Silver: cambiate le regole per l’Hack-a-Shaq, niente più supersquadre

Silver: cambiate le regole per l’Hack-a-Shaq, niente più supersquadre

Con un comunicato stampa, l’NBA ha approvato nuove regole per rendere più complicato l’utilizzo dell’Hack-a-Shaq. Silver, inoltre, ha rilasciato anche importanti dichiarazioni sul futuro della lega.

Commenta per primo!

L’Hack-a-Shaq, per chi non lo sapesse, è una strategia utilizzata nella pallacanestro, che consiste nel fare fallo intenzionalmente sul giocatore della squadra avversaria le cui percentuali di tiro libero sono sufficientemente basse per essere mandato ripetutamente in lunetta, con lo scopo di bloccare il ritmo di gioco e guadagnare successivamente il possesso senza aver subito particolari danni nel punteggio.

Negli ultimi anni, complici anche i pessimi tiratori ai liberi, tra i quali Dwight Howard, Andre Drummond e DeAndre Jordan, molte squadre hanno abusato nell’utilizzare questa strategia, non giovando così allo spettacolo, che viene decisamente a mancare quando le partite si allungano e vengono ripetutamente fermate nel loro flusso naturale per vedere giocatori come quelli citati precedentemente viaggiare in lunetta anche più di 20 volte, per via di falli lontani dall’azione di gioco.

L’NBA, quindi, ha ben pensato di adottare delle soluzioni per rendere più difficile l’utilizzo di questa strategia, e ieri con un comunicato stampa sono state messe giù per iscritto le tre nuove regole per le situazioni descritte precedentemente, che verranno adottate già a partire dalla prossima regular season:

  1. La regola attualmente in vigore sui falli lontani dall’azione di gioco applicabile negli ultimi due minuti del quarto periodo (e negli ultimi due minuti di ogni overtime) – che consiste nel premiare con un tiro libero e un successivo possesso della palla la squadra che ha ricevuto il fallo – verrà estesa anche negli ultimi due minuti di ogni periodo.
  2. Nelle situazioni di rimessa del pallone in gioco fuori dal campo, un fallo difensivo in ogni punto durante la partita che è stato realizzato prima che la palla sia stata rimessa in gioco (include una “legittima” o “naturale” azione di gioco in cui un difensore lotta su un blocco) verrà gestito allo stesso modo di un fallo registrato negli ultimi due minuti di ogni periodo (tiro libero e possesso della palla).
  3. Le regole sui ‘flagrant foul’ verranno usate per proteggersi contro ogni fallo intenzionale eccessivamente cattivo o pericoloso. In particolare, verrà presuntivamente considerato un ‘flagrant foul’ se un giocatore salterà sulla schiena di un avversario con l’intento di effettuare un fallo intenzionale. Prima, questi tipi di falli erano soggetti a venire chiamati ‘flagrant’, ma non in maniera automatica.

Oltre al rilascio di queste importanti modifiche, il commissioner dell’NBA Adam Silver ha espresso delle opinioni a riguardo della creazione di supersquadre all’interno della lega, nel caso più recente quella dei Golden State Warriors: “Non penso sia una cosa positiva per la lega,” – ha dichiarato Silver ai numerosi reporters presenti a Las Vegas in una conferenza stampa in cui sono stati toccati vari argomenti, fra i quali lo status di Charlotte come città ospitante del prossimo All-Star weekend.

“Nel caso di Kevin Durant io rispetto assolutamente la sua decisione: dal momento in cui lui è diventato free agent, ha dovuto prendere una decisione giusta per i suoi interessi. Detto ciò, io penso di mantenere questi principi… nei termini in cui è necessario creare una lega dove ogni squadra ha l’opportunità di competere, penso però di dover riesaminare alcune parti del nostro sistema.”

Secondo Adam Silver, è importante far capire ai tifosi che ogni squadra, a prescindere dal suo mercato, può competere ad alti livelli se gestita nel migliore dei modi. Speriamo che effettivamente in futuro sia così, e che gli stessi Oklahoma City Thunder riescano a ricostruire nel migliore dei modi per tornare ad alti livelli!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy