NBA News Inside: Baron Davis riparte dalla D-League

NBA News Inside: Baron Davis riparte dalla D-League

Commenta per primo!
thesportsquotient.com
-Il 36enne Baron Davis approda in D-League, nella speranza di esser poi chiamato da qualche squadra NBA, lega nella quale non mette piede da quasi 4 anni, quando giocò 29 partite con i Knicks. Lega di sviluppo anche per Russ Smith, tagliato a fine dicembre dai Grizzlies (con lui anche Hollins, rimpiazzati da Elliot Williams con un contratto da 10 giorni), e per John Lucas III. -Dopo il terremoto in casa Nets, Thaddeus Young e Brook Lopez hanno ammesso di essere già in fase di reclutamento di futuri free agent. Su tutti, DeRozan e Batum che sono in cerca di massimi salariali. Young ci ha provato pure con Calipari (il coach di Kentucky lo desiderava tantissimo, ma poi l’ala scelse Georgia Tech), ma come sappiamo rimarrà ad allenare i Wildcats. -John Wall si separa dal suo agente Dan Fegan, entrando nelle grazie di Rich Paul, agente, tra i vari, anche di un certo LeBron James. Fegan è stato licenziato anche da DeAndre Jordan, Ed Davis e Austin Rivers, ma continuerà a prendere la percentuale nei loro contratti. Rimangono sotto Fegan molti altri, tra cui Cousins, Howard e Parsons. -Dopo aver fatto provini con Lakers, Spurs e Hawks, Sean Kilpatrick firma un decadale con i Nuggets, che si preparano a giocare 5 gare in quel lasso di tempo.  
csnnw.com
  -Dichiarazione d’amore eterno per Rose e Lillard con le rispettive franchigie. Rose ha anche detto che non ha più avuto contatti con Thibodeau e che Butler è il compagno più talentuoso che abbia mai avuto in squadra. -Al Horford sarà free agent a fine stagione, ma gli Hawks hanno fatto sapere che il dominicano è un punto fermo del futuro di Atlanta. Rimanendo in Georgia, sembra che Bazemore abbia molti estimatori in giro per la lega: durante la free agency, potrebbe trovare un contratto anche da 12 milioni annui (ora ne prende meno della metà). -Lance Thomas sta giocando molto bene e, anche lui, a fine anno anno potrebbe trovare un contratto ben più corposo dell’attuale annuale a 1.6 milioni. -I Sixers sembrano essersi decisi a tradare uno tra Noel ed Okafor, aspettando il debutto di Embiid la prossima stagione. I primi due non giocano bene insieme, e se ci sarà la possibilità uno partirà. -I Pelicans, orfani di Quincy Pondexter, vorrebbero rimpiazzarlo con uno tra Dejean-Jones, Orlando Johnson o Elijah Millsap, fratello di Paul, tagliato dai Jazz due settimane fa. Molte voci dicono anche che potrebbe essere l’ultima stagione di Dell Demps come GM di New Orleans: le aspettative erano alte e i Pelicans sono davanti a Ovest solo ai Lakers… -Phoenix ha tagliato Cotton e Jefferson, dando un decadale a Lorenzo Brown. -Kirk Lacob, assistant GM e figlio del proprietario dei Warriors, ha ammesso che la franchigia campione in carica farà di tutto per tenere Barnes ed Ezeli – saranno restricted free agent – in squadra, come desiderano i loro compagni.  
thesportsquotient.com
  -Beal è pronto a tornare in campo nel weekend. Anche Casspi è pronto a rientrare dopo averne saltate 4 per problemi alla schiena. Mike Dunleavy, invece, tornerà dopo l’All-Star Game, probabilmente; stesso periodo per Sam Dekker, 18esima scelta allo scorso draft da parte di Houston; anche Alan Anderson dovrebbe tornare intorno a metà febbraio. Verso marzo, invece, il rientro di Early, assalito da banditi fuori da un locale. -Joe Johnson ha saputo del licenziamento di Hollins solo dalla TV. Sembrava che l’ex guardia di Suns e Hawks potesse prendere un buy-out dai Nets, ma lui ha smentito. Rimanendo a Brooklyn, il coach potrebbe essere uno tra Monty Williams, Mark Jackson o Chris Mullin, attuale allenatore di Mussini a Saint John’s. Ma la lista di contendenti è lunga e tutto potrebbe succedere…
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy