“Sefolosha mi ha salvato la vita”

“Sefolosha mi ha salvato la vita”

Bella notizia per il giocatore svizzero.

Commenta per primo!

Il Salt Lake Tribune ha riportato il fatto capitato lo scorso mese sul fiume Provo  nello stato a maggioranza mormone.

“Non ha realizzato come fossi realmente in grave difficoltà”, ha affermato Lori Clark, la donna salvata da Sefolosha. “Mi ha veramente salvato la vita quel giorno”.

Il 33enne dei Jazz ha deciso di andare a fare rafting con la moglie e i due figli. “Non sapevamo cosa aspettarci realmente dal fiume, ma si è rivelato abbastanza difficile da scendere”, ha detto la guardia NBA vista anche a Biella ad inizio carriera.

La donna non è riuscita a maneggiare la barca e si è capovolta, facendosi trasportare dalla corrente. Ma mancavano ancora una ventina di minuti alla fine della discesa. Ha sbattuto varie volte sulle rocce procurandosi botte e ferite: “Proprio nel momento in cui non ce la facevo più, è arrivato lui. Ha chiesto se poteva aiutarmi ed è riuscito a tirarmi su sulla sua barca. Forse non si è reso conto, ma mi ha veramente salvato la vita”.

La donna, calmatasi, ha provato a capire chi fossero queste persone che stavano parlando in una lingua diversa dall’inglese. “Mi ha solo detto che lavorava per i Jazz e che da poco si è spostato da Atlanta, ma non mi ha detto che era un giocatore. L’avevo intuito solamente dai piedi che erano veramente grandi”, ha detto la Clark.

Dopo quei venti minuti di discesa, la famiglia Sefolosha ha lasciato la donna in terraferma in modo che si riprendesse e si asciugasse. Il giorno dopo il giocatore ha chiamato la donna per assicurarsi che stesse bene.

“È davvero bello guardare i Jazz ora, sapendo che nella loro squadra hanno una persona davvero buona su cui contare”, ha concluso la donna fortunata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy