Sacramento, i 5 migliori momenti della storia della Sleep Train Arena

Sacramento, i 5 migliori momenti della storia della Sleep Train Arena

Ecco i cinque migliori momenti della storia del palazzetto che ospiterà stanotte l’ultima partita dei Sacramento Kings, prima che la franchigia californiana si sposti al nuovo Golden 1 Center per la prossima stagione.

La Sleep Train Arena – conosciuta precedentemente come ARCO Arena e Power Balance Pavilion – ospiterà stanotte l’ultima partita dei Sacramento Kings, contro Oklahoma City, prima che la franchigia californiana si sposti al nuovo Golden 1 Center per la prossima stagione.

Il palazzetto, inaugurato nel 1988, forse non gode dello stesso prestigio di “monumenti” come il Madison Square Garden, ma è allo stesso tempo uno degli impianti sportivi più caldi e suggestivi degli ultimi anni. Il segreto forse risiede nel numero limitato di posti a sedere, 17.000 sono pochi rispetto alla media nel livello NBA, e la sua totale disposizione verso la pallacanestro ha tenuto i tifosi di Sacramento sempre vicini all’azione.

In occasione dell’ultima partita ospitata dalla Sleep Train Arena, ecco i cinque migliori momenti della storia del palazzetto.

nba.com

5. CAVS @ SACRAMENTO, IL DEBUTTO DEL “RE” — Opening Night della stagione 2002-03, aspettative alle stelle, l’attenzione degli appassionati è rivolta verso l’ARCO Arena, dove farà il suo debutto LeBron James. La prima scelta del Draft precedente non deluderà le attese, mettendo a referto 25 punti conditi da 9 assist, 6 rimbalzi e 4 palle rubate. I Kings avranno la meglio su Cleveland, 106-92 il risultato finale, con tutto il quintetto base della formazione locale in doppia cifra.

 

www.sportsnet.ca
www.sportsnet.ca

4. RAGGIUNTI I 126 dBA NELL’ARENA: È WORLD RECORD — 15 novembre 2013. Riflettori puntati nuovamente sulla Sleep Train Arena, dove i tifosi dei Kings hanno battuto il Guinness World Record per la “Folla più Rumorosa” in un impianto sportivo. Nel palazzetto esaurito sono stati raggiunti i 126.0 dBA fra il terzo e l’ultimo quarto del match contro i Detroit Pistons. I Sacramento Kings furono poi premiati da un giudice ufficiale dei Guinness World Record.

 

3. 2010, TYREKE EVANS DECIDE MEMPHIS-SACRAMENTO — I Kings penultimi, nella Western Conference, ospitano i Memphis Grizzlies ottavi. Il match si decide negli ultimi secondi, con O.J. Mayo che regala il vantaggio ai suoi con 1.5 secondi da giocare. Sacramento ha esaurito i timeout, così le probabilità di sorpasso diventano minime, ma Tyreke Evans ha altre idee per la testa e con un tiro da metà campo decide l’incontro: 98-100 il finale.

 

2. SWEET HOME… SACRAMENTO — A partire dall’anno 2011, la separazione fra la città di Sacramento ed i Kings sembrava ormai certa, in quanto i fratelli Maloof, proprietari della franchigia, erano intenzionati a spostare la sede ad Anaheim. Dopo quella che doveva essere l’ultima partita dei Kings come franchigia di Sacramento, i tifosi della franchigia rimasero nell’Arena, regalando un emozionante momento insieme ai telecronisti locali Grant Napear e Jerry Reynolds. La situazione rimase poi in stand-by per due anni, fino a quando Vivek Ranadive divenne il nuovo proprietario della franchigia, che rimase così nella capitale della California.

 

nba.com

1. WCF 2002, GARA 5, “THE SHOT”: ESEGUE MIKE BIBBY — Una delle serie di Playoffs più drammatiche di sempre, quella fra i Lakers e i rivali Kings. Da una parte Shaquille O’Neal e Kobe Bryant, dall’altra Chris Webber, Vlade Divac e Mike Bibby. È proprio il playmaker uscito da Arizona che decide gara 5, realizzando il jumper della vittoria a 8.2 secondi dal termine. Sacramento accorcia così sul 3-2 grazie ai 23 di Bibby, oltre al suo game-winner, ed al 29+11 di Chris Webber. La folla dell’ARCO Arena è in delirio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy