Dallas e Denver asfaltano New York e Phoenix

Dallas e Denver asfaltano New York e Phoenix

Commenta per primo!


Dallas Mavericks-New York Knicks 127-109

I Mavericks (47W 18L) si riprendono dopo la sconfitta di New Orleans (fallo di Kidd su tiro da 3 di Jack, che ha poi segnato i 3 liberi della vittoria) dominando in lungo e in largo i Knicks (34W 30L) di Anthony e Stoudemire. L’inizio di match è equilibrato (14-14 al 7’) con 5 di Chandler e Beaubois da una parte e 4 per Douglas, Anthony e Fields dall’altra. Ma i Mavs piazzano il parzialone sul finale di quarto portandosi sul +10 (31-21 al 12’) grazie a Marion e Beaubois, mentre per i Knicks (con 7 punti) il protagonista è Williams.

Anthony e Stoudemire sono sotto tono e anche a inizio secondo quarto il ritmo è imposto dai padroni di casa, che con Terry si portano fino al +19 (47-28 al 17’). Le due stelle di New York iniziano a segnare, ma i giocatori di Dallas sono tutti in ritmo e si dividono i punti. Le bombe di Kidd e i canestri di Terry (14 punti nel primo tempo) permettono a Dallas di chiudere il primo tempo sopra 72-51. Anche nel terzo periodo i texani ne hanno di più e con i canestri di Nowitzki, Marion e Haywood si portano sul +26 (90-64 al 30’). Stoudemire, però, nel terzo periodo è una furia. Segna 18 punti, portandosi a quota 30, e riporta i suoi sul -13, dimezzando lo svantaggio (96-83 al 35’). Ma la rimonta Knicks viene placata da Nowitzki e Terry che rimettono 19 punti di distanza tra le due squadre (110-91 al 41’). Douglas (18 punti) e Fields (19 punti) ci riprovano e NY si ritrova a -11 con 4’ da giocare. I Mavs, però, non si fanno impressionare. Piazzano un altro parziale 10-0 e chiudono la partita sul 127-109 finale.

Tabellino:
Dallas Mavericks: Marion 22 (8 rimbalzi), Nowitzki 23 (9 rimbalzi), Chandler 9 (8 rimbalzi), Beaubois 14 (6 assist), Kidd 6 (8 assist), Haywood 12 (8 rimbalzi), Cardinal 5, Terry 21, Barea 8, Brewer 7, Mahinmi. Coach Carlisle
New York Knicks: Anthony 18 (10 rimbalzi), Stoudemire 36 (7 rimbalzi), Jeffries 2, Douglas 18 (8 assist), Fields 19, Williams 14, Mason, Turiaf, Carter 2, Walker. Coach D’Antoni

Phoenix Suns-Denver Nuggets 97-116
I Denver Nuggets (38W 27L), ancora privi di Danilo Gallinari, vincono e convincono in casa dei Phoenix Suns (33W 30L), che hanno avuto troppo poco dalla coppia Carter-Nash (la somma delle loro statistiche risulta essere 13 punti con 4/15 dal campo). I Nuggets si portano subito a +10 grazie ai 7 punti a testa di Chandler e Nenè (12-22 al 7’). Andersen e Nenè continuano a segnare, ma i canestri di Gortat e i 5 assist nel quarto di Nash permettono ai padroni di casa di chiudere il quarto a -5 (25-30 al 12’). In apertura di secondo periodo Gortat e Dudley riportano a -2 i Suns, ma Smith e Harrington scaldano la mano facendo riscappare i Nuggets (38-50 al 20’). Nash (primi 4 punti della partita), Gortat (già a quota 14) e Warrick (a quota 11) propiziano il contro parziale fino al -4 a 1’25” dalla fine. Poi Chandler e Nenè producono un break di 6-0, chiudendo il primo tempo sul 49-59 per i Nuggets. Il secondo tempo è targato Lawson (16 punti dei 20 totali) che porta, insieme al solito Nenè (già a quota 18 a metà terzo quarto) Denver fino al +16 (57-73 al 30’). I Suns non riescono a reagire e al 35’, una schiacciatona di Andersen porta gli ospiti a raggiungere il +24. Il terzo quarto si chiude, con parziale di 31-17, sul 66-90 per Denver. L’ultimo periodo serve solo per le statistiche, vanno infatti a segno anche Koufos, Mozgov, Siler, Dowdell e Childress. Vincono, quindi, i Nuggets per 116 a 97.

Tabellino:
Phoenix Suns: Hill 12, Warrick 12, Lopez 6, Carter 6, Nash 7, Gortat 14 (18 rimbalzi), Pietrus 7, Dudley 13, Brooks 9, Childress 5, Dowdell 4, Siler 2. Coach Gentry
Denver Nuggets: Chandler 16, Martin 8, Nenè 22, Forbes 5 (9 rimbalzi), Lawson 20 (11 assist), Felton 5, Smith 12, Andersen 12, Harrington 6, Mozgov 6, Koufos 4. Coach Karl

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy