NBA preseason recap: Portland in rimonta, Cavs 0-6 (ma Love è rientrato), Kevin torna Durant in casa OKC

NBA preseason recap: Portland in rimonta, Cavs 0-6 (ma Love è rientrato), Kevin torna Durant in casa OKC

Commenta per primo!

Philadelphia @ Brooklyn 91-92

Brook Lopez (24 punti) e Thaddeus Young ( 15+10 rimbalzi) in grande spolvero per i Nets di Jason Kidd, non sfigura neanche Jarrett Jack con 11+7 rimbalzi, i Sixers non sono al meglio in fatto di rotazioni (a corto di Joel Embiid, Nik Stauskas, Tony Wroten, Kendall Marshall, Carl Landry, Jerami Grant e Christian Wood), ma neanche Brooklyn scherzava, viste le assenze di Markel Brown, Andrea Bargnani e Chris McCullough, non sono quindi serviti di 15+11 rimbalzi di Nerlens Noel e i 14+7 in appena 20′ di Jahlil Okafor, al pari dell’11+7 di Robert Covington. Solo 6 per Wayne Ellington, ma la sua posizione di guardia in quintetto potrebbe essere un’opzione interessante e non prevista, nello scacchiere di coach Lionel Hollins. Dall’altra parte, invece, si conta sul rientro a breve di Kendall Marshall e Tony Wroten, in uno con Isaiah Canaan, magari già a partire dal test di venerdì contro i Celtics, a cui anche i Nets faranno visita ma stanotte.

Detroit @ San Antonio 92-96

Sul parquet amico gli Spurs non falliscono, conquistano il primo successo preseason: ottimo l’impatto di Kawhi Leonard (21 punti) e Manu Ginobili in uscita dalla panchina (15), buona invece l’impressione destata da LaMarcus Aldridge (4/14 al tiro in 26′) e David West (8+3 rimbalzi in 18′), entrambi alla prima ufficiale davanti al nuovo pubblico, nel nuovo AT&T Center (i lavori di ristrutturazione sono costati un qualcosa come 110 milioni di dollari). Pesa anche un interessante 10/20 dall’arco, dall’altra parte Reggie Jackson dà il meglio di sè (20 in 33′), Andre Drummond conferma l’ennesima doppia doppia (10+13), limitato l’impatto sotto le plance di Ersan Ilyasova (14 ma una sola carambola), mentre Marcus Morris non va oltre i 10 personali. Pistons contro Charlotte mercoledì notte, in contemporanea avremo un altro derby texano per San Antonio contro i Suns.

Minnesota @ Memphis 68-90

Courtney Lee fa la differenza (18 punti con 3/4 da 3) nel successo di marca Grizzlies, che confermano l’imbattibilità in questa preseason, il 5-0 nasce anche da una buona distribuzione offensiva, con altri tre giocatori del quintetto in doppia cifra: Tony Allen 13 punti, 12 per Marc Gasol e Mike Conley. In casa Wolves da registrare il debutto di Ricky Rubio (virgola nello scout ma 23′ in campo), il 4/4 dal campo di Garnett, come i 12 di Dieng, mentre rimane fuori Nikola Pekovic per la convascelenza post intervento al tendine d’Achille. In compenso, però, neanche Memphis scherzava in fatto di infermeria: Jeff Green, Matt Barnes, Brandan Wright, Beno Udrih e Vince Carter ai box, senza contare Jarell Martin e Jordan Adams. I Wolves affronteranno giovedì Milaukee a Madison (Wisconsin), Memphis farà visita mercoledì notte ad Atlanta, altra imbattuta.

Cleveland @ Toronto 81-87

Kevin Love riprende confidenza con il parquet dopo il lungo recupero post-intervento alla spalla (6+8 rimbalzi in 13′), ma il suo rientro (molto positivo soprattutto nel secondo quarto) non basta a evitare la sesta sconfitta in altrettante partite per i Cavs. LeBron James e Richard Jefferson restano a riposo, dall’altra parte Toronto si gode i 12 di Valanciunas (6/9 dal campo), la doppia doppia sfiorata da Biyombo (8+9 rimbalzi), gli 11 di Joseph e i 9 dell’ex
Anthony Bennett, nonostante l’inquietante 7/33 del trio Carroll-DeRozan-Lowry. Cleveland ospiterà Dallas questa notte, Toronto chiuderà la preparazione venerdì contro Washington.

Denver @ Oklahoma City 98-111

Non solo Russell Westbrook (17+12 assist e 5 rimbalzi), ma finalmente anche Kevin Durant è decisivo, dopo la lunga convalescenza post infortunio al piede (23 punti in 32′ con 9/14 al tiro e 6 rimbalzi). A dare ulteriore entusiasmo alla causa OKC il nuovo acquisto Dion Waiters, che non ha sfigurato con 17 personali, in scia anche Enes Kanter (18+11 rimbalzi) e Serge Ibaka (18 con 7/8 dal campo), dunque è sconfitta per i Nuggets di Emmanuel Mudiay (22 punti), Erick Green e Danilo Gallinari (entrambi a 16 punti), con il “Gallo che oltre al 5/9 dal campo e il 6/6 dalla lunetta, ha condito il tutto portando a casa 4 rimbalzi e 3 assist. Denver ospiterà giovedì notte Utah, che in casa affronterà proprio i Thunder nella serata di giovedì.

Utah @ Portland 111-116

Sono decisamente in tiro Damian Lillard (32 punti con sei triple) e C.J. McCollum (26, di cui 18 nell’ultima frazione, 11/23 totale al tiro), è servita tutta la loro carica e la loro freddezza per risalire la china da un pensantissimo -21, raggiungere l’overtime a soli 2.8 secondi (grazie ai liberi di Lillard), e difendere il parquet amico del Moda Center dall’assalto dei Jazz, fino a quel momento ben sostenuti da Trey Burke (22 punti) e Joe Ingles dalla panchina (16 punti con cinque triple). Non soddisfa ancora Tibor Pleiss (2+5 rimbalzi), al suo debutto nel quintetto mormone, superiore l’impatto in casa Blazers di Maurice Harkless, che debuttando in preseason al posto di Al Farouq Aminu, chiude con 8+9 in 29′.

Miami @ Atlanta 101-92

19 a testa per Gerald Green e James Ennis, Miami ne fa buon pro, assieme ai 14 di Chris Bosh e al 12+7 in15′ di Keith Benson, insomma quanto basta per non rischiare Dwyane Wade e Luol Deng, il cui minutaggio cala vistosamente. Si ferma invece a scopo precauzionale Hassan Whiteside, fa comunque più notizia la prima sconfitta preseason di Atlanta, nonostante i 19 di Mike Scott, e nonostante le migliori percentuali dal campo (44% a 39). Miami si misurerà con Washington giovedì notte, mercoledì per gli Hawks sarà la volta di Memphis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy