Thabo Sefolosha pronto a tornare, tra quintetto e processi: “Ho rifiutato il patteggiamento.”

Thabo Sefolosha pronto a tornare, tra quintetto e processi: “Ho rifiutato il patteggiamento.”

Commenta per primo!
nbcprobasketballtalk.files.wordpress.com

Ancora una volta a bordo campo, ma per poco. Thabo Sefolosha infatti è pronto a tornare, ancora con la maglia degli Hawks, per provare archiviare una stagione tutt’altro che brillante o idilliaca. Per l’ex Biella infatti è ancora vivo il ricordo del 31 marzo, quando a Manhattan Chris Copeland e consorte furono accoltellati, e assieme Pero Antic veniva fermato per aver intralciato la manovra di esecuzione dei poliziotti. Se si pensa poi che il tutto sia avvenuto al termine di una fuga inutile e dannosa (4 poliziotti vs Thabo, ndr), con tanto di trauma alla gamba destra (durante la stagione soffrì alla caviglia dello stesso arto, ndr), è inutile dire che oltre al danno si aggiunga anche la beffa.

Thabo in stagione viaggiava ad una media di 5 punti e 4 rimbalzi in 19 minuti a partita, cifre classiche per uno che dalla panchina dava sempre il suo, soprattutto in difesa, un suo che è servito ad Atlanta, sulla strada del franchise-record di 60 vittorie e della top seed a Est.

Le accuse contro Antic sono cadute, mentre Sefolosha rifiutato il patteggiamento di un solo giorno di servizio alla comunità. L’inizio del dibattimento è previsto per lunedì a New York. “Sono molto fiducioso, ma allo stesso tempo non è qualcosa a cui sono abituato. Io davvero non so cosa succederà, e non voglio parlare troppo di questo, ma so nel mio cuore che io (non ho fatto) niente di male. ”

L’onere del caso – e la possibilità di una causa civile contro la polizia – è una distrazione che Sefolosha preferirebbe non avere, mentre si prepara per una nuova stagione e la possibilità di entrare nello starting line-up degli Hawks. “E ‘sicuramente nella mia mente”, ha detto. “Non è il momento migliore a che fare con tutto questo. Ma ciò deve essere fatto. Sto cercando di essere forte per la mia famiglia, i miei compagni di squadra e la mia squadra, cercando di fare ciò che è giusto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy