Gli Hawks implodono a Orlando, si va a gara 6

Gli Hawks implodono a Orlando, si va a gara 6

Commenta per primo!

Orlando Magic – Atlanta Hawks 101-76

Orlando Magic: Turkoglu 9, Bass 9, Howard 8, J. Richardson 17, Nelson 9, Q. Richardson 7, Anderson 11, Redick 14, Arenas 9, Allen 1, Clark 2, Duhon 5.

Atlanta Hawks: Smith 22, Horford 9, Collins, Johnson 5, Hinrich 6, Williams 12, Crawford 8, Pachulia 4, Teague 5, Wilkins 2, Powell 2, Armstrong 1.

Pesante battuta d’arresto per gli Atlanta Hawks, che forse hanno giocato con la testa già rivolta alla decisiva gara 6 che disputeranno davanti al proprio pubblico. In ogni caso, la prestazione fornita dagli Hawks non era certamente quello che ci voleva per preparare al meglio gara 6. Infatti gli Hawks hanno perso di 25 punti nonostante un Dwight Howard da 8 punti, 8 rimbalzi e 4 falli in 28’. Dwight ha peraltro tirato solo 4 volte dal campo, con un solo tentativo a segno. Inoltre, il 42% da 3 dei Magic (che avevano tirato col 22% nelle quattro precedenti partite) può essere una forte iniezione di fiducia per la squadra di coach Van Gundy. La chiave della partita è stata senza dubbio la cattiva prestazione della coppia Crawford/Johnson che tanto male aveva fatto ai Magic nelle prime quattro partite della serie. I Magic hanno ora tutti gli strumenti per affrontare gara 6 con la convinzione di poter riportare la serie ad Orlando per l’ultima partita, con il vantaggio del fattore campo e l’inerzia per aver ribaltato una serie che sembrava irrimediabilmente compromessa. La stagione della squadra di Stan Van Gundy gira tutta intorno ai prossimi 48 minuti.

L’inizio è molto equilibrato e Atlanta e Orlando si rispondono colpo su colpo, fino a che una tripla di Jameer Nelson seguito da un canestro dello stesso dà il vantaggio ai Magic (10-8). Bass, con un canestro e fallo ed altri due tiri liberi, dà vita al primo break della partita, proseguito da tre canestri di fila di Redick, che, incredibilmente, in tutta la partita non tenta nemmeno un tiro dalla lunga distanza (21-9). Dopo due liberi di Zaza Pachulia, continua la sfuriata di Redick, che segna altri 5 punti, prima dei due liberi di Crawford che chiudono il primo quarto sul risultato di 26-13.

Al canestro d’apertura di Joe Johnson seguono le triple di Ryan Anderson e di Quentin Richardson, che fanno prendere ulteriormente il largo a Orlando (32-15). La partita sembra infatti già finita quando Anderson, il migliore dei Magic per plus/minus (+27), segna un’altra tripla; Orlando continua a produrre punti con i due liberi di Howard e due canestri di Turkoglu (42-21). Jason Richardson va a segno per due volte consecutive dalla lunga distanza. Con 4” da giocare, Jameer Nelson va a segno per il 58-35 di fine primo tempo.

Hidayet Turkoglu va a segno dall’arco per il +25 (63-38). Solo Josh Smith sembra interessato a ridurre il passivo, che ancora aumenta con il diciassettesimo punto di Jason Richardson (73-45). Smith e Horford vanno a segno, prima che l’ottimo Ryan Anderson trovi un altro canestro dalla lunga distanza. Il quarto si chiude sul 79-53 con un libero messo a segno da Dwight Howard.

In un quarto quarto che è pura formalità, i Magic vanno anche oltre al +30 con i canestri di J.J. Redick, Brandon Bass e Que Richardson (90-58). Rientra dall’infortunio e gioca qualche minuto anche Chris Duhon, che segna 5 punti in meno di 4’, compresi i due tiri liberi che chiudono la partita sul 101-76. Disfatta totale per gli Atlanta Hawks, si va a gara 6.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy