We the north goin’ forth: i Raptors che saranno

La stagione dei Toronto Raptors si è appena conclusa a sole due gare dalle NBA Finals, ma è già tempo di bilanci in Canada, tanto che saranno molteplici le scelte che il GM Masai Ujiri dovrà operare in off-season.

Commenta per primo!

Di Alberto Guerrini

La stagione dei Toronto Raptors si è appena conclusa a sole due gare dalle NBA Finals, ma è già tempo di bilanci in Canada, tanto che saranno molteplici le scelte che il GM Masai Ujiri dovrà operare in off-season.

La prima riguarda la guardia realizzatrice DeMar DeRozan, su cui pende un’opzione da nove milioni e mezzo a favore del giocatore. Il prodotto di USC avrà la ghiottissima opportunità di monetizzare dopo la stagione positiva appena conclusasi e non c’è una singola possibilità che Ujiri possa dissuaderlo dal fare ciò. Sicuramente la portata del contratto a cui avrà diritto DeRozan potrebbe spaventare Ujiri (parliamo di un quinquennale da oltre 144 milioni di dollari), ma il giocatore sembra convintissimo di continuare a far parte del progetto Raptors, nonostante voci che lo rivorrebbero nella natìa Los Angeles, sponda Lakers. Nell’intervista rilasciata a seguito della sconfitta maturata in gara-6 contro i Cleveland Cavaliers, lo swingman di Compton ha giurato fedeltà ai Raptors aggiungendo che sarebbe meraviglioso chiudere la carriera a Toronto. Ujiri avvisato.

L’altro pezzo pregiato che potrebbe attrarre numerosi acquirenti nel frenetico bazar della off-season NBA è il centrone Bismack Biyombo. Il congolese avrà anch’egli a disposizione una player option da 2.9 milioni di dollari, e come nel caso DeRozan non esiste una singola chance che venga esercitata, soprattutto in seguito al clamore che ne ha accompagnato le mirabili prestazioni durante questa post-season. Numerosi rumours (già riportati in precedenza dalla nostra redazione) vedono Biyombo alla ricerca di un contratto da circa 15 milioni di dollari annui. Anche in questo caso Ujiri sembra intenzionato a venirne incontro alle richieste (ha recentemente dichiarato che i Raptors faranno “qualunque cosa” per trattenerlo), ma occorrerà prestare attenzione ad eventuali aste al rialzo e alla delicata situazione salariale dei Toronto Raptors a fronte del probabile (e costoso) rinnovo di DeRozan. Biyombo si è detto disponibile ad accettare anche un ruolo da riserva palesando le sue ambizione di essere parte di un progetto vincente, ma sarà difficile e quantomeno rischioso impegnare circa 30M tra il giovane numero #8 dei Raptors e il lituano Jonas Valanciunas, a maggior ragione constatatasi la totale incompatibilità dei due in campo.

Sicura invece sarà la riconferma al timone della franchigia canadese dell’head-coach Dwane Casey; Ujiri, dopo averne messo in discussione la posizione in caso di prematura uscita al primo turno, sarebbe pronto a rinegoziarne il contratto prolungandone la permanenza con un ritocco al rialzo del salario annuale, à la Terry Stotts.

Sarà un’estate insolitamente molto calda, quasi rovente, in quel di Toronto, si consiglia un buon ventilatore e un braccino non troppo corto, alla Caboclo, per intenderci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy