Grizzlies infiniti: rimontano da -13 e allungano la serie a gara 7!

Grizzlies infiniti: rimontano da -13 e allungano la serie a gara 7!

Commenta per primo!

Ma se c’e’ una cosa per cui rimarranno nella mente di tutti gli appassionati questi Grizzlies e’ proprio la capacita’ di sovvertire la logica e sorprendere ogni volta che scendono in campo: logica che avrebbe voluto OKC in finale di Conference dopo che nel primo tempo Randolph & C hanno litigato con il canestro avversario, chiudendo sotto di 10 lunghezze. E invece l’ennesima rimonta e’ riuscita e Memphis regala all’NBA la prima gara-7 della stagione a suon di record: i Grizzlies sono la prima squadra testa di serie n. 8 ad Ovest a vincere 7 gare di playoff (in precedenza, i Nuggets si erano fermati a 6 nella stagione 93/94); anche la peggiore partita di Durant (11 punti, 3/14 al tiro) nella sua breve carriera nei playoff ha il marchio della squadra allenata da coach Hollins.

Cronaca

Gran partenza dei Thunder che danno l’impressione di voler chiudere i conti una volta per tutte: Kevin Durant è caldissimo e con 6 punti e un assist per la tripla di Westbrook firma il primo strappo del match (4-9). Westbrook allunga ulteriormente ma si sveglia Gasol che da il la al parziale di 13-2 chiuso dalla tripla di Mayo che vale il +4 (19-15). Dopo il canestro in tap-in di Randolph, Harden si mette in proprio e con una schiacciata e un assist per Sefolosha consente a Oklahoma di chiudere il quarto sotto di 2 (23-21).

Nel secondo quarto prova nuovamente a scappare Memphis con la tripla di Allen e il gancio a bersaglio di Gasol. Maynor e Harden però non si stanno e firmano un mini break di 0-7 che vale il controsorpasso (30-32). I Grizzlies vanno in bambola e danno segni di cedimento sotto i colpi di Westbrook che imperversa nella metà campo avversaria e con un 2+1 porta i Thunder a +9 (37-46). Young prova a metterci una pezza ma Harden in 30’’ di pura follia piazza due bombe che sotterrano Memphis (39-52). Battier sulla sirena segna una tripla che è puro ossigeno per i Grizzlies e si va al riposo sul 44-54.

Nella ripresa la musica cambia e Memphis rientra in campo con una luce diversa negli occhi: Randolph suona la carica segnando 4 punti nel parziale di 11-2 che vale il +1 (55-56). Westbrook con un paio di magie tiene avanti i suoi ma i Grizzlies giocano di squadra e con un 2+1 di Mayo sorpassano (68-65). Durant da segni di vita impattando, Conley e Arthur dalla lunetta non sbagliano e la frazione si chiude sul 72-68.

Harden con uno splendido canestro in step back apre l’ultima frazione che diventa il ‘Randolph show’: Z-Bo si carica la squadra sulle spalle e segna 10 dei primi 14 punti di Memphis che scappa a +9 (86-77). Westbrook e Durant provano a tenere a galla i Thunder, ma il secondo sbaglia non è in serata e sbaglia l’impossibile. I Grizzlies ringraziano calorosamente e chiudono i conti dalla lunetta fissando il punteggio sul 95-83.

MVP: Zack Randolph. Ha seminato il panico nell’area colorata avversaria ed è stato decisivo con ben 12 punti dei 30 finali segnati nell’ultimo quarto.

Tabellino

Memphis Grizzlies: Allen 10 pt, Randolph 30 pt, Gasol 8 pt, Mayo 16 pt, Conley 11 pt, Battier 5 pt, Haddadi, Vasquez, Arthur 8 pt, Young 7 pt, Powe n.e., Smith n.e.

Oklahoma City Thunder: Durant 11 pt, Ibaka 8 pt, Perkins 6 pt, Sefolosha 4 pt, Westbrook 27 pt, Harden 14 pt, Collison 6 pt. Mohammed 1 pt, Maynor 6 pt, Cook, Ivey n.e., Robinson n.e.

Verso gara-7: le domande

  1. I Grizzlies non sono la sorpresa dei playoff, ma qualcosa di piu’: al di la’ di gara-5 contro OKC, Memphis non ha sbagliato una partita in tutta la post-season e se avesse vinto gara-4 al FedEx Forum avrebbe gia’ staccato il biglietto per la finale di Conference con merito. L’avevamo definita una squadra impronosticabile alla vigilia di questa serie, perche’ aveva gia’ dimostrato contro San Antonio di saper andare oltre ogni limite: a questo punto, non c’e’ una sola ragione per pensare che Randolph & C non si giocheranno tutto in Oklahoma, come conferma lo stesso Z-Bo nel dopopartita (“Volevamo arrivare a gara-7, ma il lavoro non e’ ancora completato”). Finora, ogni volta che e’ stata alzata l’asticella il risultato e’ stato a favore di Memphis, sara’ ancora cosí?
  1. Ormai e’ evidente a tutti che i Grizzlies hanno una marcia in piu’ grazie allo straordinario stato di forma di Zach Randolph e di tutto il pacchetto-lunghi a disposizione di coach Hollins. Cio’ che raccontano i numeri, invece, e’ che la serie si sta decidendo nel pitturato: fino a questo momento, ha vinto sempre la squadra che ha realizzato piu’ punti in area ed e’ presumibile che anche area-7 si decida vicino al canestro; chi la spuntera’?
  1. Lo straordinario percorso dei Grizzlies sta facendo passare in secondo piano l’altrettanto unica cavalcata di Oklahoma City: quella di coach Brooks e’ una squadra che nel giro di un paio di stagioni e’ passata dall’essere una delle peggiori della Lega al ruolo di outsider per il titolo che in molti le riconoscono. Anche nella serie in corso, Durant e soci hanno dimostrato di essere cresciuti nella mentalita’ di squadra e non si spaventeranno di certo per una gara da dentro o fuori come quella che li aspetta; giocare in Oklahoma la gara decisiva e’ sicuramente un vantaggio, ma i Thunder sono consapevoli di non poter fallire: sapranno reggere la pressione?
  1. Al di la’ dell’energia profusa dai Grizzlies, in gara-6 l’attacco di OKC (il migliore in questi playoff) si e’ bloccato, soprattutto nel secondo tempo; in vista della prossima partita, i Thunder torneranno ad avere i punti che sono mancati da Durant e le cose torneranno alla normalita’. La chiave per Memphis potrebbe essere la difesa su Westbrook, fantastico attaccante che ancora denota limiti nella gestione della partita: in questa serie ogni volta che il playmaker da UCLA ha perso meno di 5 palloni, Oklahoma City ha vinto; a quanti turnover lo costringeranno gli esterni dei Grizzlies?

Siamo alla stretta finale, una partita che si presenta da sola: Thunder contro Grizzlies, la freschezza contro l’energia, KD contro Z-Bo; e’ gara-7 in prima serata, amici, niente da aggiungere!

Appuntamento domenica sera alle 21.30

THE FINAL COUNTDOWN

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy