Bulls primi nella Eastern, Granger stende NY

Bulls primi nella Eastern, Granger stende NY

 

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks 104-101

Con la vittoria sui Mavericks (47-20), i Blazers (38-29) raggiungono gli Hornets di Marco Belinelli al sesto posto nella Western Conference. Mavericks sconfitti nonostante abbiano realizzato tutti i primi undici tentativi dal campo e abbiano chiuso la partita con quasi il 60%. Dallas, dopo il match di Oakland contro gli Warriors, sfiderà San Antonio nel derby texano. Decisivo Brandon Roy, con 17 punti nel solo secondo tempo (21 totali); mentre Andre Miller, reduce da uno 0/8 nella partita precedente, ha ancora deluso con un 2/9. Hanno inciso particolarmente sul risultato i 22 punti segnati dai Blazers conseguenti alle 15 palle perse dei Mavs.

Nowitzki e Beaubois segnano 14 dei primi 20 punti dei Mavericks, regalando a Dallas un leggero vantaggio iniziale, che dura quasi invariato fino al termine del primo quarto, chiuso da un canestro di Fernandez sulla sirena (29-32). Dallas prova la fuga portandosi sul +8, ma Matthews e Aldridge sono scatenati e segnano in coppia 31 punti nel solo primo tempo, che si conclude sul 53-56 per i texani. Dopo un nuovo +8 Mavericks, Aldridge continua a segnare e pareggia al 34’. Negli ultimi tre minuti del terzo quarto, Roy segna 7 punti e i Blazers sono ora in vantaggio per 82-80. Quando mancano quattro minuti, una schiacciata di Aldridge (trentesimo punto) regala un apparentemente rassicurante +6, ma in un attimo Nowitzki e Terry riportano i Mavs in gara (100-99). Roy segna quattro punti e i Mavericks, sul -3, hanno l’ultimo possesso: Nowitzki sbaglia però dall’angolo l’ultimo tiro.

TRAIL BLAZERS: Aldridge 30 (13/25, 4/7 tl), Roy 21, Matthews 18; rimbalzi: Aldridge, Camby 8; assist: Batum 5

MAVERICKS: Nowitzki 28 (9/14, 1/3 da 3, 9/9 tl), Marion 18, Beaubois 16; rimbalzi: Nowitzki 11, assist: Kidd 14

 

Atlanta Hawks – Milwaukee Bucks 110-85

Atlanta (39-28) sconfigge facilmente i Bucks (26-40) affidandosi soprattutto al tiro da tre (11/19, 63%). Joe Johnson, che dal perimetro aveva tirato con l’11% (3/27) nelle precedenti nove partite, si è riscattato alla grande con un 6/9.

Milwaukee parte bene e si porta in vantaggio con 5 punti di Carlos Delfino, ma gli Hawks raggiungono i Bucks all’ottavo minuto e, con un parziale 14-0, scappano sul 28-17 di fine primo quarto (21 punti della coppia Smith/Johnson). Johnson continua la sua striscia di canestri con due triple che aprono il secondo quarto. La partita diventa decisamente in discesa per gli Hawks, con Johnson che realizza altri tre canestri dall’arco nel solo secondo quarto. Atlanta, in vantaggio nel corso del quarto quarto anche di 33 punti, vince per 110-85.

HAWKS: Johnson 36 (13/19, 6/9 da 3, 4/4 tl), Smith 17, Williams 16; rimbalzi: Smith 14; assist: Crawford 8

BUCKS: Bogut 21 (10/17, 1/1 tl), Delfino 13, Maggette 11; rimbalzi: Bogut 13; assist: Salmons, Barron 4

 

Indiana Pacers – New York Knicks 119-117

Nel finale i Pacers (29-38) vincono la partita contro i New York Knicks (34-32), prolungando la striscia di sconfitte della compagine della grande mela, ora giunta a tre. Decisivo un canestro di Danny Granger, che aveva saltato il precedente incontro tra Indiana e New York. Ancora grande partita per Tyler Hansbrough, che ritocca nuovamente il suo career-high segnando 30 punti. Billups, da quando è ritornato dall’infortunio, non è ancora riuscito a segnare dall’arco (0/11). Indiana affronterà nei prossimi giorni i vertici della Eastern, Boston e Chicago.

La partita rimane in forte equilibrio nel primo quarto, quando i canestri di Hansbrough (11 punti nella prima frazione) permettono a Indiana di portarsi in vantaggio per 29-27. Il primo tentativo di fuga è degli stessi Pacers che si portano sul +9 (37-28), ma i Knicks sfruttano il perimetro per rimanere a contatto e solo un canestro di Collison nei secondi finali del secondo quarto rimette tre punti tra le due squadre (57-54). Hansbrough riprende la sua striscia incredibile segnando i primi tre canestri dei Pacers nel terzo quarto, i Knicks trovano però il vantaggio con un canestro di Williams dopo una tripla di Landry Fields. Indiana reagisce prontamente e, dopo essersi riportata in vantaggio, con i canestri di Hansbrough e Granger scappa sul +15. Ma i Knicks non sono morti, e rientrano con un parziale 12-0 (87-84). Le due squadre rispondono colpo su colpo, con New York addirittura in vantaggio a 4’ dalla fine. Knicks e Pacers sono in parità quando inizia l’ultimo minuto di gioco (112-112): dopo un canestro di Hibbert, la tripla di Douglas proietta New York davanti, ma subito Collison e un libero di George regalano il vantaggio a Indiana (117-115). Anthony lascia sul posto Granger per segnare in penetrazione il pareggio, ma lo stesso Granger, allo scadere, s’inventa uno splendido palleggio, arresto e tiro e regala la vittoria ai padroni di casa.

PACERS: Hansbrough 30 (12/17, 6/8 tl), Granger 26, Collison 24; rimbalzi: Hibbert 12; assist: Collison 9

KNICKS: Anthony 29 (10/20, 2/5 da 3, 6/7 tl), Stoudemire 21, Fields e Douglas 17; rimbalzi: Stoudemire 10; assist: Billups, Fields 5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy