Non c’è pace per Jimmer Fredette, il tiratore dei Pelicans rispedito in D-League

Non c’è pace per Jimmer Fredette, il tiratore dei Pelicans rispedito in D-League

Commenta per primo!
blog-blogmediainc.netdna-ssl.com

Non si ferma l’ascensore che dall’NBA e ritorno, rispedisce il povero Jimmer Fredette in D-League, destinazione Westchester Knicks. L’ormai ex giocatore di New Orleans – appena 4 presenze con due punti totali – approda definitivamente nella franchigia che alla fine di ottobre lo aveva eletto a seconda scelta nel Draft della lega di sviluppo.

Ricordiamo che New Orleans aveva addirittura meditato la possibilità di chiedere alla NBA l’hardship exception, davvero un destino gramo per il tiratore che nel 2011, con la maglia di Brigham Young University, venne eletto giocatore dell’Anno della lega NCAA Basketball. In estate, dopo il taglio nel training camp pre-season dei Spurs, Fredette ha presto abbandonato l’alternativa europea come free agent. Anche a costo di una D-League che a questo punto gli toccherà, già a partire da lunedì prossimo, un cammino che forse potrebbe riservargli qualche decadale al piano di sopra, chissà…

Acquistato dai Kings il giorno stesso del draft come n.10 dei Bucks, sempre nel 2011 Fredette avevafatto incetta di premi, ben quattro, fra cui i John Woden Award. Segnò 28,2 punti di media, con un primato assoluto di 52 in una gara. Coi Kings 171 gare, 1197 punti, un high di 24 punti con 6 triple contro New York. Poi 8 gare coi Bulls (32 punti) e 50 gare e 178 punti l’ultima stagione coi Pelicans.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy