Kevin Durant demolisce Memphis. OKC si porta 1-0 nella serie

Kevin Durant demolisce Memphis. OKC si porta 1-0 nella serie

Commenta per primo!

Alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City i playoffs Nba 2013 entrano nel vivo con le Semifinals di Western Conference, e con la squadra di casa guidata da coach Brooks che ospita I Memphis Grizzlies, approdati senza tanti patemi al secondo turno di questi PO avendo eliminato nientepopodimeno che i Los Angeles Clippers, alla vigilia dati per possibili finalisti in questa conference, che sta regalando non poche sorprese.

I padroni di casa, dopo aver incontrato non poche difficoltà contro gli Houston Rockets si apprestano ad incontrare una delle squadre più pericolose, anche per via della difesa asfissiante portata dai suoi uomini più rappresentativi, tra i quali ne citiamo solo uno, Marc Gasol, fratello del più celebre Pau, fresco vincitore del titolo di miglior difensore NBA 2013.

Parziali: 14-16, 33-30, 17-27, 29-18

1° Quarto:
Okc parte malissimo, con gli ospiti che si fanno subito sentire in difesa e con Z – Bo piazzano nei primi 4’ di gara un parziale di 8- 0, e nel contempo OKC fa registrare un insolito quanto incredibile 0/8 dal campo.
Coach Brooks nota che qualcosa non va e corre ai ripari chiamando un timeout quanto mai opportuno.
I padroni di casa escono bene dal timeout e con Ibaka provano a ricucire lo strappo.
Dopo 5’ minuti entra nella gara anche Durant, ma la partita è condizionata dai tantissimi errori al tiro da ambo le parti, e con OKC che, pur tirando con uno squallido 2/14 dal campo riesce a riportarsi sul -1, 6 – 7, dopo 6 minuti e 30 di gioco grazie ai tiri liberi e alla maggior reattività in attacco del duo Durant – Ibaka.
A meno di 5’ dalla fine del primo periodo l’altro Kevin di Okc, Martin, entra in campo e insieme al solito e aggiungerei immarcabile Durant ricuce lo strappo riportando il risultato sulla parità. 9 – 9, prima ancora che J.Bayless a 3’ con una tripla delle sue non lo riportasse nuovamente sul +3, 12 – 9 per gli ospiti.
Ancora Kevin Durant con un And-1trasformato riporta i suoi in gara.
Le difese non risentono molto degli attaccanti anche per via dei molteplici errori al tiro.
Durant regala spettacolo e fa infiammare la sua arena con dei canestri di una difficoltà indescrivibile, ma Arthur ridà ai suoi il vantaggio con un jumper dall’angolo e chiude il primo quarto per gli ospiti, che vanno sul +2, 16 – 14 sui padroni di casa alla prima sirena.

2° Quarto:
Si ritorna dalla pausa con una super giocata di Zach Randolph che porta subito Memphis sul +5, 19 -14 e poi con Pondexter che nel possesso successivo dà ai suoi il massimo vantaggio di +7, 21 -14.
Kevin Durant viene richiamato in panchina per riprendere fiato e allora il quintetto di Scott Brooks s’inceppa ancor di più in fase offensiva, con tutti i giocatori che non riescono a segnare.
Kevin Martin però prova a prendere il posto di Kevin Durant, ma Bayless oggi non vuole proprio saperne di fermarsi e continua a martellare il canestro avversario con jumper dalla media.
K-Mart riporta i suoi ad un solo possesso con una giocata da tre punti, a -2 , sul 23 – 21 quando siamo giunti a 8’30 dalla fine del secondo periodo.
Anche Z-Bo c’è, e continua la sfida con K-Mart, che si sta mostrando per i Thunder un ottimo sesto uomo, soprattutto ora che un certo Westbrook è costretto ai box causa infortunio.
Ritorna Durant in campo, e con Fisher costruisce il pareggio a 7’ dal termine della prima metà di gara.
Collison commette un bruttissimo Flagrant foul su T.Prince e lo manda in lunetta per due tiri liberi e possesso.
Prince sbaglia entrambe i liberi ed e nonostante la botta subita resta in campo.
Memphis almeno per quanto concerne questi primi 17’ sembra essere più in partita rispetto a OKC, anche se questi ultimi riescono sempre a ritornare in corsa.
Ancora botta e risposta tra Bayless e K-Martin, che dalla lunga infiammano i loro beniamini e portano il risultato sul 31 – 31 pari a 5’ dall’intervallo lungo.
La differenza sotto le plance si sente, ed è proprio lì che soffre OKC nonostante la presenza di un intimidatore come Ibaka, proprio perché il duo di lunghi di Memphis si fa sentire e non poco.
La partita scorre liscia, con le squadre che si equivalgono e che ribattono colpo su colpo ai canestri avversari ritrovandosi più volte sulla parità.
Kevin Martin porta i suoi in vantaggio a poco più di 3’ dalla fine con due liberi, e la Chesapeake Arena si infiamma. Uno spettacolo vero le migliaia di tifosi con la t-shirt blue lì ad incitare i loro giocatori.
Nonostante un terrificante 1/12 dal campo dei due lunghi di OKC, la squadra di coach Brooks tocca il massimo vantaggio sul 43 – 39 a poco più di 2’ dal termine della prima metà di gara con una bimane di Perkins.
Lo stesso pivot di OKC però fatica e non poco la fisicità del frontcourt di Memphis e viene richiamato in panca al sostituito da Thabeet, quasi del tutto inutilizzato nel primo turno di PO.
Ancora Gasol punisce i padroni di casa portando i suoi sul 43 – 43, prima che due liberi di KD riportino i padroni di casa avanti di 2, sul 45 – 43.
A meno di 1’ dal termine del secondo periodo entra nel vivo del gioco anche M.Conley che con una tripla in transizione porta di nuovo Memphis avanti sul +1, 46 – 45, ma R.Jackson con una bella giocata nell’area avversaria riporta nuovamente avanti OKC.
Si va al riposo con OKC avanti 47 – 46 sui Grizzlies, nonostante la palese difficoltà per i padroni di casa di contenere il duo composto da M.Gasol e Zach Randolph

3° Quarto:
Memphis ritorna subito in campo e col duo Gasol – Conley si riprende il vantaggio che arriva anche sul +5, dopo 2’30 grazie anche e soprattutto al contributo Z-Bo, che sotto i tabelloni avversari spaventa il frontcourt di casa con la sua presenza e coi suoi rimbalzi.
Gasol è scatenato e continua a punire dalla media i lunghi di OKC, che non escono su di lui e gli concedono sempre il tiro comodo dai 5/6 metri.
Durant prova a tenere il colpo, l’unico dei suoi che insieme a Kevin Martin sembra poter creare qualche grattacapo alla difesa dei Grizzlies.
Memphis prende il largo e dopo 6’ dal termine del terzo periodo mette il turbo portandosi sul +8, 61 – 53 con OKC che sembra aver accusato il colpo e con Kevin Durant troppo solo per poter sperare in qualcosa di positivo.
Dopo aver raggiunto anche le 10 lunghezze di vantaggio Memphis rallenta un po’ e il sesto uomo di lusso di OKC, Kevin Martin, ne approfitta con una tripla per riportare di nuovo i suoi a – 7, sul 63 – 56 a 4’ dal termine del penultimo periodo.
Le cattive notizie per i padroni di casa giungono anche dai giocatori che escono dalla panchina dei Grizzlies, perché Pondexter e a altri sembrano più svegli, freschi e meno timorosi degli uomini di Scott Brooks.
I Grizzlies allora provano ad ‘aggiustare’ il vantaggio, portandosi sul +12, 70 – 58 a poco più di 1’ 30’’ dalla fine di questo terzo periodo, di certo non entusiasmante per i padroni di casa.
R.Jackson e Kevin Durant provano ancora a tenere i Thunder a galla, ma l’impresa si presenta più complicata del previsto.
Durant e K-Martin decidono nuovamente di prendersi la scena nel finale di quarto prima che un irreale canestro da quasi metà campo di Pondexter manda i suoi Grizzlies all’ultima pausa avanti di 9, sul 73 – 64.

4° Quarto:
Primo possesso dell’ultimo periodo a Okc che prova per l’ultima volta a raddrizzare una partita nata male e che si sta evolvendo nel peggiore dei modi.
Non vuole saperne la squadra di casa di lasciare così carta bianca agli avversari e, dopo 2’ dall’inizio dell’ultimo periodo con un parziale pazzesco di 9 – 2 si riporta ad un solo possesso da Memphis.
La Chesapeake arena si incendia, ma ciò nonostante Memphis sembra mantener il controllo della gara e degli avversari.
Nick Collison non riesce a tenere fisicamente il passo di Z.Randolph e dall’altra parte anche R.Jackson prova a dare manforte ai suoi e a riportarli in scìa Memphis.
Le mani di OKC oggi sono freddissime, e solo i vari Durant e Martin possono sistemare questa gara che a 7’ dalla fine del match li vede sotto, 81 – 77.
Sale l’intensità difensiva di Oklahoma ma Marc Gasol non sembra affatto risentirne e appena può punisce con estrema facilità dei Thunder che finora sono ancora a contatto con gli ospiti solo perché il loro uomo più rappresentativo, KD, sta tirando fuori tutto quello che può dare a questa squadra, apparentemente senza un vero gioco e coi lunghi che in questo match sono fuori, almeno mentalmente dalla gara.
Ancora D-Fish, che a -4’ dal termine con una super tripla, ben imbeccato da KD porta Okc a sole due lughezze di ritardo sui Memphis, 84 – 82.
Durant pareggia la partita a 3’30’’ dalla fine e ancora poi con Kevin Martin che effettua una super stoppata ottiene anche una palla a due contro Pondexter.
L’arena diventa una bolgia e, KD sbaglia il tiro del possibile vantaggio per i Thunder.
La difesa alza l’intensità e anche Perkins che finora era sembrato fuori dal match tiene bene un Gasol a mio avviso tra i più positivi dei suoi.
Siamo a 2 minuti e mezzo dal termine del match con la partita ancora in parità e con entrambe le squadre che provano a dare il tutto per tutto, con KD che ribatte colpo su colpo ai lunghi avversari e con Tony Allen ( ottimo difensore) che ritorna sul parquet per dare ai suoi il supporto necessario per poter portare a casa questo game1.
Ibaka porta nuovamente i suoi sul -1 a poco più di un minuto dalla fine del primo tempo, ma è tutto vano.
Marc Gasol ha deciso di prendersi la scena in questa partita e di vincere quasi da solo la battaglia contro la difesa di Okc.
Durant prova ancora a replicare al più piccolo dei fratelli Gasol e porta Okc sul – 1 a 31secondi dalla fine del match sul 90 – 89.
Finale incandescente con OKC che grazie a Durant ottiene il vantaggio sul 91 – 90 e anche il possesso finale del su una persa assurda di Mike Conley.
Fallo sistematico di Memphis e R.Jackson va in lunetta per due liberi fondamentali.
Il primo entra, il secondo pure e OKC vola sul +3 a 2.9 secondi dalla fine.
Finisce così 93 – 91 una gara che alla luce dei primi tre quarti credevamo fosse destinata a prendere la via di Memphis.

MVP Basketinside.com: Kevin Durant

Boxscore:

Oklahoma City Thuder : Kevin Durant 35 + 15reb+6ast, Kevin Martin 25 + 7reb, R.Jackson 12 +3eb+ 2ast

Memphis Grizzlies: Z.Randolph 18 + 10reb, M.Gasol 20 + 10reb +2blk, Pondexter 13 +5reb+3ast

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy