Robert Horry: “Steph Curry è un attaccante più pericoloso del miglior Kobe.”

Robert Horry: “Steph Curry è un attaccante più pericoloso del miglior Kobe.”

Intervistato da un’emittente radio, Horry ha dichiarato che ritiene il 30 dei Warriors più forte con la palla in mano del Kobe degli anni d’oro.

Commenta per primo!

Robert Horry ha giocato nei Rockets di Olajuwon, negli Spurs di Duncan, Ginobili e Parker e nei Lakers di Bryant e O’Neal; tutta questa esperienza gli è valsa 7 anelli e il diritto di avere voce in capitolo quando si parla di grandi giocatori.
Intervistato da Sirius XM NBA Radio, Big Shot Rob ha detto la sua su chi sia l’attaccante più pericoloso dopo l’era Jordan, puntando su Stephen Curry:

Kobe al suo massimo non era un gran tiratore da tre. Era più il tipo da penetrazione, vado fino in fondo, ti schiaccio in faccia. Steph può penetrare al ferro ma anche metterla da metà campo, devi marcarlo in ogni momento. Kobe intorno al 2008/2009 era al massimo in carriera, ma il suo tiro da tre non era nulla rispetto a quello di Curry. Io credo che Steph in questo momento stia semplicemente giocando senza pensare. E il fatto è che lo fa segnando 30 punti in una grande squadra. Non buona, ma grande. Quindi io sceglierei Steph.”

Si può comunque ribaltare il discorso, perché Curry non ha minimamente la capacità che aveva il miglior Bryant di attaccare il ferro.
Se si prende in considerazione la stagione in cui Kobe ha segnato di più (il 2005/06, chiuso con 35.4 punti a partita) le cifre farebbero puntare su di lui, ma le statistiche sui 36 minuti avvantaggerebbero leggermente il Curry di quest’anno (31.7 punti contro i 31.1 del Bryant 2005).

Alla fine è sempre cosa ardua comparare due giocatori, ancora di più se hanno ruoli differenti come Steph e Kobe, e prendendo in considerazione i loro periodi migliori in carriera.

 

Fonte: Uproxx.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy