996

Mudiay a questo punto del Draft potrebbe rivelarsi una scelta da compiere senza troppe esitazioni, con i mesi trascorsi in Cina in seguito alla scelta di non andare a Southern Metodist che hanno di fatto confermato ciò che in molti si aspettavano da giovane congolese: ottimo atleta con grandi doti da passatore e difensore, ma un tiro ancora troppo poco affidabile per renderlo una vera minaccia dal pick ‘n’ roll. Nonostante l’arrivo di un coach molto più ragionatore come Michael Malone, i Nuggets dovrebbero comunque mantenere lo storico ritmo infernale che da sempre li caratterizza, e Mudiay potrebbe dunque esprimere tutte le sue doti in campo aperto.

 

8. Detroit Pistons – Stanley Johnson
Ala Piccola | Arizona Wildcats | Freshman

Altezza: 199 cm
Peso: 109 kg
DOB: 29/5/1996

Con l’acquisizione di Ersan Ilyasova e la probabile partenza di Greg Monroe, i Pistons cercano un esterno in grado di coprire il ruolo di ala piccola. Johnson non disporrà probabilmente dei margini di crescita su cui molti altri potranno contare, tuttavia la sua versatilità difensiva ed un tiro decisamente migliorato rispetto ai tempi del liceo lo rendono una soluzione intrigante per i Pistons.

 

9. Charlotte Hornets – Willie Cauley-Stein
Centro | Kentucky Wildcats | Junior

Altezza: 214 cm
Peso: 109 kg
DOB: 18/8/1993

L’ex Kentucky sembrava dover rimanere nelle prime sei chiamate, ma i problemi di salute che l’avevano attanagliato durante le prime stagioni al college riaffiorando hanno influenzato notevolmente le quotazioni del lungo. Sebbene Charlotte potrebbe avere tutto l’interesse nel trattenere Cauley-Stein, l’abbinamento è soprattutto dettato dalle ultime indiscrezioni che vorrebbero uno scambio di scelte tra Celtics ed Hornets, con il coinvolgimento di Jared Sullinger.

 

10. Miami Heat – Devin Booker
Guardia | Kentucky Wildcats | Freshman

Altezza: 197 cm
Peso: 93 kg
DOB: 30/10/1996

Booker rimane una valida opzione per gli Hornets, ma nel caso non dovesse essere scelto dai calabroni ecco che Pat Riley potrebbe decidere di invertire la tendenza nel selezionare giocatori sopra i 21 anni andandosi ad assicurare uno dei migliori tiratori disponibili, garantendo anche una valida alternativa al non più giovane Dwyane Wade e maggiori spaziature per le scorribande di Goran Dragic.

 

11. Indiana Pacers – Frank Kaminsky
Ala Grande | Wisconsin Badgers | Senior

Altezza: 215 cm
Peso: 104 kg
DOB: 4/4/1993

I Pacers vogliono sviluppare uno stile di gioco maggiormente volto al tiro da fuori, e chi meglio di Frank Kaminsky potrebbe aiutare Larry Bird nel suo intento? Con un Torneo giocato al massimo delle sue possibilità, il prodotto da Wisconsin andrebbe a trovare immediatamente una collocazione nello scacchiere di Frank Vogel, che potrebbe decidere di schierarlo al fianco di Hibbert oppure di renderlo il suo sostituto, con il centro dato in partenza verso altri lidi.

 

12. Utah Jazz – Myles Turner
Centro | Texas Longhorns | Freshman

Altezza: 212 cm
Peso: 108 kg
DOB: 24/3/1996

Turner è un talento da prime cinque chiamate, ma un minutaggio ridotto nella sua prima ed unica annata con i Longhorns e delle complicazioni a livello atletico ne hanno diminuito le quotazioni. Per una franchigia che può vantare uno staff medico di qualità come Utah comunque, pescare Myles significherebbe garantirsi un lungo capace di segnare e distribuire con discreta efficacia senza rimetterci sotto il punto di vista difensivo.

 

13. Phoenix Suns – Bobby Portis
Ala Grande | Arkansas Razorbacks | Sophomore

Altezza: 209 cm
Peso: 111 kg
DOB: 10/2/1995

Dietro ad Alex Len c’è di fatto il vuoto, e le doti da lottatore che caratterizzano Bobby Portis tornerebbero davvero comode, soprattutto considerato il buon range di tiro che il giovane lungo può sfoggiare. Per una squadra sempre in cerca di un gioco veloce e che da sempre rivolge grande importanza alla conclusione pesante, dinamismo ed energia sono requisiti fondamentali per entrare a far parte dei Suns.

 

14. Oklahoma City Thunder – Cameron Payne
Playmaker | Murray State Racers | Sophomore

Altezza: 186 cm
Peso: 83 kg
DOB: 8/8/1994

Russell Westbrook si è caricato la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà attraversati durante la passata stagione, e levargli un po’ di pressione non sarebbe una cattiva idea per i Thunder. Il nuovo allenatore Bill Donovan esige grande pressione sulla palla da abbinare ad una certa perimetralità offensiva, ecco perché Payne sarebbe il fit ideale per inaugurare questo nuovo corso nell’Oklahoma.

 

15. Atlanta Hawks – Kelly Oubre
Ala Piccola | Kansas Jayhawks | Freshman

Altezza: 200 cm
Peso: 92 kg
DOB: 9/12/1995

Gli Hakws perderanno DeMarre Carroll e Paul Millsap a causa della Free-Agency, ma non è detto che i due non possano ritornare a vestire biancorosso. Aggiungere un elemento di talento come Kelly Oubre potrebbe portare vantaggi di non poco conto, con il giovane esterno che potrebbe inserirsi con tutta calma nel sistema di Mike Budenholzer.

 

16. Boston Celtics – R.J. Hunter
Guardia | Georgia State Panthers | Junior

Altezza: 198 cm
Peso: 83 kg
DOB: 24/10/1993

L’abbinamento è dettato dalle ultime indiscrezioni che vorrebbero uno scambio di scelte tra Celtics ed Hornets, con il coinvolgimento di Jared Sullinger. Charlotte aggiungerebbe un tiratore in grado di contribuire immediatamente alla causa grazie alle sue doti balistiche.

 

17. Milwaukee Bucks – Rashad Vaughn
Guardia | UNLV Rebels | Freshman

Altezza: 195 cm
Peso: 90 kg
DOB: 16/8/1996

Schierando Michael Carter-Williams e Giannis Antetokounmpo i Bucks pagano soprattutto con la mancanza di pericolosità dal perimetro. Le quotazioni di Vaughn stanno subendo un’impennata nelle ultime ore, e la sua giovane età andrebbe di pari passo con il progetto di restaurazione incominciato da Jason Kidd. Considerando anche il contratto in scadenza di Middleton e l’instabilità di Mayo, questa mossa avrebbe sicuramente senso nel medio-lungo termine.

 

18. Houston Rockets – Tyus Jones
Playmaker | Duke Blue Devils | Freshman

Altezza: 187 cm
Peso: 83 kg
DOB: 10/5/1996

L’infortunio di Beverley ha sparigliato le carte per i Rockets durante il finale della passata stagione, costringendo McHale a schierare Jason Terry e Pablo Prigioni al fianco di James Harden. Per levare i compiti di direzione dalle mani della superstar ecco che il giovane generale di scuola Duke tornerebbe comodo ad una franchigia che sta trattando anche lo sbarco oltreoceano di Sergio Llull.

 

19. Washington Wizards – Sam Dekker
Ala Piccola | Wisconsin Badgers | Junior

Altezza: 205 cm
Peso: 99 kg
DOB: 8/5/1994

Gortat ha recentemente evidenziato le necessità di un lungo che possa migliorare le spaziature dei Wizards, estromettrendo di fatto Nenê dal progetto di Wittman. Dekker dispone di grande versatilità offensiva e non dovrebbe riscontrare troppi problemi ad integrarsi in un gruppo già collaudato.

 

20. Toronto Raptors – Trey Lyles
Ala Grande | Kentucky Wildcats | Freshman

Altezza: 208 cm
Peso: 109 kg
DOB: 5/11/1995

I contratti prossimi al termine di Hansbrough e Amir Johnson invitano i Raptors a cercare un’ala grande in grado di allungare la rotazione dietro a Patrick Patterson. Lyles non dovrebbe scendere fino a questo punto del Draft, ma Toronto sarebbe ben felice di poter abbracciare un canadese tra le proprie mura.

 

21. Dallas Mavericks – Jerian Grant
Playmaker | Notre Dame Fighting Irish | Senior

Altezza: 193 cm
Peso: 89 kg
DOB: 9/10/1992

Con Barea in scadenza e la rottura insanabile con Rondo, selezionare un piccolo in grado di mettere grande pressione sugli esterni avversari è una mossa plausibile per questi Mavericks. Grazie alla sua stazza poi, per Grant non dovrebbe essere un problema giocare al fianco dei due precedentemente citati per garantire copertura nella posizione di guardia che oltre ad Ellis e Devin Harris non dispone di aaltre opzioni.

 

22. Chicago Bulls – Justin Anderson
Ala Piccola | Virginia Cavaliers | Junior

Altezza: 198 cm
Peso: 104 kg
DOB: 19/11/1993

I Bulls vogliono aggiungere pericolosità sul perimetro, e la duttilità di Anderson tornerebbe molto utile in un contesto nel quale potrebbero salutare la squadra Hinrich e Dunlevy, i più pericolosi da dietro la linea dei tre punti.

 

23. Portland Trail Blazers – Rondae Hollis-Jefferson
Ala Piccola | Arizona Wildcats | Sophomore

Altezza: 200 cm
Peso: 95 kg
DOB: 3/1/1995

La partenza di Nicolas Batum lascia un vuoto importante nel ruolo di ala piccola. Forse Hollis-Jefferson non sarà disponibile a questo punto del Draft, ma in caso contrario la sua difesa perimetrale sarebbe un’aggiunta importante per i Blazers, che perderanno sia Gee che Wright con l’avvento della Free-Agency.

 

24. Cleveland Cavaliers – Delon Wright
Playmaker | Utah Utes | Senior

Altezza: 196 cm
Peso: 82 kg
DOB: 26/4/1992

Con Dellavedova in scadenza ed i continui problemi di salute per Irving, selezionare un piccolo in grado di allungare la rotazione dietro all’ex Duke è una mossa plausibile, soprattutto con Wright che potrà vedere molti minuti anche da guardia grazie ad un’ottima stazza.

 

25. Memphis Grizzlies – Jarrell Martin
Louisiana State Tigers | Sophomore

Altezza: 206 cm
Peso: 108 kg
DOB: 24/5/1994

Martin ha improvvisamente interrotto tutti i suoi workouts in programma. Questo fa pensare che gli sia arrivata una promessa da una squadra a fine primo giro interessata nel selezionarlo, con i Grizzlies dati come favoriti sul giocatore.

 

26. San Antonio Spurs – Kevon Looney
Ala Grande | UCLA Bruins | Freshman

Altezza: 206 cm
Peso: 100 kg
DOB: 6/2/1996

Le quotazioni di Looney paiono al ribasso nelle ultime ore, e gli Spurs sarebbero ben contenti di poter abbracciare un giocatore duttile in grado di difendere e garantire spaziature. In un sistema collaudato come quello neroargento, non dovrebbero esserci troppi problemi per l’ex UCLA nel massimizzare il suo potenziale che ad inizio stagione lo aveva proiettato verso le prime dieci chiamate.

 

27. Los Angeles Lakers – Guillermo Hernangomez
Centro | Sevilla | INTL.

Altezza: 210 cm
Peso: 115 kg
DOB: 27/5/1994

I Lakers sono notoriamente una franchigia molto attenta a ciò che accade in terra iberica, e le prestazioni di Hernangomez potrebbero aver convinto la dirigenza a puntare su uno dei migliori lunghi europei disponibili, già determinante nella salvezza del Sevilla nonostante la giovane età. Non vi è alcuna fretta nel chiamarlo oltreoceano sin da subito, potendogli concedere di maturare nel Real Madrid.

 

28. Boston Celtics – Montrezl Harrell
Ala Grande | Louisville Cardinals | Junior

Altezza: 201 cm
Peso: 114 kg
DOB: 26/1/1994

La mancanza di centimetri non dovrebbe rivelarsi un problema per Harrell grazie ad un’apertura alare di tutto rispetto. A Boston serve un centro in grado di difendere l’anello, ma anche aggiungere un rimbalzista come l’ex Louisville potrebbe beneficiare a Brad Stevens.

 

29. Brooklyn Nets – Chris McCullogh
Ala Grande | Syracuse Orange | Freshman

Altezza: 205 cm
Peso: 90 kg
DOB: 5/2/1995

Ad inizio stagione, McCullogh era proiettato verso una chiamata in Lottery. L’infortunio ha calato le sue quotazioni, ma non gli impedirà probabilmente di ottenere una chance a fine primo giro, con la situazione salariale dei Nets in via di miglioramento ma che non permette comunque grande flessibilità sul mercato. Lionel Hollis gradirebbe un talento sul quale ripartire, e l’ex Syracuse farebbe al caso di Brooklyn.

 

30. Golden State Warriors – Terry Rozier
Playmaker | Louisville Cardinals | Sophomore

Altezza: 188 cm
Peso: 86 kg
DOB: 17/3/1994

I Warriors sono coperti praticamente in ogni ruolo, con Draymond Green che dovrebbe rimanere ai servigi di Joe Lacob. Rozier fa al caso dei Warriors, con le sue doti atletiche e interessanti capacità difensive che gli permettono di marcare più posizioni.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy