NBA preseason: primo successo Cavs, ventello Harden, vittoria Lakers col brivido, Charlotte imbattuta

NBA preseason: primo successo Cavs, ventello Harden, vittoria Lakers col brivido, Charlotte imbattuta

Commenta per primo!
imgick.cleveland.com

Chicago (2-4) @ Charlotte (6-0) 86-94

Grazie ai 22 di Kemba Walker e i 18+8 rimbalzi di Jeremy Lin, Charlotte inanella la sesta vittoria in altrettante partite, confermando l’imbattibilità. Ci sono anche gli 11 di P.J. Hairston, fresco di recupero dall’infortunio al polpaccio,  si ferma invece Jeremy Lamb per qualche fastidio al ginocchio destro. Assente dall’altra parte Pau Gasol, c’è la prima doppia doppia di Joakim Noah con 12+13 rimbalzi,  i 18 di Jimmy Butler con 0/4 da 3, migliore la mira di Taj Gibson con 14 punti, 6/7 al tiro e 9 rimbalzi, nel complesso i Bulls non vannooltre i 6/27 dalla’arco.  Chicago ospiterà Indiana questa notte, mercoledì per Charlotte sarà la volta di Detroit.

Dallas (0-5) @ Cleveland (1-6) 97-103

I Cavs, proprio alla fine della loro preseason, rompono finalmente l’incantesimo e centrano la vittoria della bandiera, restano invece nel limbo i Mavs, a cui non bastano i 26 di John Jenkins e i 13 di Nowitzski in 23′. J.R. Smith fa la differenza per Cleveland (19 punti), in crescita Kevin Love (10+4 rimbalzi in 23′),  13 per Matthew Dellavedova, coach David Blatt rassicura a fine partita sul rientro di LeBron per l’opening della stagione, l’infiammazione alla schiena è ormai alle spalle. A proseguire la preparazione soltanto Dallas, che mercoledì ospiterà Phoenix.

New Orleans (2-3) @ Houston (3-4) 100-120

Al Toyota Center c’è il ventello di James Harden, venti anche i punti di vantaggio di Houston al termine del match. Devastante il parziale dei Rockets nell’ultimo quarto (40-13), devastanti anche Trevor Ariza e Ty Lawson con 18 a testa, non da meno Marcus Thornton con 16 dalla panchina. Rientro anche per Clint Capela, fermo per alcuni giorni causa problemi alla spalla destra, per lui c’è la doppia cifra, mentre il rookie  Montrezl Harrell – inserito in quintetto – ha piazzato il suo mattoncino con 13 personali. Ancora out Dwight Howard, Patrick Beverley, Terrence Jones, Corey Brewer e Donatas Motiejunas per i padroni di casa, sponda Pelicans invece (con Anthony Davis, Tyreke Evans e Norris Cole assenti), si registra il contributo di Ryan Anderson con 23 e 9/18 al tiro. In doppia cifra anche Kendrick Perkins (10), Jeff Adrien (11) e Bryce Dejean-Jones (10), gli ultimi due uscendo dalla panca, 8 anche per Eric Gordon, ai box per due partite per via di qualche acciacco alla schiena.  New Orleans è attesa ad Orlando mercoledì, derby texano con San Antonio venerdì in casa Rockets.

Brooklyn (2-4) @ Boston (4-1) 105-111

Nonostante David Lee, Isaiah Thomas e Jae Crowder siano a bordo campo, brilla il rookie Terry Rozier (16+6 assist) nella vittoria dei Celtics. Il tabellino mette in luce anche i 15 di Amir Johnson,  i 14 di Kelly Olynyk e i 10+7 rimbalzi e 6 assist in 27′ di Evan Turner, dall’altra parte Bojan Bogdanovic fa il suo (18 punti), anche Thomas Robinson non è da meno (15+9 rimbalzi), ma non basta per fare a coach Hollins il miglior regalo di 62° compleanno. Nell’andamento del match spacca le gambe il parzialone segnato dalle triple di James Young nell’ultimo quarto, prossimo impegno di Boston giovedì contro New York, ancora al TD Garden, Brooklyn invece ospiterà Chicago mercoledì sul parquet della Braclays Arena.

Portland (3-3) @ LA Lakers (3-4) 102-104

Partita vibrante allo Staples Center, a deciderla con 2” sul cronometro la schiacciata di Ryan Kelley su Noah Vonleh (10 rimbalzi con 1/8 dal campo), sfruttando alla grande la rimessa di Jabari Brown, ma il successo Lakers arriva anche dai 17 di Jordan Clarkson (6/9 al tiro), i 12 di D’Angelo Russell (di cui 6 arrivati negli ultimi 2′), dall’altra parte si è risposto fino all’ultimo, grazie a un 4-13 perfezionato dalla tripla di Pat Connaughton, ma non è bastato, al pari dei 20+6 assist di Lillard, i 10 di McCollum e i 15+5 rimbalzi di Harkless. In casa giallo-porpora però si festeggia anche il rientro da giovedì in allenamento di Kobe Bryant, quindi prima del debutto pre-season di mercoledì prossimo con i Warriors, tegole invece per i Blazers, in campo anche con l’ex di turno ed Davis (appena 5 in 17′): a inizio secondo quarto si ferma Jonathan Holmes, slogata la spalla destra, probabile lo stop per due settimane. Si rimane comunque sulla costa Ovest, in vista il match di giovedì sera contro i Clippers.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy