Querelle Trump-LeBron, Jordan e Melania si schierano con James

Querelle Trump-LeBron, Jordan e Melania si schierano con James

Il Presidente USA ha lanciato insulti a LeBron James via Twitter, ma sua moglie e MJ hanno preso le parti di LBJ.

di Marco Morandi

Tutto è iniziato con un’intervista di Don Lemon a LeBron James, in cui il neo Lakers aveva dichiarato apertamente che secondo lui il Presidente Trump usa lo sport per cercare di dividere le persone, quando invece dovrebbe unirle.
La risposta di Donald Trump non si è fatta attendere troppo, e su Twitter ha scritto:

“LeBron James è stato appena intervistato dal più stupido uomo della televisione, Don Lemon. Ha fatto sembrare Lebron intelligente, cosa non semplice da fare. I like Mike!”, riferendosi al ben noto ritornello di una vecchia pubblicità con Jordan come protagonista.

Lo stesso Jordan però ha rilasciato una dichiarazione ufficiale dopo quella del Presidente, in cui dice: “Sono al fianco di LJ. Sta facendo un lavoro incredibile per la sua comunità”.
Anche Melania Trump ha voltato le spalle al marito, appoggiando LeBron tramite la sua portavoce: “Sembra che LeBron James stia lavorando per fare cose buone per la nostra prossima generazione e come ha sempre fatto, la First Lady incoraggia chiunque ad avere un dialogo aperto a proposito dei bambini.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy