Vlade Divac: “Per colpa mia, Bryant avrebbe potuto non essere mai un Laker.”

Vlade Divac: “Per colpa mia, Bryant avrebbe potuto non essere mai un Laker.”

Commenta per primo!
pbs.twimg.com

 

Nel Draft del 1996 Kobe Bryant venne scelto dagli Hornets come moneta di scambio per arrivare a Vlade Divac, allora ai Lakers.
Quando però venne messo al corrente dal suo GM Jerry West della cosa, il serbo pensò seriamente al ritiro piuttosto che ad andare a giocare a Charlotte. Il suo amore per i Lakers e in generale per Los Angeles non poteva essere messo in secondo piano, e l’idea di West di riuscire ad avere Bryant e di aprire lo spazio salariale per raggiungere anche Shaquille O’Neal sembrava dover sfumare.

“Io sentivo di giocare a basket per divertirmi, ma quello non sarebbe stato divertente.” Così ha dichiarato pochi giorni fa Vlade Divac, attuale deus ex machina dei Sacramento Kings, aggiungendo: “Se qualcuno prima mi avesse chiesto: – Vlade, andrai a giocare a basket laggiù (a Charlotte)?- non sarebbe mai successo. Ho parlato a mia moglie e le ho detto che mi sarei ritirato.”

Divac al momento era in Europa, e un provvidenziale incontro con Jerry West lo convinse ad accettare quello che poi lui stesso definì “lo scambio migliore nella storia dell’NBA”. Lasciò quindi i Lakers per accasarsi 2 stagioni con gli Hornets, quindi altre 6 con i Kings e infine tornò ai Lakers per l’ultimo anno in pantaloncini corti, seppur gravemente travagliato dagli infortuni.

Kobe Bryant giocherà proprio stanotte la sua ultima gara sul campo dei Kings, e Vlade sarà protagonista della cerimonia nel pregara in onore dell’avversario prossimo al ritiro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy