Non c’è pace per Anthony Bennett: vicino il buy-out con Minnesota, c’è l’interesse di Toronto, Sixers e Blazers?

Non c’è pace per Anthony Bennett: vicino il buy-out con Minnesota, c’è l’interesse di Toronto, Sixers e Blazers?

Commenta per primo!
nbapassion.com

Se il rumor venisse confermato, stavolta ad Anthony Bennett – n.1 del draft 2013 – toccherebbe lasciare anche i Minnesota T-Wolves, formazione che meno di un anno fa- anzi una settimana fa- giurava di credere in lui, per cercare da free agent quella che sarà la terza squadra in tre anni.

Infatti, dopo la trade  che lo scorso anno portò lui e Andrew Wiggins tra i lupi in cambio di Kevin Love ai Cleveland Cavaliers, stavolta pare che le parole del patron Glen Taylor di qualche giorno fa, tese a calmare le acque, siano ora da mettere pesantemente in discussione, stando ai colleghi di Yahoo Sports.

Del resto, dopo il fiasco del primo anno a Cleveland, con moltissime partite a quota zero e senza mai entrare in campo, alla prima scelta al draft 2013 non è bastato il dimagrimento, il ruolo definito di “stretch four” e un Flip Saunders che, pur tormentato in seguito da personalissimi problemi di salute, almeno in partenza credeva in lui. Neanche qualche buon segnale ai panamericani, in cui nonostante tutto il suo Canada ha conquistato il bronzo (7,6 punti  + 5,4 rimbalzi) sembra aver convinto in quel di Minneapolis, dove il facente funzioni in panchina adesso è Sam Mitchell, e dove le rotazioni sembrano già complete con Karl-Anthony Towns, Kevin Garnett, Gorgui Dieng, Nikola Pekovic ed Adreian Payne, senza contare gli arrivi di Damjan Rudez e Nemanja Bjelica.

…e adesso? Il contratto del giocatore è piuttosto oneroso, pari a circa 5.8 milioni di dollari: con ogni probabilità si negozierà un buy-out, ma pare profilarsi un interesse di Toronto, per quanto solo i Sixers e i Blazers siano gli unici ad avere le risorse per sostenere un contratto simile, in termini di salary-cap.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy