Steph Curry e la sua idea di punti nelle mani

Steph Curry e la sua idea di punti nelle mani

Commenta per primo!
hooptrends.com

Sembra che, più che scalare puntando alla vetta dell’Olimpo, Steph Curry stia tentando di abbatterlo dalle fondamenta per costituire un nuovo ordine. Le gesta di questo inizio di stagione del 30 e dei suoi Warriors sono negli occhi e sulla bocca di appassionati e non, e la domanda che li pervade ogni qual volta ammirano tale spettacolo è: quale sarà il limite di questo qua che tira col 47% dal perimetro e viaggia 33.3 di media in stagione? A provare a rispondere è lo stesso Curry, che ai microfoni di Marc Spears di Yahoo Sports ha dichiarato di poter ambire ai 75 punti come career-high, e che i 100 fatti registrare dall’iconico Wilt sarebbero tosti da raggiungere. Tosti, non impensabili. Ha anche aggiunto la ricetta per il record personale, sarebbe a dire 48 facili minuti a partita con 20 modici tiri in più rispetto agli attuali.

Insomma un Buzz Lightyear un po’ più cauto il nostro Steph, che pone parecchio in alto la sua asticella personale e indossa una casacca col mirino al centro per i difensori della lega, qualora ce ne fosse il bisogno. Dovesse riuscirci, tutti rimarremmo una volta di più a bocca aperta. Tutti tranne lui, che ha pensato bene di avvisarci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy