Il ciclone Durant spazza via Denver. Oklahoma vince la serie 4-1

Il ciclone Durant spazza via Denver. Oklahoma vince la serie 4-1

Commenta per primo!

Oklahoma City Thunder-Denver Nuggets 100-97 (4-1)

Termina qui la post-season per Danilo Gallinari e per i suoi Nuggets che escono sconfitti con onore 100-97 dal campo degli Oklahoma City Thunder. Questa è stata probabilmente la partita più bella della serie perché si è giocata sempre sul filo del rasoio ed il finale è stato a dir poco emozionante. Denver rimpiange il fatto di essere stata avanti per gran parte del match, senza però riuscire a dare lo strappo decisivo che le avrebbe potuto consegnare il successo. Oklahoma invece deve ringraziare un eroico Kevin Durant che ha praticamente vinto da solo la partita mettendo a referto 16 punti nell’ultimo quarto (chiuderà con 41 punti). La prestazione di Westbrook è stata un po’ sottotono rispetto ai suoi standard, mentre si è fatto apprezzare Perkins che ha chiuso con 11 punti e 9 rimbalzi. Denver ha mandato 5 giocatori in doppia cifra ma ciò non è bastato per evitare la sconfitta e ha pagato soprattutto i 42 tiri liberi concessi agli avversari, contro i 21 tirati.

Cronaca: Inizio molto equilibrato con le due squadre che si rispondono colpo su colpo. E’ Lawson a provare il primo strappo della partita con la tripla del 9-13, ma arriva l’immediata risposta di Durant che con 2 punti e 1 assist impatta sul 13-13. Denver ci riprova e piazza un parziale di 2-11, innescato dalla tripla di Gallinari, che vale il +9 (15-24). Durant però riporta subito sotto i suoi segnando 5 punti, Maynor colpisce da oltre l’arco e la frazione termina 25-28.

Il secondo quarto inizia sulla falsa riga del primo: Harden sorpassa con 4 punti consecutivi, ma si scatenano i tiratori di Denver che segnano due triple per il nuovo +3 (33-36). Gallinari prova ad aumentare il vantaggio inchiodando la schiacciata, i Thunder rispondono con Perkins e Westbrook che firmano il sorpasso (45-44). I Nuggets tornano avanti con i canestri di Martin, ma Durant dalla lunetta firma il 50-50 e manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

Nel terzo quarto il piano partita è sempre lo stesso: Afflalo e Martin provano ad innescare un parziale in favore di Denver riportandola a +3 (55-58). Oklahoma in una manciata di minuti ribalta il risultato e con i tiri liberi di Westbrook si porta in vantaggio 63-60. Sul finire della frazione ci pensa Smith a dare una scossa al match con un canestro in step back e uno da tre punti, Felton fa 2/2 dalla lunetta e i Nuggets chiudono avanti 72-76.

Nell’ultimo quarto si ricorda come si gioca a basket anche Chandler, impalpabile per quasi tutta la durata della serie, che segna due bei canestri. Smith fa il resto segnando una delle sue bombe e Denver scappa a +7 (76-83). La reazione dei Thunder non si fa attendere: Westbrook va a bersaglio da oltre l’arco, Harden fa 1/2 dalla linea della carità e Oklahoma dimezza lo svantaggio (80-83). Denver sembra determinata ad allungare ulteriormente la serie e spinge il piede sull’acceleratore: Chandler va a segno con il layup, Lawson e Afflalo fanno il resto e i Nuggets scappano a +9 (82-91). Durant però sale prepotentemente in cattedra e inizia a colpire da tutte le posizioni gli ospiti rimettendo in discussione il risultato (93-93 e 1’21’’ da giocare). Lawson dalla lunetta riporta avanti i suoi, ma Durant si inventa un grande canestro in penetrazione e si guadagna anche il tiro libero aggiuntivo che non sbaglia (96-95). Dopo i liberi di Felton che valgono il nuovo vantaggio Denver, l’immenso Durant trova il fondo della retina sia dalla lunetta che dalla media distanza e porta a +3 i Thunder (100-97) con 9’’ sul cronometro. Afflalo riesce a ritagliarsi lo spazio per prendersi il tiro da tre ma lo sbaglia. 100-97 il risultato finale con cui Oklahoma vince la serie e vola in semifinale. Per i valori visti in campo nell’arco delle 5 partite disputate, il passaggio del turno dei Thunder è assolutamente meritato.

MVP: Non poteva non essere Kevin Durant. Quando la palla scotta la mette sempre nel ‘cesto’ e se Oklahoma ha chiuso la serie a gara-5 è grazie ai suoi 41 punti.

Tabellino

Oklahoma City Thunder: Durant 41 pt, Ibaka 1 pt e 8 rim, Perkins 11 pt e 9 rim, Sefolosha 8 pt e 8 rim, Westbrook 14 pt e 4 ass, Harden 12 pt e 7 rim, Collison 2 pt, Maynor 9 pt, Mohammed 2 pt, Cook, Ivey n.e., Robinson n.e. Allenatore: Scott Brooks.

Denver Nuggets: Gallinari 11 pt, Martin 14 pt e 10 rim, Nene 8 pt e 9 rim, Afflalo 15 pt e 3 ass, Lawson 13 pt e 4 ass, Smith 8 pt, Andersen 2 pt, Felton 13 pt e 4 ass, Chandler 8 pt, Harrington 5 pt, Forbes n.e., Koufos n.e. Allenatore: George Karl.

Percentuali al tiro: Thunder: 30/82 (36,6%) T2, 6/24 (25,0%) T3, 34/42 (81,0%) TL – Nuggets: 36/78 (46,2%) T2, 8/18 (44,4%) T3, 17/21 (81,0%) TL.

Parziali: 25-28, 25-22, 22-26, 28-21.

Massimo vantaggio: Thunder 3, Nuggets 9.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy