Sindacato giocatori, sarà LeBron James il prossimo presidente?

Sindacato giocatori, sarà LeBron James il prossimo presidente?

Photo: zimbio.com

LeBron James potrebbe candidarsi alla presidenza della National Basketball Players Association. Stando a fonti vicine al giocatore, la stella degli Heat starebbe fortemente prendendo in considerazione l’ipotesi, con la poltrona di presidente, attualmente detenuta da Fisher, che diventerà vacante al termine dell’estate. Il fattore più importante che influenzerà la decisione di LBJ sarà il tempo da impiegare per la carica: James, oltre agli stessi allenamenti e match di campionato, è molto impegnato con i suoi numerosi sponsor e con attività per conto di NBA Cares. Eppure, sembra che il Prescelto abbia già rimuginato sulla questione e sia pronto a esporsi in prima linea nel sindacato giocatori.

La situazione interna al sindacato, in questo momento, non è però tra le più rosee. Non è ancora stato nominato infatti il successore del direttore generale Billy Hunter, estromesso a febbraio dal sindacato tramite una votazione, e non sembra che al momento vi sia nessuno pronto a prenderne il posto. L’ex executive director era stato accusato di irregolarità nella gestione dei fondi dell’associazione. LeBron James ha iniziato a impegnarsi nell’attività sindacale già a partire dal 2011, quando ha frequentato sessioni di contrattazione con i proprietari durante il lockout. Se nominato presidente, il quattro volte MVP risulterebbe come uno dei giocatori di più alto profilo a ricoprire il ruolo dai tempi di Pat Ewign, all’inizio degli anni ’90.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy