Difesa e Kobe, i Lakers sono in semifinale

Difesa e Kobe, i Lakers sono in semifinale

Una gara-6 che ha rispecchiato la reale supremazia dei Lakers: non più limitati a rimbalzo dal settore menomato di lunghi di NOH, senza più subire una tripla doppia di Chris Paul e lasciandosi dietro anche l’ansia “da prestazione” che aveva accompagnato i gialloviola per tutto il mese di aprile e, probabilmente, anche in gara-1.

I Lakers hanno espugnato il parquet di New Orleans 98-80, chiudendo la serie 4-2; il prossimo turno, almeno sulla carta ben più impegnativo, vedrà Kobe Bryant e compagni opposti ai Dallas Mavericks: gara-1 delle semifinali avrà luogo lunedì allo Staples Center.

Ancora una volta il trascinatore e leader è Kobe Bryant, che gioca alla grande, incurante della distorsione alla caviglia, chiudendo il match con 24 punti in 30’, con un percorso netto (10/10 dalla lunetta).

Finalmente Bynum comincia a dimostrare una buona continuità nelle sue prestazioni, dominando anche questa volta l’area pitturata e il rispettivo avversario; tralasciando l’impatto offensivo (18 punti e 12 rimbalzi), la statistica che più impressione riguarda lo score offensivo di Emeka Okafor: 6.2 punti in 36’ di media nella serie quando il colosso dei Lakers è in campo, mentre il rendimento sale a 14.4 punti di media quando Bynum è seduto in panchina.

Chris Paul spiega, in modo un po’ pittoresco, a fine gara come sia estremamente difficile fermare Bynum, dato che “è tre volte più grande di qualsiasi altro giocatore sul parquet”.

Bene l’intera batteria di lunghi per i Lakers, con Gasol (16 punti e 8 rimbalzi) e Odom (14 punti e 8 rimbalzi) che permettono a LA di dominare la statistica di “secondi tiri dopo rimbalzi offensivi”, segnando addirittura 21 punti in questo modo, in confronto ai miseri 4 di New Orleans.

Piuttosto equilibrato il match nei primi due quarti (l’intervallo si chiude sul 40-34 per i Lakers), mentre nel terzo quarto il parziale decisivo nasce dall’energica ed aggressiva difesa dei Lakers che possono allungare il vantaggio fino ad oltre venti punti e gestire fino al termine con relativa facilità.

Los Angeles Lakers

Artest 4, Gasol 16, Bynum 18, Bryant 24, Fisher 6, Odom 14, Brown 8, Barnes 8, Blake.

New Orleans Hornets

Ariza 12, Landry 19, Okafor 7, Belinelli 11, Paul 10, Gray, Green 9, Smith 4, Jack 6, Mbenga, Pondexter 2.

Rimbalzi

Bynum 12, Odom e Gasol 8, Barnes e Artest 5

Paul 8, Okafor 7

Assist

Artest 5, Gasol, Odom e Blake 4

Paul 11, Ariza 5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy