Rivoluzione Clippers

Rivoluzione Clippers

Commenta per primo!

Photo: BASKET Magazin

La Los Angeles del Basket in questi giorni sta vivendo con il fiato sospeso. Se i tifosi Giallo-viola dei Lakers tremano per la questione Howard, i “cugini” Bianco-rossi dei Clippers non possono dirsi più fortunati. In ballo c’è ovviamente la questione allenatore e la permanenza dell’uomo franchigia: Chris Paul. Recentemente Vinny Del Negro è stato sollevato dall’incarico di allenatore dei Clippers e, secondo alcuni rumors, il principale imputato per questa decisione pare che sia proprio Chris Paul che ha spinto per un cambio allenatore. Pare però che lo stesso Paul sia stato infastidito da queste voci, e ha voluto subito mettere in chiaro che ne lui ne Blake Griffin hanno in alcun modo influenzato la scelta di Sterling di cacciare Del Negro.

Tuttavia è difficile pensare che l’opinione di Paul non abbia pesato, dal momento che i Clippers vorrebbero disperatamente fargli firmare un estensione contrattuale che permetterebbe alla squadra Californiana di continuare a costruire su solide basi un team adatto per essere una contender al Titolo. Adesso la franchigia è alla ricerca di un capo allenatore. Sono stati individuati due possibili candidati: Lyonel Hollins, head coach dei Memphis Grizzlies e George Karl dei Denver Nuggets. Sembra difficile che si possa arrivare a Karl,fresco vincitore del premio come Coach dell’anno e che sembra voler rimanere a Denver. Inoltre Karl pare non soddisfare molto i critici che lo definiscono “Coach da Regular Season”. Discorso diverso per Hollins. A Memphis il cambio di dirigenza ha completamente cambiato i piani dei Grizzlies che hanno dato il “permesso” al loro capo allenatore di trattare con altre squadre, interrompendo così le trattative per il rinnovo contrattuale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy