NBPA, concluso il programma di Personal Branding svoltosi in Italia

NBPA, concluso il programma di Personal Branding svoltosi in Italia

Concluso il programma NBPA sul personal branding a Milano.

di La Redazione

13 giocatori (record per il corso) da 9 diversi paesi hanno approfondito tematiche di business in Bocconi.

Per il terzo anno consecutivo la NBPA (il sindacato dei giocatori NBA) ha organizzato in SDA Bocconi il programma “Branding in the Global Economy”, che fa parte della International Business Academy dell’associazione.
Il corso, organizzato su quattro giorni con alternanza fra professori e manager d’azienda, vuole mettere nella posizione migliore i giocatori di avere consapevolezza delle opportunità presenti per loro nel mercato globale.

Durante la settimana passata in Italia, i giocatori hanno potuto incontrare manager di grandi aziende (LVMH e BVLGARI Hotel) e icone della moda come Carlo Rivetti (Stone Island), Marcelo Burlon (NGG Group) e Flavio Girolami (SSAM), prima di concludere il programma giovedì nella meravigliosa cornice delle colline toscane, ospiti dell’azienda vinicola Frescobaldi.

Hanno preso parte al corso, con indicate tra parentesi le squadre in cui hanno militato nella stagione 2018/2019:
Zaza Pachulia (Detroit Pistons), Josè Manuel Calderon (Detroit Pistons), Cristiano Felicio (Chicago Bulls), Bodgan Bogdanovic (Sacramento Kings),  Axel Toupane (Olympiacos Piraeus), Al-Farouq Aminu (Portland Trail Blazers), Moe Harkless (Portland Trail Blazers), Evan Turner (Portland Trail Blazers), Brandon Paul (Zhejiang Golden Bulls), Kyle Anderson (Memphis Grizzlies), Langston Galloway (Detroit Pistons), Rudy Gay (San Antonio Spurs) e Amedeo Della Valle (Olimpia Milano).
Questi giocatori provengono da ben nove paesi diversi: Georgia, Francia, Spagna, Brasile, Serbia, Nigeria, Stati Uniti, Porto Rico e Italia.

Gli ottimi rapporti internazionali con altre players associations come GIBA e ELPA hanno portato alla presenza in aula di Axel Toupane e Amedeo Della Valle, arricchendo ulteriormente la conversazione multiculturale e il confronto tra diversi background.

Queste le parole di Matteo Zuretti, Chief International Relations & Marketing della NBPA:

“Sono orgoglioso dei tredici giocatori che hanno partecipato al programma, investendo il proprio tempo in un contesto di formazione che può aiutarli non solo nella fase post carriera, ma anche nel sedersi al tavolo oggi stesso con il proprio team e dare un contributo al processo decisionale.
Milano si è confermata, per il terzo anno consecutivo, una location perfetta per il programma. Da un lato per l’accesso privilegiato a brand internazionali che attirano sia gli interessi che gli investimenti dei giocatori; dall’altro, per la presenza di un partner accademico di altissimo spessore come SDA Bocconi, con cui possiamo continuare ad innovare la proposta per rispondere ai cambiamenti continui del mercato globale.
L’obiettivo di IBA è fare in modo che gli atleti possano con maggiore consapevolezza, indirizzare le scelte di business per raggiungere i propri obiettivi anche fuori dal campo.”

Ufficio stampa NBPA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy