NBA Recap Inside: i Pelicans fermano gli Spurs, Golden State vince ancora

NBA Recap Inside: i Pelicans fermano gli Spurs, Golden State vince ancora

 

www.sportsnet.ca
Chicago Bulls @ Golden State Warriors 94-106 (29-28, 47-50, 73-77) I Bulls erano stati gli ultimi, ormai nel gennaio scorso, a uscire dalla Oracle Arena con la vittoria in tasca; stanotte non sono riusciti a bissare l’impresa, lasciando a Curry & co. la 14° W in altrettante partite. Non partono benissimo i padroni di casa, e 5 punti in fila di Hinrich a metà del primo periodo portano Chicago sul 19-12; ma sul 23-12 per i Tori i Warriors si svegliano e ritornano subito a contatto. All’intervallo i campioni in carica guidano di 3 lunghezze e il terzo quarto è un botta e risposta che non permette alla gara di avere un unico padrone; anche nell’ultima frazione il punteggio rimane in bilico, fino a raggiungere l’89-89 a circa 5 minuti dalla fine. Da lì in poi i Warriors infilano un parziale di 13-3 che sostanzialmente spezza la schiena dei Bulls, privi stanotte dell’ex MVP Rose. 42° gara consecutiva con almeno 100 punti messi a referto per Golden State, che ora vola a Denver per eguagliare il miglior inizio di stagione di sempre con la 15° W. Bulls (8-4): Snell 2, Mirotic 18 (10 rimbalzi), Gasol 14 (10 rimbalzi), Butler 28, Hinrich 17, Noah 0, Moore 9, Gibson 3, McDermott 3. Warriors (14-0): Barnes 20, Green 9, Bogut 3, Thompson 15, Curry 27, Iguodala 12, Ezeli 7, Livingston 6, Barbosa 3, Clark 0, McAdoo 4. Key Stats: 20-8 il parziale riguardante i punti in contropiede a favore dei padroni di casa, che anche grazie ai canestri in velocità hanno tirato col 49.4% dal campo contro il 39.8% degli avversari. MVP: Chi, se non Steph Curry? Il folletto numero 30 non ha tirato benissimo (3/11 da oltre l’arco) e ha perso più palloni del solito (6), ma i 27 punti e le solite giocate da videogame gli fanno meritare la palma di migliore in campo anche stanotte. Houston Rockets – Memphis Grizzlies 84-96 (19-23; 45-59; 70-79) I Rockets non riescono a dare continuità alla vittoria su Portland e cadono contro i Memphis Grizzlies di uno straordinario Marc Gasol. Partono bene Harden e compagni con un buon 16-10 iniziale, poi Memphis con un parziale di 9-0 ribalta il risultato e chiude sul +4 il primo periodo grazie ad un canestro di Chalmers. Nel secondo quarto i padroni di casa prendono il largo con Conley che realizza la tripla del +15, Ariza e Howard provano a restare attaccati all’incontro ma all’intervallo Memphis è avanti 59-45. La ripresa porta con sé un 7-0 dei Grizzlies che volano sul 65-45 e chiudono sostanzialmente l’incontro. Ora i Rockets ospiteranno i New York Knicks mentre Memphis dovrà vedersela con gli Spurs. Rockets (5-8): Ariza 19, Jones 10, Howard 12 (15 rimbalzi), Harden 22, Terry 2, Lawson 8, Brewer, Capela 1, Harrell, Thornton 5, McDaniels 5. Grizzlies (7-6): Je.Green 7, Ja.Green 5, Gasol 16 (11 rimbalzi e 11 assist), Allen 8, Conley 26, Barnes 12, Carter 6, Lee 6, Chalmers 10, Smith, Ennis. Key Stats: Houston tira con il 20% dall’arco (complice l’1/7 di Harden) e con il 59% dalla linea della carità. La squadra di casa riesce a fare meglio con il 33% dal perimetro e l’84% dalla lunetta. Da segnalare anche le 23 palle perse dei Rockets contro le 11 dei ragazzi di coach Joerger. MVP: Marc Gasol. Una tripla doppia dei Grizzlies non si vedeva dal 2007, quando suo fratello Pau mise a referto 17 punti, 13 rimbalzi e 12 assist. Marc chiude con 16+11+11 tirando con il 50% e recuperando anche 4 palle.
www.newsday.com
New York Knicks – Oklahoma City Thunder 93-90 (25-20; 48-44; 73-62) I Knicks continuano a sorprendere andando a sbancare la Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City. Dopo circa 9 minuti di equilibrio, i Knicks cercano di prendere subito di mettere una certa distanza dagli avversari sul finire del primo quarto ma i Thunder sono bravi a tenere botta e a restare a contatto. Gli ospiti, però, non si arrendono e ci riprovano nel periodo successivo arrivando anche in doppia cifra di vantaggio con un Anthony sugli scudi (15 per lui a fine primo tempo), ma ancora una volta Westbrook & Co. riescono a non far scappare del tutto New York. Nel secondo tempo i Knicks sembrano aver trovato il momento giusto per chiudere la partita ma, dopo essere arrivati anche sul +16, subiscono la furiosa rimonta dei Thunder che però non riescono ad evitare la sesta sconfitta stagionale. Knicks (7-6): Anthony 25, Porzingis 7, Lopez 7, Afflalo 14, Calderon 10, Williams 9, Vujacic, Galloway 5, Seraphin, Thomas 12, O’Quinn, Grant 4. Thunder (7-6): Roberson 2, Ibaka 8, Adams 4, Waiters 16, Westbrook 34, Kanter 11 (13 rimbalzi), Collison 6, Singler 2, Morrow 5, Augustin 2. Key Stats: I Knicks hanno tirato con il 60% dall’arco mentre I Thunder soltanto con un misero 10% (3/29). MVP: Carmelo Anthony. E’ stato il vero trascinatore dei Knicks con i suoi 25 punti. Una spina nel fianco costante per la difesa dei Thunder. San Antonio Spurs @ New Orleans Pelicans 90-104 (20-22, 41-48, 74-78) Questi Pelicans vanno dove li porta Anthony Davis, e non a caso il suo ritorno da un infortunio coincide col ritorno alla vittoria per New Orleans. A farne le spese dei San Antonio Spurs che, stando alle parole del loro coach, non hanno saputo tenere l’1vs1 degli avversari. Partono bene però gli Speroni, prendendo il vantaggio con un 8-0 di parziale iniziale; l’uscita prematura di Aldridge dal campo per un problema alla caviglia (rientrerà in seguito) segna un crollo dei nero-argento, che con una palla persa dietro l’altra perdono il controllo della gara lasciandone il comando ai Pelicans. La pericolosità sia vicino che lontano dal canestro di Ryan Anderson porta i suoi sul +10 nel secondo periodo e sul +7 all’intervallo, ma da lì in poi i padroni di casa non si guarderanno più indietro. Troppa l’energia e la voglia di vittoria dei Pelicans rispetto a quella degli Spurs, che chiudono sul -14 per la gioia dei tifosi di New Orleans. Prima partita in carriera per Tim Duncan senza nemmeno un rimbalzo a tabellino. Key Stats: I Pelicans hanno letteralmente dominato nel pitturato, segnando 46 punti vicino a canestro contro i soli 28 degli avversari. Vana l’ottima percentuale da 3 degli Speroni (9/17 per il 52.9%). MVP: Il 30ello netto con 6/11 da 3 di Ryan Anderson sarebbe un ottimo biglietto da visita per l’MVP della gara, ma la doppia doppia di Anthony Davis (20+18) e soprattutto la sua grinta su entrambi i lati del campo sono state decisive per l’anelata vittoria di New Orleans. Spurs (9-3): Leonard 22, Aldridge 20 (11 rimbalzi), Duncan 6, Green 6, Parker 10, Diaw 5, Mills 11, West 5, Butler 2, Anderson 1, McCallum 0, Simmons 0, Marjanovic 2. Pelicans (2-11): Gee 4, Davis 20 (18 rimbalzi), Asik 1, Gordon 11, Holiday 9, Smith 17 (13 assist), Ajinca 8, Anderson 30, Cunningham 4, Douglas 0.    
www.fairfieldcitizenonline.com
Los Angeles Clippers @ Portland Trail Blazers (23-23, 47-48, 73-75) Grande Damian Lillard e grandi Blazers che stendono i Clippers grazie ad un ottimo quarto periodo. Nel primo quarto regna l’equilibrio con McCollum e Redick a farla da padroni, poi entrano in gioco Crawford e Ed Davis ma la situazione non cambia. Nella ripresa ci provano i Blazers a dare uno strappo alla partita con un 13-2 di parziale ma CP3 e Crawford non ci stanno e accorciano le distanze. La svolta arriva a 4′ dal termine: Portland avanti di una sola lunghezza riesce a prendere le distanze con 14 punti segnati (3 bombe di Lillard) subendone appena 2 ed è avanti di 13 ad un giro e mezzo di orologio. Finisce praticamente qui con Portland che mette in saccoccia la quinta vittoria stagionale grazie anche ad un ottimo Ed Davis in uscita dalla panchina da 17 punti (7/8) e 15 rimbalzi. Key Stat: I Blazers vincono 55-42 a rimbalzo tirando i liberi con il 75% contro il 50% degli ospiti. MVP: Damian Lillard. Ad un certo punto la vince praticamente da solo con le tre triple consecutive già citate in precedenza. Le percentuali al tiro non sono delle migliori (10/25) ma i 27 punti con 7 assist hanno un grande peso specifico. Clippers (6-6): Stephenson 2, Griffin 21, Jordan 12 (15 rimbalzi), Redick 7, Paul 11, Rivers 10, Crawford 20, Smith 2, Johnson 4, Mbah a Moute 2. Blazers (5-9): Aminu 10 (12 rimbalzi), Vonleh 4, Plumlee 18 (10 rimbalzi), McCollum 18, Lillard 27, Crabbe 3, Henderson 3, Davis 17 (15 rimbalzi), Alexander 2, Harkless 0, Frazier 0.
es.sports.yahoo.com
Brooklyn Nets – Boston Celtics 95-120 (19-23; 42-66; 67-91) Nets (2-11): Johnson 3, Young 14 (10 rimbalzi), Lopez 14, Hollis-Jefferson 13 (11 rimbalzi), Jack 11, Robinson 6, Larkin 10, Karasev 5, Bogdanovic 9, Bargnani 5, Ellington 3, Brown 2. Celtics (7-5): Crowder 19, Johnson 8, Sullinger 8, Smart 7, Thomas 18, Bradley 21, Olynyk 4 (10 rimblazi), Jerebko 1, Turner 12, Lee 11, Zeller 6, Hunter 5. Philadelphia 76ers – Charlotte Hornets 88-113 (19-30; 41-62; 70-85) Sixers (0-13): Grant 12, Covington 9, Okafor 10, Stauskas 15, McConnell 5, Thompson 9, Noel 16, Canaan 8, Pressey, Sampson 4, Wood. Hornets (7-6): Batum 14, Williams 11, Jefferson 26 (10 rimbalzi), Lin 9, Walker 20, Lamb 13, Kaminsky 9, Hawes 4, Roberts 2, Hansbrough 5, Daniels, Harrsion. Phoenix Suns @ Denver Nuggets 114-107 (17-29, 49-63, 80-84) Suns (7-5): Tucker 6, Morris 9, Chandler 2, Knight 38 (11 rimbalzi), Bledsoe 22, Warren 0, Len 9, Price 10, Goodwin 0, Teletovic 15, Leuer 3, Booker 0. Nuggets (6-7): Gallinari 15 (10 rimbalzi), Faried 4, Jokic 6, Harris 20, Mudiay 26, Hickson 10, Nelson 2, Barton 14, Arthur 8, Foye 2, Papanikolaou 0. Utah Jazz @ Dallas Mavericks 93-104 (26-21, 43-56, 71-80) Jazz (6-6): Hayward 22, Favors 18, Gobert 8 (12 rimbalzi), Hood 13, Neto 8, Booker 2, Burke 7, Burks 15, Lyles 0, Ingles 0, Withey 0, Johnson 0. Mavericks (9-4): Parsons 9, Nowitzki 19, Pachulia 15 (12 rimbalzi), Matthews 7, Williams 23, Harris 2, Powell 11, Felton 4, Evans 0, Barea 12, Villanueva 0. Detroit Pistons @ Minnesota Timberwolves 96-86 (22-26, 38-44, 68-65) Pistons (7-5): Morris 16 (11 rimbalzi), Ilyasova 6, Drummond 21 (11 rimbalzi), Caldwell-Pope 8, Jackson 18, Tolliver 0, Dinwiddie 6, Bullock 6, Johnson 15, Baynes 6 (11 rimbalzi). Timberwolves (5-8): Prince 0, Garnett 0, Towns 18, Wiggins 21, Rubio 12, Payne 5, Martin 8, LaVine 14, Dieng 8, Muhammad 0, Rudez 0. Toronto Raptors @ Los Angeles Lakers 102-91 (27-21, 49-50, 76-68) Raptors (8-6): Carroll 13, Scola 11, Valanciunas 3, DeRozan 18, Lowry 25, Ross 8, Patterson 7, Joseph 11, Biyombo 1, Johnson 5. Lakers (2-10): Bryant 10, Randle 18 (12 rimbalzi), Hibbert 8, Clarkson 13, Russell 17, World Peace 4, Nance jr. 0, Young 8, Williams 6, Bass 7.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy