Top 10: i migliori “Big Three” della prossima stagione NBA

Top 10: i migliori “Big Three” della prossima stagione NBA

Commenta per primo!

Photo: nba.si.com
Dopo l’approdo a Miami di Chris Bosh dai Toronto Raptors e di LeBron James dai Cavs, con Wade già in maglia Heat, in tutta l’America ha spopolato il mito dei così detti “Big Three”. Proprio i tre appena citati, dopo una stagione di ambientamento, hanno vinto due titoli consacrando il nome che gli avevano affibbiato i media americani. Ora è una vera e propria moda, e la maggior parte delle franchigie, hanno tre giocatori di riferimento su cui puntare per arrivare il più lontano possibile nei playoff.  Analizziamo i migliori “Big Three” della lega proiettandoli nella prossima stagione: 1. LeBron James, Dwyane Wade, Chris Bosh Ormai è il numero 6 a dominare l’NBA, con Wade e Bosh che hanno accettato il ruolo di minor prestigio nell’economia della squadra. Questa sarà la quarta stagione assieme, e dopo due titoli vinti assieme, la sensazione è che potrebbero non fermasi a questo punto.
Photo: sbnation.com
2. Deron Williams, Paul Pierce, Kevin Garnett Con la classe di Joe Johnson e Brook Lopez, e la profondità di una panchina molto ricca, potrebbero essere chiamati “Big Five”. Ricchi di esperienza, con anelli già al dito da anni, gli ex Celtics Pierce e Garnett, cercano fortuna a Brooklyn, guidati da Deron Williams, che in cabina di regia, con una squadra di questo livello potrebbe fare il salto di qualità di cui molti parlano da un paio di anni. 3. Russell Westbrook, Kevin Durant, Serge Ibaka Dopo gli sfortunati scorsi playoff, con l’infortunio al ginocchio di Russel Westbrook, i tre di Oklahoma City, con tutta la loro freschezza, continuano a cercare il titolo, a cui erano andati molto vicini due anni fa. Durant migliora sotto ogni aspetto del suo gioco, di stagione in stagione, Westbrook presumibilmente tornerà la dinamo che era prima dell’infortunio e Ibaka, soprattutto difensivamente, darà il suo solito contributo. 4. Derrick Rose, Joakim Noah, Luol Deng Anche loro, come i Thunder, sono in cerca di riscatto. Rose ha recuperato dall’infortunio che l’ha tenuto lontano dal parquet per tutta la scorsa stagione, ma la voglia di vincere è tanta e lo dimostrerà sul campo, affiancato da un difensore incredibile come Noah e un giocatore più che affidabile come Deng.
Photo: rantsports.com
5. Tony Parker, Tim Duncan, Manu Ginobili Forse il treno è già passato, e i tre alla corte di Popovich l’hanno perso, ma non si può mai dare per morti dei giocatori di questo livello cestistico, anche se la loro veneranda età potrebbe giustificarlo. L’esplosione di Kawhi Leonard e di Danny Green, comunque da ancora un briciolo di forza e freschezza per arrivare al traguardo che nella scorsa stagione hanno solamente sfiorato. 6. Paul George, David West, Roy Hibbert Col rientro di Danny Granger, andranno a formare uno dei quintetti più intriganti della lega. Con un gioco ormai superato, di “big ball”, ovvero due lunghi in area(West e Hibbert), potrebbero mettere in difficoltà parecchie squadre che ormai giocano con quintetti più piccoli. George, definito il nuovo Scottie Pippen, rimasto a Indiana, nonostante l’interesse dei Lakers,  ormai ha un peso specifico nell’NBA e vorrebbe riuscire a vincere con questa maglia. 7. Mike Conley, Zach Randolph, Marc Gasol Anche loro, come i Pacers, giocano una pallacanestro di “big ball”, e la classe di Randolph e Gasol è rara per giocatori di quel tipo. Mike Conley è in continua crescita e ormai l’attacco dei Grizzlies parte dalle sue mani educate. 8. James Harden, Chandler Parsons, Dwight Howard Finalmente il centro, che lo scorso anno ha sofferto tanto la presenza di Kobe in squadra, è approdato ai Rockets e assieme alla classe del barba, che ormai si è affermato totalmente in NBA, possono puntare ad alti livelli, con una squadra giovane e piena di talento che ancora, però, ha bisogno di qualche altro innesto.
Photo: clipsnation.com
9. Chris Paul, Blake Griffin, Jamal Crawford Con l’arrivo di coach Doc Rivers, a Los Angeles sponda Clippers, dovrebbe esserci più organizzazione a livello di gioco. Paul e Griffin ormai sono delle certezze nell’NBA, e con una squadra solida alle spalle ci si può aspettare una stagione di alto livello. 10. Kobe Bryant, Pau Gasol, Steve Nash Con l’infortunio del Black Mamba, i Big Three dei Lakers non sono per niente avvantaggiati nella corsa al titolo. La veneranda età di Nash e Gasol, con tutti gli infortuni subiti nella scorsa stagione, sicuramente, non fanno sognare i tifosi giallo-viola, ma l’esperienza potra essere sicuramente una carta importante da giocare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy