NBA on Christmas: Le partite che hanno segnato la storia del Natale NBA

NBA on Christmas: Le partite che hanno segnato la storia del Natale NBA

TriangleOffense.com
5 partite di Natale, 5 sfide che domani tutti gli appassionati di NBA non vorranno perdere: si comincia con Heat – Pelicans alle 18, per finire nella tarda notte con il derby losangelino tra Lakers e Clippers, passando per il re-match delle scorse Finals tra LeBron e Curry. Ma quali sono state le più belle gare giocate sui parquet NBA proprio il 25 dicembre? Ecco alcune sfide storiche!   1985: New York Knicks – Boston Celtics 113-104 (2OT)  Nella stagione da rookie di Patrick Ewing, il centro Knicks sbalordisce tutti guidando i suoi alla rimonta contro i favoritissimi Celtics di Larry Bird (per lui 28 punti nella gara): dopo essere stati sotto anche di 25 punti, l’ex Georgetown stravince il duello col veterano Parish  e con 32 punti finali riesce nel miracolo di Natale di ribaltare l’esito della partita a favore di NY. Non male come esordio nella NBA per Pat…
NBAE
  2004: Miami Heat – Los Angles Lakers 104-102 Dopo la telenovela Kobe-Shaq e l’inevitabile divorzio, arriva la tanto attesa resa dei conti: Heat-Lakers è l’incontro di cartello del Natale 2004. Lo Staples Center si divide tra fischi e applausi, mentre tra i due c’è una poco più che gelido saluto a inizio gara: pronti, via, e il primo fallo di Shaq è prontamente su Kobe, che alla fine tirerà fuori dal cappello una straordinaria prestazione da 42 punti, ma inutilmente. Il guastafeste si rivela infatti Dwyane Wade, che con 29 punti e 10 assist non si lascia prendere dall’atmosfera di L.A. e rovina i piani, permettendo agli Heat di vincere l’incontro.   2008: Los Angeles Lakers – Boston Celtics 92-83 Re-match delle ultime Finals, vinte da Boston grazie ai Big Three Garnett-Pierce-Allen: Lakers ovviamente desiderosi di ottenere la rivincita, mentre i C’s arrivano sulla scia di una incredibile serie di diciannove vittorie consecutive. Kobe Bryant mette in campo tutta la sua rabbia per quella gara-6 persa a giugno e segna 27 punti, con Pau Gasol che da secondo violino segna 7 decisivi punti negli ultimi minuti dell’incontro. A rendere il tutto ancora più magico, si tratta anche della millesima W in carriera per coach Phil Jackson. Da quella partita, i destini delle due grandi rivali storiche si divideranno nettamente: i Lakers prenderanno la rincorsa verso il loro quindicesimo anello, mentre i Celtics dovranno fare i conti solo poche settimane più tardi con l’infortunio di KG e saranno eliminati in finale di Conference dai Magic di Dwight Howard. 2014: Miami Heat – Cleveland Cavaliers 101-91 LeBron fa il suo ritorno a Miami per la prima volta da avversario, dopo aver scelto Cleveland in estate: la folla lo accoglie calorosametnte mentre viene premiato dalla dirigenza Heat per i suoi successi nei quattro anni in Florida. I padroni di casa riusciranno però a non far passare Cleveland all’American Airlines Arena: Wade segna 31 punti, Deng ne aggiunge 25, con 8 rimbalzi e altrettanti assist, vanificando i 30 punti di LeBron James.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy